15 luglio 2013

"ExtraUnione e la società degli uomini morti" di Michele Raniero

E rieccomi qui da voi!
Si oggi avevo un po' di articoli da pubblicare. Poteva forse mancare una bella (spero) recensione? Certo che no! Sabato ho finito di leggere ExtraUnione e la società degli uomini morti di Michele Raniero. L'autore qualche tempo fa mi ha contattata per chiedermi se ero disponibile per una recensione. La trama mi ha incuriosito e quindi ho accettato con gioia.

ExtraUnione e la Società degli
Uomini Morti
di Michele Raniero
ed. Il Ciliegio
pp. 228
€ 16,00
Trama
Ventidue anni. Quasi un quarto di secolo è passato da quel mattino in cui il presidente di Unione, Zivor Ullman, ha decretato la fine della guerra contro il continente Futura, ribattezzandolo ExtraUnione. Ventidue anni che hanno visto l’affermarsi assoluto di Unione sull’intero pianeta, e la consacrazione del potere di Ullman, di un uomo convinto d’essere un dio.
Eppure qualcosa è cambiato, all’improvviso, senza che nessuno potesse prevederlo.
Unione è stata attaccata e la sua capitale, Tzare, distrutta in un solo mattino. L’impero dominatore della terra si ritrova in ginocchio di fronte ad una potenza straniera sottovalutata, che ha tessuto il suo piano di conquista in silenzio, nell’ombra di un mondo in schiavitù, alla ricerca di vendetta.
Ma, forse, non tutto è perduto. Forse un’ultima speranza per Unione vive ancora, ma alberga proprio in quell’ExtraUnione sottomessa, comandata dalla Società degli Uomini Morti, da un’organizzazione clandestina nata nell’odio, che agogna la libertà perduta, che lotta per la rinascita di Futura.
Il compito che il fato riserva al tenente Met Roustin, un giovane soldato di Unione, è arduo e senza precedenti. Egli combatterà per respingere l’invasione del suo mondo, e lo farà tentando di agire da anello di congiunzione fra le due realtà, fra Unione ed ExtraUnione, tra il dominatore in ginocchio e il sottomesso desideroso di rivalsa, cercando di formare una disperata alleanza fra quei due mondi opposti che, a causa dello strano disegno del Destino, sono entrambi suoi. 
E’ una corsa contro il tempo, prima che Unione cada definitivamente, trascinando nella polvere anche ExtraUnione, prima che l’intero pianeta paghi le colpe di un solo uomo.

Recensione
Primo capitolo di una serie, ExtraUnione e la società degli uomini morti ci porta in un mondo soggetto alla dittatura di Zivor Ullman che, dopo aver preso il potere ad Unione, invade e conquista anche il vicino continente di Fortuna, poi rinominato ExtraUnione. Le prime pagine ci permettono di scoprire questo mondo, la sua storia  e i suoi abitanti, oppressi dalla dittatura (è infatti un genere dispotico... e non distopico!! Attenzione!^^). Li ho trovati molto utili per inquadrare l'ambientazione del romanzo e molto ben fatti. In particolare ho apprezzato il primo capitolo, che ci da un veloce quadro della situazione attraverso gli occhi  e i pensieri dello stesso dittatore. 
Incontriamo quindi Met Roustin, il protagonista. Met è un ragazzo, vive con sua madre, va a scuola. Tutto normale. Però il suo mondo è fatto di coprifuoco e razionamenti. Per fortuna Met ha vicino il suo migliore amico Sam. La nostra storia inizia quando Met e Sam vengono assoldati da una società segreta che combatte per far cadere il potere di Ullman e riportare la libertà ad ExtraUnione. La società degli uomini morti ha a capo Kath, un ragazzo anche lui ma dal forte carisma e dallo sguardo profondo e indagatore. Accanto a lui c'è anche sua sorella Kira, una vera e propria guerriera. Met è sicuramente il mio personaggio preferito, anche se se l'è vista con Sam. Forte e coraggioso, ma anche fragile e spaventato da quello che il mondo lo porta ad essere. Met infatti non è un ragazzo qualunque, o meglio suo padre non è una persona qualunque (che però non vi dico..) e questo fa si che Met e Sam siano spediti ad in Accademia ad Unione. Segue un salto temporale di ben 7 anni, in cui i due ragazzi sono cresciuti e sono diventati dei soldati. Il loro passato però tornerà presto e con lui una nuova minaccia che li porterà sempre più vicini al pericolo.
ExtraUnione è sicuramente un romanzo pieno di azione e avventura, una storia nei suoi punti base semplice ma originale. Met è un protagonista positivo e soprattutto umano, che, nonostante sia un soldato, cerca un modo per portare una pace vera e duratura; è un personaggio che ragiona sulle sue azioni e sulle conseguenze che queste possono portare.
Mi ha molto incuriosito anche Kath. All'inizio pensavo avesse qualcosa da nascondere: troppo perfetto, troppo convincente, troppo enigmatico. E invece, almeno per il momento, sembra essere veramente il comandante della resistenza alla dittatura, e non un dittatore lui stesso.
Ho letto il romanzo veramente con piacere e in maniera molto rapida, le pagine scorrono fluide una dopo l'altra senza grossi problemi, e anche i salti nel tempo non disturbano.
L'unico appunto che mi sento di fare, se così lo si può definire, è la scena in cui Met e Kira "stanno insieme": non che non ci stia anche un po' di romanticismo, ma forse avrei aspettato ancora un po', magari l'avrei tenuta per il secondo volume...Ma si, non è comunque una vera pecca.
Ringrazio ancora l'autore per avermi inviato copia del romanzo e per avermi aperto il mondo di ExtraUnione...a questo punto non vedo l'ora di leggere il seguito...come siamo impazienti noi lettori!

Voto...


e mezzo!!


Alla prossima
Eliza
La Biblioteca di Eliza
La Biblioteca di Eliza

Laura 35 anni. Blogger. Italy♥ Datemi un libro, un thè e una giornata piovosa, mi farete felice. Ogni libro è un'avventura incredibile e io voglio viverla! Voi no?

4 commenti:

  1. Prima o poi vi metterete d'accordo e chiamerete qualcuno per farmi internare. Causa: fangirling molesto! Pazienza. Io so che questo sarà il mio destino e me ne sono fatta una ragione. Torniamo a ExtraUnione e alla tua recensione che ti assicuro è molto bella.
    Il romanzo d'esordio -mi sento di sottolineare questo dato- di Michele è stata una vera sorpresa per me. È riuscito a creare un mondo complesso, ma completo con una storia alle spalle. Non posso certo nascondere la mia cotta per Met o la mia adorazione per Sam. Come potrei? Un duo perfetto. *^*
    Sto fremendo anch'io in attesa del seguito! Come faremo? Ho deciso che continuerò a fantasticare... =P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, il mondo di ExtraUnione non solo è complesso, ma anche completo: ha una geografia, una storia...Non è solo un'idea!
      Ora non ci tocca che aspettare, li davanti al pc, strusciando il piedino a terra in attesa di novità!^^

      Elimina
  2. Bella recensione Eliza... anche io ho inserito ExtraUnione tra i libri in lettura; sono rimasta molto affascinata dalla trama e dal prologo che avevo letto sul sito dedicato al romanzo, sono molto curiosa di immergermi in questo mondo libresco^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto moltissimo, ha una storia costruita molto bene!

      Elimina

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^