11 marzo 2014

"The Dark Hunt. I predatori oscuri" di Julia Sienna

Buona sera amici lettori!
Stasera nuova recensione! Il libro di cui vi parlerò è un fantasy assolutamente made in Italy, pubblicato da un giovane casa editrice molto interessante, la Gainsworth Publishing, che ringrazio ancora per avermi inviato copia del romanzo. E' il primo libro di una trilogia e si tratta di The Dark Hunt. I predatori oscuri di Julia Sienna.




The Dark Hunt. I prdatori oscuri (The Dark Hunt #1) 
di Julia Sienna 
Ed. Gainsworth Publishing 
pp. 608 
Ebook € 4,90
Cartaceo € 22,50
TRAMA
In un mondo futuro, ritornato agli albori della civiltà dopo l'autodistruzione della razza umana, la Magia vive nascosta all'occhio di chi non sa scorgerla, contribuendo in segreto a mutare le sorti delle Nuove Terre. Quando Oron lascia la locanda del Dragorosso per una battuta di caccia insieme al cugino, è convinto di essersi finalmente guadagnato un'occasione per rilassarsi e dimenticare tutti gli strani avvenimenti che, da un paio di giorni, avevano reso così particolare la sua tranquilla vita nella regione di Ford. L'arrivo di un misterioso cavaliere al villaggio e il diffondersi di voci sull'avvistamento di spaventose creature nelle foreste avevano trasformato le sue notti serene in incubi, ma Oron è deciso a lasciarsi tutto alle spalle, almeno per quel caldo pomeriggio di inizio autunno. Mai avrebbe pensato che, da quel giorno, la sua vita sarebbe cambiata per sempre e che da cacciatore si sarebbe trasformato in preda, diventando protagonista di un gioco sanguinario che continua da più di cinquecento anni.

RECENSIONE
In un mondo di urban fantasy, paranormal, distopici e chi più ne ha più ne metta si sta forse perdendo un po' di vista un genere invece da sempre tra i più interessanti e cioè il Fantasy, quello classico alla Tolkien per capirci. Questo libro ci riporta in pieno in questo genere, con forse un pizzico di novità che però non stona. Se a questo aggiungiamo che è un fantasy italiano non si può non dargli un'occasione.

La novità è che non siamo in un mondo parallelo ma in un futuro post apocalittico, in cui il mondo  è devastato da cataclismi e dalle guerre che li hanno seguiti, combattute tra Immortali e Oscuri (si, il caro vecchio scontro traa Bene e Male). Uno degli Oscuri,  Draug, il più malvagio di tutti, sopravvive ed è deciso a sterminare la razza umana, che vive un nuovo Medioevo. Contro di lui viene fondato l'ordine di Moran-dum e viene creata la Maledizione Perfetta, unica arma contro l'Oscuro. La Maledizione viene chiusa in un Medaglione e affidata ad un Portatore, Telassar. Solo i suoi eredi potranno usare il Medaglione e sconfiggere il male. Ad ogni nuova generazione di portatori si riapre la Caccia e il male cercarà e ucciderà l'Erede. Qui ha inizio il libro, in un piccolo villaggio dove vive Oron Grimford, erede di Telassar. On all'inizio non sa nulla, non sa chi è e non conosce il suo destino, ma presto, insieme al cugino Irie, sarà costretto a lasciare la sicurezza di casa per avventurarsi in un mondo di magia e creature fantastiche, alla ricerca del Medaglione. 

Lo ammetto, la mole del libro all'inizio mi ha intimorito, 600 e passa pagine non sono poche e il primo centinaio di pagine non mi hanno conquistata. Sono le pagine introduttive, quelle che ci fanno muovere i primi passi in un mondo nuovo e ci fanno conoscere i personaggi principali, quindi è normale che siano un po' meno fluenti. Però guardando quante ne mancavano un po' ho avuto paura. Continuando la lettura la storia invece ingrana e si fa molto interessante. Ci muoviamo sul filo de Il Signore degli Anelli per tutta la prima metà del romanzo, anzi alcuni punti me l'hanno ricordato molto, però questo non mi ha sconvolto più di tanto; essendo un fantasy alcuni elementi sono imprescindibili. 
Durante il racconto incontriamo tanti personaggi e tante situazioni diverse, fughe, assedi, attacchi, naufragi. Insomma, non ci si annoia mai. Il punto di vista cambia in continuazione. So che ad alcuni può dare fastidio, a me no, soprattutto per quanto riguarda libri molto corposi e complessi, perché da un'ampia visione di ciò che succede e spezza un po' la narrazione che altrimenti potrebbe risultare monotona. Quindi per me è assolutamente un po' a favore! 
La storia parte da un'idea semplice, cioè la lotta tra il bene e il male, ma prende corpo e si arricchisce di tanti elementi che ne fanno un racconto interessante e avventuroso che non annoia e porta ad andare avanti, anche se ogni tanto qualche descrizione un po' rallenta la lettura. Io mi sono divertita a leggerlo, grazie ai momenti di ironia punteggiati qua e là.

Passiamo ai personaggi. Quello che mi è piaciuto meno è proprio il protagonista, On. L'ho visto  troppo timoroso e dimesso, sempre un po' in secondo piano, come se si facesse solo trascinare dagli eventi senza essere veramente attivo. All'inizio lo capivo, è normale, ma proseguendo la lettura speravo diventasse un po' più forte. D'altra parte invece ho adorato Irie: è divertente, scanzonato, anche un po' un gradasso in alcuni frangenti, ma sempre leale, anche nei momenti più neri è l'ancora di salvezza di On, un punto di riferimento molto importante. 

Concludendo, se vi piace il genere Fantasy, quello classico, puro, questo libro fa per voi. E' divertente, avventuroso, con un pizzico di ironia che alleggerisce i momenti più tesi. Alcuni punti vi ricorderanno Il Signore degli Anelli, quindi vi sentirete a casa, altri vi stupiranno e vi faranno anche intenerire. Non spaventatevi, è lunghetto, ma non impiegherete molto a leggerlo. L'inizio è un po' più lento, ma tutta la parte finale scorre veloce e vi ritroverete all'ultima pagina già con la voglia di leggere il seguito!
Ah, un'ultima cosa: bellissima copertina!^^

Voto...





Alla prossima
Eliza
La Biblioteca di Eliza
La Biblioteca di Eliza

Laura 35 anni. Blogger. Italy♥ Datemi un libro, un thè e una giornata piovosa, mi farete felice. Ogni libro è un'avventura incredibile e io voglio viverla! Voi no?

4 commenti:

  1. Ce l'ho già in lista! Anche se devo dire che ora come ora mi ci vorrebbero due o tre settimane per leggerlo, dato che sono parecchio impegnata. Comunque è interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vuole un po' a leggerlo, io ci ho messo 2 settimane più o meno.Però ci vuole più tempo per la prima metà, la seconda corre veloce veloce! ;)

      Elimina
  2. Hai appena fatto salire nella lista dei desiderabili questo libro!
    Lo guardavo con diffidenza, ma quando ho visto che l'avevi recensito (sia lodata la rubrica Clock Rewinders), ho voluto conoscere la tua opinione. Mi fido: voglio leggerlo *.*

    RispondiElimina
  3. Dunque mi sono imbattuta oggi nel libro, mentre girovagavo. Poi ho detto ma questa copertina non mi è nuova e ho detto "Aspetta che vado da Laura", infatti avevo ragione. Laura, mi fido e quando ricarico la postepay anche questo libro sarà mio. Se no, il mio compleanno è vicino...

    RispondiElimina

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^