31 marzo 2014

Anteprima di... "Sweet Destiny" di Giovanna Mazzilli

Buona sera amici lettori!
Stasera voglio proprio cercare di finire le ultime 100 pagine de Il richiamo del cuculo, mi sta piccando molto, grazie anche all'impronta inconfondibile della sua autrice. Di questo però parleremo di nuovo tra qualche giorno, intanto vi volevo anticipare la nuova uscita della casa editrice Genesis Publishing, con la quale ho il piacere di collaborare. Il libro, che troverete in vendita a partire dal 15 aprile, è Sweet Destiny di Giovanna Mazzilli.


Sweet Destiny 
di Giovanna Mazzilli 
Ed. Genesis Publishing 
pp. 200 
Ebook € 3,50 
in uscita il 15 aprile 2014
TRAMA

La tranquilla vita di Charlotte è stravolta dalla perdita del suo lavoro. Per continuare ad aiutare i suoi genitori deve rimediare subito cercandone un altro, ma uno scontro inaspettato con il ragazzo dei suoi sogni darà una svolta alla sua esistenza. Eric, giovane poliziotto, entrerà nell’esistenza della protagonista grazie a una forza invisibile sospinta dal destino. Si creerà un legame speciale, ma la presenza di Caleb, comporterà una serie di vicissitudini. Quest’ultimo è innamorato da sempre di Charlotte ma lei non lo ricambia, inducendolo a sviluppare un’ossessione morbosa nei suoi confronti. I destini di Caleb, Charlotte ed Eric s’intrecceranno anche nel lavoro di quest’ultimo. Infatti, il giovane poliziotto sarà coinvolto in una missione segretissima sotto copertura in collaborazione con l’FBI, per sgominare un’organizzazione molto potente coinvolta nei traffici legati al riciclaggio di denaro sporco. Fra inaspettati colpi di scena e atti inconsulti generati da bieca follia, si dipanerà una storia d’amore e d’angoscia, in cui Eric dovrà mantenere il sangue freddo per risolvere un caso complicato e salvare la donna della sua vita.
Dove acquistare: su Amazon e Kobo Store.

Booktrailer:

Vi segnalo inoltre che domani 1 aprile inizia il blogtour dedicato al libro, QUI l'evento su Facebook con tutti i dettagli!

Alla prossima
Eliza

Continue Reading
2 commenti
Share:

Prossime Uscite #52

Buongiorno amici lettori!
Con un po' di ritardo (ma oramai mi conoscete, ci siete abituati...) ecco i libri che usciranno questa settimana in libreria e che più mi hanno incuriosito...E' il momento della rubrica Prossime Uscite!!


Irragiungibile. Rush of love 
di Abbi Glines 
Ed. Mondadori 
pp. 224 
Cartaceo € 14,90 
in uscita il 1 aprile 2014
TRAMA

Dopo la morte della madre, Blaire, diciannove anni, si ritrova sola, senza casa, soldi, né speranze per il futuro. Non le resta che raggiungere, controvoglia, il padre che l'ha abbandonata anni prima. Troverà invece una sorpresa in carne e ossa: Rush, l'affascinante e rude fratellastro, le farà scoprire un mondo nuovo, fatto di soldi, tentazioni e segreti. Il rapporto tra Blaire e Rush, all'inizio difficile, si trasforma in una potente attrazione, impossibile da contenere. Il loro legame li porterà ad abbandonare ogni tabù e a lasciarsi andare fino in fondo, ma anche a scoprire una verità che potrebbe dividerli per sempre.

Il nostro nido d'amore 
di Kate Forster 
Ed. Newton Compton 
pp. 352 
Ebook € 4,99 
Cartaceo € 9,90 
in uscita il 3 aprile 2014
TRAMA

Willow Carruthers è una donna bellissima, un’attrice di successo, un’icona di stile; ha persino vinto un Oscar. Dovrebbe essere felice e invidiata. Invece sta per affrontare un difficile divorzio perché suo marito Kerr è stato fotografato in atteggiamenti inequivocabili con due (due!) sorelle russe e per di più Willow ha appena scoperto di essere in bancarotta: da un momento all’altro la sua casa sarà pignorata e lei finirà in strada con i suoi tre figli. Anche Kitty, la tata, è disperata. Se perde il lavoro non saprà proprio cosa fare. Per fortuna lei e suo fratello hanno ereditato una casa di campagna vicino Bristol: Middlemist House. È un edificio vecchio e decrepito, ma forse lì le due donne potranno finalmente trovare un po’ di tranquillità e ovviare per qualche tempo ai problemi finanziari. E così Kitty, Willow e i bambini lasciano Londra per trasferirsi nelle campagne inglesi. Ma il loro isolamento durerà poco…
Io ho già preso il secondo, ma anche il primo mi incuriosisce... magari quando trovo uno sconto...

