28 maggio 2013

"Luna" di Francesca Verginella

Buongiorno amici lettori!
Oggi vi propongo una nuova recensione. Il libro in questione è Luna di Francesca Verginella, che mi ha gentilmente inviato copia del romanzo. Vi avevo già presentato questo libro nella rubrica Anteprima di...(ecco il post!)...


Luna
di Francesca Verginella
ed. Smashwords Editions
pp. 520
€4,67 (ebook)
Trama
Luna nacque in una notte molto particolare, una notte importante. Importante per tutte le Famiglie, per tutti i Mondi. Non era infatti solo la vigilia del giorno in cui suo padre Ledon, generale dell’esercito di Deos, avrebbe condotto le truppe riunite di tutte le razza libere alla battaglia decisiva contro Cron: le stelle indicavano che quella notte sarebbe nata la prescelta.
Di tutto ciò però Narciso non conservava alcun ricordo conscio. La sua vita, la sua famiglia, il suo lavoro non avevano assolutamente nulla al di fuori dall’ordinario. Gli unici momenti fuori dagli schemi erano quelli passati con Ares, un amico che si dilettava a dipingere paesaggi fantastici, ma incredibilmente vicini a quelli che lei spesso vedeva nei suoi sogni. Fu in maniera brusca quanto improvvisa che un uomo, incontrato apparentemente per caso, le disse che l’ora era giunta, che doveva tornare, ricordare, abbandonare tutto, uccidere Narciso e far risorgere Luna.
Le parole dell’uomo, lacerandola dentro, riuscirono alla fine a convincerla a tornare a Solamia, il continente su cui era nata in un altro tempo, in un altro mondo.
Il ritorno non fu però affatto piacevole: la grande Deos, di cui le aveva parlato l’uomo, era in rovine, così come il resto di quella terra, caduta sotto il giogo di Cron. Cominciò a questo punto per Luna un difficile percorso alla riscoperta di sé stessa, dei suoi poteri e della sua coscienza.
Ad aiutarla in questa impresa ci sarà Arat, un giovane guerriero conosciuto tra i sopravvissuti alla guerra, ed un gruppo di “eroi” ed “antieroi” che si unirono a loro strada facendo.

Recensione
Il libro inizia con un interessante prologo: viene descritto il mondo in cui la storia viene ambientata, la sua geografia ma anche la sua storia. Questa idea per me è sempre vincente, soprattutto per un libro complesso come questo, perchè da subito l'idea dell'ambientazione e con cosa si avrà a che fare.
Seguono poi una serie di capitoli di "vita normale": Narciso è una ragazza comune che lavora in un negozio di fiori, abita con i genitori e il fratello, esce con gli amici. Niente di più semplice. Tuttavia in lei sente da sempre qualcosa di diverso rispetto al mondo che la circonda, come se lei non vi appartenesse appieno. E infatti scopre presto di essere destinata ad un mondo diverso, ad un'impresa importante e di non essere Narciso ma Luna.
La storia è sicuramente interessante e fantasiosa, originale in ogni sua parte, cosa che di questi tempi non è affatto scontata. Quello che salta all'occhio leggendo, fin dalle prime righe, è la cura del dettaglio e del particolare, con descrizioni continue  e molto particolareggiate. Questo da un lato denota precisione e la chiara volontà di dare al lettore tutte le informazioni, ma dall'altra appesantisce molto la lettura, rallentandola. La grande quantità di personaggi, luoghi, oggetti, animali che ci vengono presentati confondo molto e ci lasciano disorientati, tanto che spesso mi sono ritrovata a dover tornare indietro per riprendere il filo. Se le descrizioni sono troppo dettagliate altri aspetti sono invece trattati in maniera troppo frettolosa e poco convincente, con continui cambi di punti di vista. 
Nei momenti di vera azione la narrazione è molto più fluida e quindi più accattivante, e infatti sono le parti che rimangono più impresse.
I molti personaggi, i luoghi, gli animali, le storie: sono tutti aspetti importanti nella storia, tuttavia non tutto è bilanciato bene, come se si volesse dare più spazio alla descrizione che alla narrazione. Forse una soluzione sarebbe stata quello di dividere il romanzo in due libri, in modo da prendersi tutto il tempo necessario per tutti le sue parti.
I personaggi mi sono piaciuti molto, perchè non sono scontati, soprattutto Luna/Narciso. All'inizio ci si può immaginare che sia la classica ragazza normale catapultata in un mondo non suo. Invece fin da subito, dal suo arrivo a Solamia, Luna è fragile, ma solo esteriormente, ha in se un potere molto forte e lo usa. Una cosa che ho trovato veramente interessante è quel po' di sano cinismo che viene dato ai personaggi; quando scompare il padre di Arat Luna pensa che in fondo per la loro causa non sarebbe un male che morisse, ed è una cosa che subito ho pensato leggendo quella parte. Sono contenta non si sia nascosta dietro un poco realistico buonismo!
E' un viaggio di formazione e di crescita della protagonista, che prende coscienza di se e si evolve, fino ad un finale veramente sorprendente. Tuttavia questo non basta. La narrazione è troppo rallentata dalle descrizioni e dai troppi particolari. Il mio voto quindi vuole premiare la fantasia  e l'originalità, senza tralasciare però la necessità di uno stile magari un po' più asciutto e immediato.

Voto...





Alla prossima
Eliza

La Biblioteca di Eliza
La Biblioteca di Eliza

Laura 35 anni. Blogger. Italy♥ Datemi un libro, un thè e una giornata piovosa, mi farete felice. Ogni libro è un'avventura incredibile e io voglio viverla! Voi no?

Nessun commento:

Posta un commento

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^