2 settembre 2013

Un libro...Un film... "Il lato positivo" di Matthew Quick

Buongiorno amici lettori!
Oggi vi propongo il secondo appuntamento con la rubrica Un libro...Un film che nasce in collaborazione con Valentina del blog Bette Davis Eyes, dedicato al mondo del cinema. Ogni mese io e Valentina vi proporremo la recensione di un libro e della sua trasposizione cinematografica. Il libro di questo mese è Il lato positivo di Matthew Quick.

Il lato positivo

di Matthew Quick
ed. Salani
pp. 290
€ 14,90
Trama
Durante il periodo trascorso in una casa di cura per malattie mentali, Pat Peoples ha sviluppato una teoria sul bordo argenteo delle nuvole. Convintosi che la sua vita sia un film prodotto da Dio dall'inevitabile lieto fine, crede che la sua missione sia diventare fisicamente sano ed emotivamente stabile, e che alla fine arriverà l'happy end: l'inevitabile ricongiungimento con sua moglie Nikki. Ma quando Pat torna a vivere con i suoi genitori tutto è diverso: nessuno gli parla di Nikki; i suoi vecchi amici si sono tutti accasati; gli Eagles di Philadelphia hanno un nuovo stadio; il suo terapista arriva a consigliargli l'adulterio come terapia. A Pat sembra un mondo troppo difficile da vivere, dove nulla ha senso. E soprattutto: dov'è Nikki? Come fare a parlarle, a chiederle scusa per le cose terribili che le ha detto l'ultima volta che l'ha vista? E come riempire quel buco nero tra la litigata con Nikki e il ricovero nella clinica psichiatrica? Pat guarda il suo mondo con sguardo incantato, cogliendone solo il bello, e anche se tutto è confuso, trabocca di contagiosa positività, fino all'imprevedibile finale.

Recensione
Il lato positivo è un romanzo gradevole, ma non così spettacolare come credevo o come ho letto qua e là. La storia di base è originale e interessante, tuttavia quello che mi ha lasciato un po' perplessa è la struttura: ovviamente c'è una linea guida, e cioè la vita di Pat dopo essere uscito da una casa di cura e il suo incontro con Tiffany; intorno a questa però gravitano una serie di piccoli episodi, alcuni carini altri, francamente, piuttosto noiosi. Inoltre pensavo che, nel momento in cui Pat avesse recuperato la memoria e ricordato cosa era successo, la storia avrebbe assunto un nuovo ritmo, avrebbe avuto un cambiamento, e invece l'ho trovata monotona, piatta, anche là dove doveva rianimarsi.
Sicuramente il pezzo forte del romanzo sono i personaggi, ben caratterizzati, sia nei loro difetti che nei loro pregi. Quello che spicca di più e che più mi è piaciuto è Tiffany, sconclusionata e emotivamente instabile, ma con un'onestà e una sincerità disarmante. Pat invece, tolte le ossessioni, mi è sembrato solo un bambinone, anche in quei pochi flash back della sua vita pre "postaccio".
Una cosa che ho veramente odiato sono i continui riferimenti al football. All'inizio ho pensato fosse un'ossessione limitata a Pat, magari l'unico legame a cui aggrapparsi per avere un rapporto con il padre. Invece è un'ossessione generalizzata, e forse è per questo che mi è piaciuta molto Tiffany (che odia il football!). Le parti in cui vengono analizzate le partite, o in cui si parlava dei giocatori, sono state il vero zoccolo duro del romanzo: se le incontravo ( e capitava sempre!) la sera tardi, quando magari avevo un po' sonno, fisso mi addormentavo. Non ho capito esattamente il loro scopo: hanno un significato o sono solo quello che sono? Comunque le ho trovate noiose e un fastidiose. 
Riassumendo, ho trovato i personaggi più interessanti della storia, che ha dei tratti e degli elementi molto carini e interessanti, con anche una certa profondità, ma non abbastanza per farmi appassionare al racconto. Inoltre tutti i riferimenti al football hanno letteralmente ammazzato il mio entusiasmo iniziale.

Voto...




Per leggere la recensione del film Il lato positivo, diretto da David O. Russell, con Robert DeNiro, Bradley Cooper  e Jennifer Lawrence (per altro il dvd è in uscita il 4 settembre) cliccate sul link qui sotto..

... io l'ho visto, e voi?

Alla prossima
Eliza
La Biblioteca di Eliza
La Biblioteca di Eliza

Laura 35 anni. Blogger. Italy♥ Datemi un libro, un thè e una giornata piovosa, mi farete felice. Ogni libro è un'avventura incredibile e io voglio viverla! Voi no?

7 commenti:

  1. Non ho letto il romanzo e non ho visto il film... però devo dire che non mi attira più di tanto il romanzo, forse darò una chance al film ^^
    Bellissima questa rubrica a quattro mani complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Anche a me piace tanto!!
      Io, dopo aver letto il libro, ho visto anche il film...Il film non è niente male, forse un po' lento, ma è carino!

      Elimina
  2. Non ho visto il film e nemmeno letto il libro, a dire il vero non conoscevo questo romanzo, mi piace molto la trama, voglio proprio leggerlo, grazie per la bella recensione,
    A presto e buona serata.
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere di averti fatto scoprire un nuovo libro!^^

      Elimina
  3. A me il libro è piaciuto molto! Si, le parti sul football sono abbastanza noiose, ma almeno mi sono fatta una cultura di tifoseria americana! XD E poi il tutto è ben compensato dalle parti sulla danza per noi femminucce! XD

    RispondiElimina
  4. Ho visto il film e non ho il letto il libro... magari prossimamente lo recupero, anche se anch'io credo di non poter digerire le parti sul football ;)

    RispondiElimina
  5. Io ho guardato solo il film e mi era piaciuto abbastanza!:)

    RispondiElimina

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^