Alla prossima
Eliza


Continue Reading
1 commento
Share:

28 marzo 2014

Anteprima di... "Charlotte Collins" di Karen Aminadra


Buona sera amici lettori!
Oggi vi ho un po' abbandonato, ma ho passato la giornata con la mia amica Elisa che non vedevo da un po' di tempo, ne abbiamo approfittato per fare un giretto sulle colline tra Romagna  e Marche e per andare a mangiare in un posto molto carino in riva ad un fiumiciattolo incastrato tra i monti... Uno spettacolo!!

Questa sera, prima di buttarmi sui telefilm che si sono accumulati questa settimana, vi volevo presentare un libro che, beh, non potevo non proporvi. Ebbene si, torno a parlarvi di Jane Austen e di quella letteratura che negli ultimi anni è fiorita intorno ai suoi romanzi. Il libro è Charlotte Collins di  Karen Aminadra
 edito dalla To Be Continued (di cui ho già pubblicato la recensione della prima pubblicazione, La lettera di Mr Darcy di Abigail Reynolds). Charlotte Lucas, poi Collins, è un personaggio che in fondo pochi quasi notano in Orgoglio e Pregiudizio, quindi sono proprio felice che se ne parli. Questo libro molto probabilmente sarà uno dei miei auto regali di compleanno (si lo so, sono nata a settembre ma io guardo al futuro!! E poi non è mai troppo presto per iniziare una bella lista da posizionare negli angoli strategici di casa!^^). 


Charlotte Collins 
di Karen Aminadra 
Ed. To Be Continued 
pp. 242 
Cartaceo € 14,00
TRAMA

Conosciamo tutti le circostanze in cui il matrimonio tra Charlotte Lucas e Mr Collins ha avuto luogo. Un'unione senza amore nella quale entrambi hanno perseguito i propri interessi. L’autrice, in questo coinvolgente seguito di Orgoglio e Pregiudizio, ci porta a conoscere una Charlotte Collins più matura, oculata padrona di casa, moglie paziente e determinata, ma soprattutto una donna vivace e spiritosa ben diversa dal personaggio minore che ricordiamo. Ma può una donna così vivere una vita senza amore? Tra le pagine dei romanzi in cui si rifugia, viene a conoscenza di un sentimento intenso e appassionato, ben diverso da quello che la lega al marito. Inoltre, la signora Collins non potrà mai asservirsi a una donna prepotente e manipolatrice quale Lady Catherine de Bourgh. Tutto ciò porterà Charlotte a una serie di eventi che ne metteranno a dura prova la determinazione e il matrimonio e che ricorderanno anche quanto l’amore possa cambiare chiunque. «Dopotutto, ognuna merita un lieto fine, no?»

Dove acquistare: sul sito della casa editrice (http://www.becontinued.it)

Alla prossima
Eliza

Continue Reading
2 commenti
Share:

Libri in Tv #54

Ogni venerdì vi propongo la rubrica Libri in Tv con la quale pubblico una guida tv personalizzata per chi come me è amante dei libri. Vi segnalerò quindi i film e i telefilm basati o ispirati a libri che andranno in onda in settimana sul digitale terrestre (gratuito!). Ogni tanto vi proporrò poi qualche segnalazione extra che mi ha particolarmente colpita o incuriosita.



Vi ricordo inoltre che con Libri in Tv collaboro con il blog La Rassegna dei libri di Francesca: sul suo blog troverete il link che rimanda alla mia rubrica televisiva, sul mio troverete ogni settimana il link diretto alla sua rubrica Rassegna dei libri (QUItrovate tutti i link delle settimane precedenti).

*le informazioni e le trame dei film sono tratte dal sito www.mymovies.it e da Wikipedia.org
le immagini sono di proprietà di chi ne detiene i diritti

**********

Settimana dal 29 marzo al 4 aprile 2014:

Sabato 29 marzo
- Italia 1, ore 21:10
Le cronache di Narnia. Il principe Caspian, di Andrew Adamson. Con Ben Barnes, William Moseley, Anna Popplewell, Skandar Keynes, Georgie Henley. Titolo originale The Chronicles of Narnia: Prince Caspian. Fantastico, durata 140 min. - USA, Gran Bretagna 2008.

