19 novembre 2012

Recensione: La probabilità statistica dell'amore a prima vista - Jennifer E. Smith

Buongiorno lettori!
Ho comprato questo libro per il titolo...si lo ammetto, mi faccio tentare e ammaliare da titoli e copertine...

"La probabilità statistica 
dell'amore a prima vista"
di Jennifer E. Smith
ed. Sperling & Kupfer
pp. 213
€ 16,90
Hadley deve andare a Londra da New York perchè il padre si risposa. Il dolore per il divorzio dei genitori è ancora forte e Hadley non è sicura di voler partecipare alla cerimonia e di conoscere la sua futura matrigna. Inoltre il destino ci mette il suo zampino e la ragazza perde per 4 minuti l'aereo ed è costretta ad aspettare il successivo in aereoporto, dove però conosce Oliver e inizierà la giornata più lunga della sua vita.

Prima di tutto questo libro mi ha fatto riflettere su cosa sono 4 minuti e su cosa significa prendere o perdere l'aereo (si un po' alla Sliding Doors!)...pensateci un attimo...



"Ha quattro minuti di ritardo. Una bazzecola, a pensarci bene. Il tempo di un'interruzione pubblicitaria, della pausa tra una lezione e l'altra, della cottura di un piatto a microonde. Quattro minuti non sono niente. Ogni giorno, in tutti gli aeroporti del mondo, ci sono passeggeri che prendono l'aereo all'ultimo secondo e sistemano il bagaglio a mano con il fiatone per poi sprofondare nella poltroncina un attimo prima del decollo.
Hadley Sullivan, invece, no. Davanti alla vetrata, lo zainetto posato a terra, osserva l'aeroplano ruotare il muso per dirigersi verso la pista senza di lei. Sull'altra sponda dell'oceano, suo padre sta facendo l'ultimo brindisi e il personale dell'hotel lucida l'argenteria in guanti bianchi per i festeggiamenti di domani sera.
Alle sue spalle, il ragazzo con il posto 18C sul prossimo volo per Londra mangiucchia una ciambella e non si preoccupa della spolverata di zucchero sulla camicia blu. 
Hadley chiude gli occhi solo per un attimo e quando li riapre l'aereo non c'è più. Chi avrebbe mai immaginato che quattro minuti potessero cambiare tutto?"
dal Prologo pp.2-3

La storia mi è piaciuta, così come la scrittura. In particolare mi è piaciuto il netto contrasto tra la parte in aereo e le parti a terra: nel primo caso leggendo sembrava proprio di stare in una bolla di sapone, lontana e isolata dal resto, un luogo non luogo, in cui anche il tempo va a rilento; nelle parti a terra invece si percepisce la frenesia del mondo moderno e l'ansia della protagonista.
Il personaggio di Hadley mi è piaciuto. E' alla fine una figura di adolescente che ha sofferto molto per il divorzio dei genitori e che si trova davanti ai problemi tipici di una ragazza della sua età, l'amore, l'insicurezza, ma contemporaneamente l'ho vista anche come un personaggio maturo che impara dai suoi errori e comprende quelli degli altri.

Voto...





Al prossimo libro
Eliza
La Biblioteca di Eliza
La Biblioteca di Eliza

Laura 35 anni. Blogger. Italy♥ Datemi un libro, un thè e una giornata piovosa, mi farete felice. Ogni libro è un'avventura incredibile e io voglio viverla! Voi no?

2 commenti:

  1. Quanto è bella questa cover? Piace un sacco anche a me! Quasi quasi mi piacerebbe averla come poster in camera... *sogna*
    E la trama? Sembra una storia fatta apposta per sognare un po' ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cover è veramente carina!! Io già dal titolo inizio a fare castelli in aria...^^

      Elimina

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^