16 dicembre 2012

"Il sigillo dei traditori" di Steve Berry

Buona domenica a tutti!
Stasera vi parlo de Il sigillo dei traditori di Steve Berry.

Il sigillo dei traditori
di Steve Berry
ed. Nord
pp. 464
€ 18,60

Trama
Washington, 30 gennaio 1835. Un uomo si fa largo tra la folla, punta una pistola al petto del presidente Andrew Jackson e preme il grilletto. Per fortuna, l'arma s'inceppa e l'attentatore viene assicurato alla giustizia: dagli interrogatori, risulta subito che si tratta di uno squilibrato, convinto di essere il re d'Inghilterra. Eppure il suo gesto non è stato un raptus di follia: quell'uomo, in realtà, era stato plagiato da una mente acuta e perversa... New York, oggi. Una raffica di proiettili si abbatte sull'ingresso dell'Hotel Cipriani, mancando per un soffio il presidente Daniels, appena sceso dalla sua limousine blindata. Benché la reazione dei servizi segreti e dell'FBI sia istantanea, Daniels preferisce affidare l'indagine sull'accaduto a Cotton Malone, un ex agente del dipartimento di Giustizia, perché è l'unica persona di cui si possa fidare: quel viaggio a New York era infatti top secret e quindi nell'entourage del presidente degli Stati Uniti si nasconde un traditore. Malone dovrà smascherarlo prima che possa colpire di nuovo, e soprattutto dovrà risalire agli uomini che hanno guidato la sua mano. Uomini che hanno fatto del ricatto e dell'inganno una ragione di vita, che hanno stretto un giuramento di sangue fin dai tempi della Dichiarazione d'Indipendenza, che si sono passati il testimone per oltre duecento anni e che adesso stanno per rovesciare l'ordine mondiale...


Recensione
Ho acquistato questo libro poichè avevo già letto altri libri di questo autore e, in particolare, mi era piaciuto molto La profezia dei Romanov. Inoltre mi sono fatta incantare dalla copertina, dall'idea dei cospiratori e dalla storia dei Presidenti degli Stati Uniti. 
A differenza degli altri libri di Berry, però, questo l'ho trovato un po' più pesante da leggere. La storia è avvincente, c'è il mistero, ci sono i pirati cattivi, c'è l'eroe idealista innamorato, ma...non so, mi è sembrato tutto abbastanza scontato. Peccato, perchè la storia non mi dispiaceva, ma da un libro del genere mi aspetto sempre di girar pagina e dire..."Cavoli! E 'mo questo che è?"...E anche l'idea dei continui volta faccia di alcuni personaggi mi ha convinto poco: bell'idea la prima volta, ma dopo la ventesima viene a noia!
Lo stile è scorrevole quando vuole esserlo, ma qua e là ci sono descrizioni di luoghi e fatti che ammazzano il ritmo per qualche riga, appesantendo il tutto. 
I personaggi mi sono piaciuti, ma per capirli bene e amarli bisogna aver letto i libri precedenti: qui vengono delineati abbastanza velocemente, giusto per far capire la situazione, ma non si va oltre.
Ultimo appunto: il titolo italiano proprio non va, molto meglio il titolo originale The Jefferson Key.

Voto...





Alla prossima
Eliza
La Biblioteca di Eliza
La Biblioteca di Eliza

Laura 35 anni. Blogger. Italy♥ Datemi un libro, un thè e una giornata piovosa, mi farete felice. Ogni libro è un'avventura incredibile e io voglio viverla! Voi no?

Nessun commento:

Posta un commento

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^