Dal libro di C. S. Lewis.

Peter, Edmund, Susan e Lucy a un anno di distanza dagli avvenimenti che li videro divenire regnanti di Narnia frequentano la scuola nella Gran Bretagna impegnata nella Seconda Guerra Mondiale. Un giorno il richiamo del corno li proietta nuovamente nel mondo magico che ben conoscono o, meglio, che credono di conoscere. Perché un anno dei nostri equivale a milletrecento anni in quelle terre in cui, nel frattempo, tutti gli abitanti di Narnia sono stati uccisi o costretti a nascondersi a causa dell'invasione del popolo dei Telmarini. I quali in questo momento avrebbero un legittimo erede al trono, il principe Caspian, il quale è costretto alla fuga perché lo zio, Lord Miraz, vuole ucciderlo per conquistare il potere da cedere in futuro al suo primogenito appena nato. I quattro fratelli Pevensie, aiutati dai sopravvissuti discendenti degli abitanti di Narnia, si mettono in azione per contrastare Miraz e i suoi uomini. Ma non c'è più il leone Aslan al loro fianco o, perlomeno, non lo si vede.

- Rai 2, ore 21:50
Elementary, 2 stagione, di Michael Cuesta. Con Jonny Lee Miller, Lucy Liu, Aidan Quinn, Manny Perez, Liam Ferguson. Formato Film TV, Titolo originale Elementary. Drammatico, durata 60 min. - USA 2012.

Liberamente ispirato ai romanzi di Arthur Conan Doyle.






Domenica 30 marzo
- Iris, ore 16:30
Ritratto di signora, di Jane Campion. Con Nicole Kidman, John Malkovich, Barbara Hershey, Mary-Louise Parker, Shelley Duvall. Titolo originale The Portrait of a Lady. Drammatico, durata 144' min. - USA 1996.

Dal romanzo di Henry James.

Giunta in Inghilterra al seguito di una ricca zia (Winters), la giovane americana Isabel Archer (Kidman) si ritrova, alla morte dello zio (Gielgud), erede della metà del suo patrimonio e parte per l'Italia, dopo aver rifiutato più di una domanda di matrimonio per non perdere la libertà. A Firenze s'innamora di Gilbert Osmond, raffinato e colto snob che la sposa per denaro.

- Rai 3, ore 23:05
Masterpiece, ultima puntata, con Giancarlo De Cataldo, Andrea De Carlo e Taiye Selasi. Talent show.




- Rete 4, ore 23:15
La giuria, di Gary Fleder. Con John Cusack, Gene Hackman, Dustin Hoffman, Rachel Weisz, Bruce McGill. Titolo originale Runaway jury. Drammatico, durata 127 min. - USA 2003.

Dall'omonimo romanzo di John Grisham.

New Orleans. Una giovane vedova intenta un processo contro una potente società d'armi che ritiene responsabile dell'omicidio di suo marito. Una causa difficile da vincere ma alla quale crede il suo avvocato Rohr (Dustin Hoffman). E' altrettanto convinta di vincere la parte avversaria grazie ai metodi poco ortodossi del consulente Fitch (Gene Hackman) per selezionare la giuria perfetta frugando negli angoli più nascosti della vita dei potenziali giurati. Con la complicità di Nick Easter (John Cusack) selezionato nella giuria, si intromette una donna misteriosa Marlee (Rachel Weisz) che propone alle 2 parti di 'vendere' loro la giuria ad un prezzo però altissimo. 

Lunedì 31 marzo
- Rai Movie, ore 10:35
Il conte di Montecristo, di David Greene. Con Tony Curtis, Trevor Howard, Richard Chamberlain, Taryn Power, Kate Nelligan Titolo originale The Count of Monte Cristo. Avventura, durata 120' min. - Gran Bretagna1975.

Ispirato al romanzo di Alexandre Dumas.






Martedì 1 aprile
- Rai Movie, ore 21:15
La kryptonite nella borsa, di Ivan Cotroneo. Con Valeria Golino, Cristiana Capotondi, Luca Zingaretti, Libero de Rienzo, Luigi Catani. Commedia drammatica, durata 98 min. - Italia 2011.

Dal romanzo omonimo di Ivan Cotroneo.

Napoli, 1973. Peppino è il più giovane membro della famiglia Sansone. Neanche dieci anni, l'onta di una forte miopia giovanile e un'ammirazione per lo strambo cugino che crede di essere Superman. In seguito alla sua morte, il piccolo Peppino comincia a immaginarne la presenza, e di questo supereroe fantasma dal naso aquilino e dal forte accento napoletano fa il suo unico amico fidato. Quando la madre Rosaria entra in depressione dopo aver scoperto che il marito la tradisce, sarà infatti lui, più che i due zii giovani e incoscienti o i tre piccoli pulcini donati dal padre fedifrago, a insegnargli come trovare il proprio posto nel mondo.

- La7, ore 23:30
Sex and the city, 1 stagione, di Susan Seidelman, Alison MacLean, Nicole Holofcener, Michael Fields, Darren Star, Matthew Harrison. Con Sarah Jessica Parker, Kim Cattrall, Kristin Davis, Cynthia Nixon, Chris Noth. Formato Serie TV, Commedia, durata 27 min. , numero episodi: 12. - USA 1998.

Ispirato al romanzo di Candance Bushnell.

Prendete la New York gaudente e scintillante di fine anni Novanta. Quella del Village, di Park Avenue e della Quinta, tra inaugurazioni di mostre, party alla moda, boutique esclusive in cui fare incetta di scarpe Manolo Blanhik. E fate muovere in questo universo dorato quattro trentenni single benestanti e affermate, decise a vivere le relazioni con gli uomini in maniera indipendente, spregiudicata e, perché no, un tantino cinica. Il risultato è la prima stagione di Sex and the City.

Venerdì 4 aprile
- La5, ore 21:10
The vampire diaries, 3 stagione, di Marcos Siega. Con Ian Somerhalder, Nina Dobrev, Paul Wesley, Kayla Ewell, Katerina Graham. Formato Serie TV, Horror, - USA 2009.

Dai romanzi di Lisa J. Smith.

Quattro mesi dopo il tragico incidente automobilistico che ha ucciso i suoi genitori la 17enne Elena Gilbert e il fratello di 15 anni Jeremy stanno cercando di affrontare il dolore e andare avanti con le loro vite. Elena è sempre stata bella, popolare coinvolta nelle attività scolastiche e con molti amici ma adesso deve cercare di nascondere la sua sofferenza al mondo. Quando comincia l'anno scolastico Elena e i suoi amici rimangono affascinati dal misterioso e bellissimo nuovo studente, Stefan Salvatore. Stefan ed Elena sono immediatamente attratti l'uno dall'altra e Elena non ha assolutamente idea che il ragazzo sia un vampiro centenario che cerca di vivere in pace tra gli esseri umani mentre suo fratello Damon è l'incarnazione della violenza e della brutalità dei vampiri. I due vampiri, uno buono e l'altro cattivo sono in guerra per l'anima di Elena e dei suoi amici, della sua famiglia e di tutti gli abitanti della piccola città di Mystic Falls in Virginia.

- Rai 2, ore 23:35
Under the dome, 1 stagione, di Niels Arden Oplev. Con Colin Ford, Natalie Martinez, Alex Koch, Jolene Purdy, Nicholas Strong. Formato Serie TV, Thriller, - USA 2013.

Dal romanzo di Stephen King.

La vicenda è incentrata su alcuni personaggi che improvvisamente scoprono che la loro cittadina nel Maine è completamente isolata dal resto del mondo a causa di un inspiegabile campo magnetico che gli impedisce ogni contatto col mondo esterno a parte quello visivo. Una vera e propria trappola per topi.

Alla prossima
Eliza

Continue Reading
1 commento
Share:

27 marzo 2014

Chi ben comincia... #62

Chi ben comincia... è la rubrica, creata da Alessia del blog Il profumo dei libri, con la quale vi presento l'incipit di un libro preso a caso dalla mia libreria. Ecco le regole della rubrica:



- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria (io prenderò il libro che ho in lettura, ma voi sentitevi liberi di prendere quello che volete!)
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti

**********
Buon pomeriggio a tutti!
Questa settimana non vi proporrò l'incipit del libro che sto leggendo, ma quello del libro che ho appena ultimato. Questo perché quello de Il richiamo del cuculo ve l'ho già proposto non appena ho acquistato il libro. Quindi, ecco a voi l'inizio di Quattro cuori e un matrimonio di Stephanie Bond (che vdi ricordo esce in libreria proprio oggi!)...

Annabelle Coakley sollevò il panino che aveva già addentato per far posto alla pila di documenti che teneva in mano Michaela, la sua assistente, e si passò la cornetta del telefono da un orecchio all’altro. «Mi piacerebbe molto fare due chiacchiere, mamma, ma ora sono proprio sommersa dalle carte.»
Mike indicò l’orologio e mormorò ad Annabelle che avrebbe dovuto essere in tribunale entro venti minuti. Annabelle alzò un dito. «Posso richiamarti stasera?»
Si percepì un sospiro di fastidio attraverso la cornetta. «Stasera ho il corso di ballo. Non ti tratterrò a lungo, ti ho chiamata solo per dirti che sto per sposarmi.»
Annabelle smise di fare cenni alla sua assistente e avvicinò di più la cornetta all’orecchio. «Tu stai per fare cosa?»
«Sposarmi.»
Le sembrò che le stesse per scoppiare la testa. «Aspetta un attimo, mamma.» Coprì con la mano il microfono del telefono e indicò a Mike i documenti che le occorrevano in tribunale, poi le fece cenno di lasciare il minuscolo ufficio. Appena la porta si chiuse, tolse la mano e disse, ridendo: «Con tutto il caos che c’è qui, devo aver frainteso, ho pensato che tu avessi detto che...» continuò a ridere più forte «stai per sposarti.»
Scosse la testa. Era assurdo che la sua dolce mammina, vedova, potesse prendere in considerazione un’idea così sconsiderata.
«È così, tesoro. Sto per sposarmi.»
Annabelle si fermò a riflettere e afferrò un tagliacarte dalla sua scrivania. «Con Melvin?»
«Si chiama Martin, tesoro. Martin Castleberry.»
«La star del cinema in pensione?»
Sua madre sospirò e Annabelle desiderò aver ereditato la sua pazienza. «Per quelli della mia generazione, è una leggenda.»
Conficcò il tagliacarte nella copertina di sughero del suo calendario da tavolo. «Ma lo conosci solo da... quanto? Tre settimane?»
«Otto.»
«Che è quasi il numero di volte che è stato sposato.»
Un altro sospiro. «Questo sarà il sesto matrimonio di Martin.»
«Sei, otto... dopo un po’, perché perdere tempo a contare?»
«Sii gentile, tesoro.»
Avrebbe voluto urlare dall’esasperazione. «Mamma, come puoi sposare un uomo che conosci da due mesi appena?»
«Tesoro, Martin e io abbiamo capito di essere fatti l’uno per l’altra già dopo due ore.»
«Ma... ma...» Cercò delle argomentazioni convincenti, poi si lasciò sfuggire quella più vicina al suo cuore. «Ma è passato così poco tempo da quando papà ci ha lasciate.»
Le parole rimasero sospese nel silenzio e, nonostante Annabelle fosse dispiaciuta per il momento che aveva scelto, non era pentita di averglielo detto. Alla fine Belle si schiarì piano la voce. «Tuo padre è morto da due anni, Annabelle. Mi sento sola.»
Le si spezzò il cuore e il senso di colpa la avvolse come un mantello di lana ispida. «Allora vieni a Detroit per una breve vacanza.»
Sua madre sospirò, contrariata. «L’ultima volta che sono venuta a trovarti, ho avuto l’impressione di rubarti del tempo prezioso. Hai molte responsabilità.»
Annabelle ripensò a un giorno che avevano dedicato allo shopping e, in effetti, il suo telefono aveva squillato almeno una ventina di volte. Chiuse gli occhi mentre il rammarico continuava a crescere. «Allora verrò ad Atlanta più spesso.»
«Sai che mi piacerebbe vederti sempre. Speravo che potessi venire per la cerimonia.»
Il cuore di Annabelle cominciò a battere più forte. «Avete già fissato la data?»
«Sabato prossimo!» esclamò sua madre.
«Tra otto giorni?»

Alla prossima
Eliza



Continue Reading
2 commenti
Share:

26 marzo 2014

"Quattro cuori e un matrimonio" di Stephanie Bond

Buongiorno amici lettori!
Oggi pomeriggio chiudo la Biblioteca e vado  a Ravenna per vedere la presentazione del libro sullo studio di una chiesa. Vi ha partecipato una mia cara amica e quindi vado a fare un po' di supporto e di tifo!^^ Spero solo che il tempo regga...

Intanto vi lascio con la recensione della mia ultima lettura, Quattro cuori e un matrimonio di Stephanie Bond, gentilmente inviatomi dalla Leggereditore (Grazie!! *.* ), che sarà in libreria a partire da domani 27 marzo (mentre è già disponibile in ebook). 


Quattro cuori e un matrimonio 
di Stephanie Bond 
Ed. Leggereditore 
pp. 218 
Ebook € 3,99 
Cartaceo € 5,90
TRAMA

Annabelle Coackley è una giovane avvocatessa in carriera, assai preoccupata per il fatto che sua mamma, vedova e un po ingenua, sta per sposarsi con un vecchio attore, famigerato per aver già ben cinque matrimoni alle spalle. Eppure la madre è innamoratissima e vuole persino che lei faccia da damigella!Ma Annabelle non ha nessuna intenzione di rassegnarsi a questidea e si precipita ad Atlanta per salvare sua madre dalle grinfie di quel Casanova da strapazzo. Ma non ha messo in conto che anche il futuro sposo ha un figlio, Clay, che come lei si oppone con decisione alle nozze temendo che il padre sia caduto nella trappola di una cacciatrice di dote.Certo, i loro punti di vista non coincidono affatto, ma Annabelle e Clay hanno ora lo stesso obiettivo: fermare il matrimonio a ogni costo. E tra dispetti, equivoci, battibecchi e baci rubati, questa missione li unirà molto più del previsto…

RECENSIONE
Finita la seconda lettura di Allegiant avevo bisogno di riconciliarmi col lato più solare del modo. Nonostante il libro mi sia piaciuto molto, avevo bisogno di qualcosa di più leggero e che mi facesse sorridere. Quindi la mia scelta per la successiva lettura è caduta su un libro che mi era arrivato da poco e che uscirà in libreria domani, Quattro cuori e un matrimonio di Stephanie Bond.

La storia è semplice e rilassante: al grido "Questo matrimonio non s'ha da fare" Annabelle corre a casa della madre, vedova, per fermarla e dissuaderla dall'idea di sposare Martin, ex divo del cinema e noto playboy al suo sesto matrimonio. Dall'altra parte anche Clay, figlio di Martin, vuole fermare il padre, convinto che Annabelle e sua madre puntino solo ai suoi soldi.

Questo libro è una simpatica commedia degli equivoci, divertente e spensierata, incentrata su i due protagonisti. Annabelle è un giovane avvocato divorzista, convinta che il matrimonio non faccia per lei e tanto meno per la madre. Ha perso suo padre da qualche anno e vive nel ricordo suo e dei momenti passati con lui. Ho trovato il suo personaggio veramente delizioso, simpatica e tremendamente goffa, ma con una mente brillante; sa quello che vuole e cerca di raggiungerlo; è un personaggio positivo e solare, di quelli che si imbarazzano e che fa tenerezza nei momenti difficili. Clay è un po' un orso, bellissimo, affascinante, ma anche scorbutico; il suo rapporto con il padre è difficile e soprattutto si nota una fredda distanza tra i due; il suo carattere e il suo passato lo fanno essere terribilmente sospettoso, in particolare nei confronti di Annabelle e della madre: fino alla fine si ostina, nonostante i suoi sentimenti, a vedere qualcosa di cattivo in entrambi. Clay è un ragazzo da sogno e non facevo che sorridere ogni volta che Annabelle lo chiama Mr. Perfezione, perché è così che me lo sono immaginato, bello, alto, con i capelli a posto anche in piena tormenta di vento, denti splendenti, vestito sempre come richiede l'occasione; tuttavia, nei momenti in cui la storia viene narrata dal suo punto di vista, incontriamo una persona tutt'altro che perfetta, con i suoi dubbi e le sue insicurezza, a volte quasi capriccioso nel suo impuntarsi sulle cose.

La storia è in se semplice e con un immancabile lieto fine, narrata con freschezza e in maniera scorrevole e assolutamente piacevole. I momenti divertenti si susseguono uno dopo l'altro, arricchiti da una forte vena romantica e da sprazzi di sensualità (ma niente di osé...). Avrei forse voluto vedere un pochino di più i genitori dei due protagonisti, che rimangono sempre un po' sullo sfondo.

E' un libro perfetto per farsi una bella risata e per sognare un po'!

Voto...



Alla prossima
Eliza



Continue Reading
1 commento
Share:

W...W...W...Wednesdays #66

W...W...W...Wednesdays è la rubrica, ideata dal blog Should Be Reading, con cui vi tengo aggiornati sulle mie letture, quelle presenti, passate e future. Ogni settimana risponderò a queste tre domande:


  1. What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
  2. What did you recently finish reading? (Qual'è il libro che hai appena finito di leggere?)
  3. What do you think you'll read next? ( Quale sarà la tua prossima lettura?)

**********

1. What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
Il richiamo del cuculo di Robert Galbraith



2. What did you recently finish reading? (Qual'è il libro che hai appena finito di leggere?)
Quattro cuori e un matrimonio di Stephanie Bond



3. What do you think you'll read next? ( Quale sarà la tua prossima lettura?)
St. Jillian Carol. Racconti di Natale di Marika Cavaletto e Chiara B. D'Oria



Alla prossima
Eliza

Continue Reading
5 commenti
Share:

24 marzo 2014

And the winner is... "Pasticcini a colazione" di Irene Pastorelli

Buongiorno amici lettori e buon lunedì!
Iniziamo questa nuova settimana con un post speciale. Partiamo con un antefatto, tanto tanto tempo fa in una galassia lontana lontana....


Scherzetto!!

No dai, torno seria, o quasi... Qualche mese fa, a novembre mi pare, vi avevo segnalato l'uscita del libro You & Me di Valentina F. per Leggereditore e il relativo contest che la casa editrice aveva avviato in occasione del lancio del romanzo (QUI il post dedicato). Per partecipare bisognava inviare un racconto breve in cui raccontare l'appuntamento galante più emozionante o come sognate di incontrare il vostro principe azzurro. L'altro giorno mi ha contatta la vincitrice del contest chiedendomi di presentarvi il suo racconto che, vi ricordo, trovate anche alla fine dell'edizione ebook del romanzo di Valentina F. Ora, bando alle chicchere, il racconto vincitore del contest è risultato...

Pasticcini a colazione di Irene Pastorelli

Per leggere il racconto potete andare sul blog della Leggereditore e leggere e/o scaricare il PDF cliccando su LEGGI IL RACCONTO (a questo indirizzo http://www.fanucci.it/blogs/leggereditore/12724613-racconto-vincitore-di-you-me). 
Io l'ho letto e l'ho trovato molto divertente e ben scritto, con una protagonista simpatica e un po' goffa che non si può non amare!^^

Faccio tante congratulazioni a Irene e un grosso in bocca al lupo per il futuro, anche perché sta scrivendo un romanzo e altri racconti e quindi sono sicura che sentiremo ancora parlare di lei!! 

Alla prossima
Eliza

Continue Reading
Nessun commento
Share:

23 marzo 2014

"Allegiant" di Veronica Roth... Come finisce una trilogia

Buona sera amici lettori!
Questa non sarà una recensione. No! Fermi! Non cliccate su "chiudi pagina" o "elimina questo blog dalla faccia della Terra". Diciamo che sarà una recensione particolare (*fiù, salvata in corner*). Io infatti una recensione di Allegiant di Veronica Roth l'ho già fatta in occasione della sua uscita negli USA (potete leggerla QUI) e quindi non vorrei ripetermi. Tuttavia avendolo letto anche in italiano (e vorrei ringraziare la De Agostini che gentilmente me ne ha fornita una copia anche qualche giorno prima dell'uscita in libreria, ma per qualche problemino di tempo non sono riuscita a fare la recensione prima, scusate!) vorrei condividere con voi qualche mio pensiero. E quindi? Ci facciamo una partita a Monopoli? No. Stavo pensando di usare questo post per parlarvi nuovamente del libro, che ovviamente ad una seconda lettura mi ha lasciato qualche riflessione in più, ma anche per tirare un po' le somme della trilogia in se visto che si è conclusa. 


Allegiant (Divergent #3) 
di Veronica Roth 
Ed. DeAgostini 
pp. 538 
Ebook € 8,99 
Cartaceo € 14,90
TRAMA

La realtà che Tris ha sempre conosciuto ormai non esiste più, cancellata nel modo più violento possibile dalla terrificante scoperta che il "sistema per fazioni" era solo il frutto di un esperimento. Circondata solo da orrore e tradimento, la ragazza non si lascia sfuggire l'opportunità di esplorare il mondo esterno, desiderosa di lasciarsi indietro i ricordi dolorosi e di cominciare una nuova vita insieme a Tobias. Ma ciò che trova è ancora più inquietante di quello che ha lasciato. Verità ancora più esplosive marchieranno per sempre le persone che ama, e ancora una volta Tris dovrà affrontare la complessità della natura umana e scegliere tra l'amore e il sacrificio.

RECENSIONE
Eh già, è finita! La serie ideata da Veronica Roth si è conclusa. Con Allegiant termina una delle trilogie distopiche che più mi è piaciuta e che più mi ha appassionato.
Tra le sue pagine ho trovato di tutto, amore, fughe, sparatorie, veleni, e soprattutto due personaggi che mi hanno fatto innamorare per la loro passione e per la loro tragicità. Tobias e Tris sono destinati a stare insieme e anche nei loro momenti più neri si sente il forte legame che li unisce.

Rileggendo il libro in italiano ho potuto apprezzare ancora di più il ruolo, e soprattutto la profondità, di Tobias. Il suo alla fine per me è risultato un personaggio ancora più complesso di Tris. In lui vivono tante nature, come tante fazioni una volta costituivano Chicago. A questo vanno aggiunti tanti altri elementi: l'odio/amore nei confronti dei genitori, il desiderio di sentirsi diverso ma contemporaneamente uguale agli altri, la sua voglia di andare avanti. Tutti questi elementi me l'hanno fatto vedere in alcuni momenti quasi come un ragazzino, spavaldo e insicuro.
Tris è invece il personaggio che nel corso dei tre libri ha fatto il cambiamento più evidente. Nell'ultimo romanzo non è solo una ragazza forte e coraggiosa, è decisa, quasi fredda in alcuni momenti. Non so, a volte mi ha dato sui nervi il suo  modo di fare, soprattutto nei confronti di Tobias.

La storia è un continuo alternarsi di problemi e di cambiamenti di fronte, come gli amici che si alternano ai nemici. Una cosa che mi è piaciuta è l'idea che non ci sia semplicemente un fronte in cui schierarsi, non ci sono buoni assolutamente buoni. E questo non dipende dalla società o dalla genetica, ma dalle scelte e dal libro arbitrio di ogni uomo o donna.
Del finale si è parlato e stra parlato e sapete che a me è piaciuto. Anzi, posso dirvi che è il miglior finale che per me la Roth poteva darci. Certo, è un finale difficile, ma molto bello e coerente. E' in realtà anche un finale che lascia la speranza di un futuro migliore, con l'idea che dopo la tempesta spunti un raggio di sole. La tragedia e la speranza... Lo ridico, è una fine perfetta e naturale per i tre libri.

La serie di Divergent è stata per me una bellissima scoperta. Ha una storia magnetica e dei protagonisti che non possono lasciare indifferenti. A questo va aggiunto anche un aspetto più profondo, il mistero della natura umana: quanto le nostre azioni sono dovute alla società che ci circonda, quanto alla nostra natura, quanto alle nostre scelte. Caleb, Peter, Al, la stessa Tris, compiono azioni terribili... di chi è la colpa? Loro? Di chi ha deciso l'esperimento? Di un piccolo gene? Di tutte queste cose messe insieme? Di nessuna? Quando un libro nato con lo spirito del puro intrattenimento arriva a farmi pensare queste cose, beh per me è molto più che un libro semplicemente riuscito! Mi mancherà questa serie!

Voto...

ma anche mille!!!

Alla prossima
Eliza

Continue Reading
Nessun commento
Share:

Prossime Uscite #51

Buongiorno amici lettori!
A quanto pare questa sarà una domenica di pioggia. Il modo migliore per affrontarla? Pigiama (rosa), calzettoni (rosa), capelli legati, un bel libro e/o un film... Non sarò in uno dei miei abbinamenti migliori ma sto comoda ed è questo che conta! Intanto guardiamo un po' cosa uscirà in libreria questa settimana, è il momento di.... Prossime Uscite!


Un giorno, forse 
di Lauren Graham 
Ed. Sperling & Kupfer 
pp. 376
Ebook € 9,99
Cartaceo € 17,90 
in uscita il 25 marzo 2014
TRAMA

Quante volte Franny Banks, passeggiando sulla Fifth Avenue con gli anfibi e l'uniforme da cameriera, si è detta: un giorno, forse, camminerò su questa strada con i tacchi alti e una borsa firmata. Quando è arrivata a New York, aspirante attrice e aspirante molte altre cose, Franny aveva un piano: sfondare nel cinema entro tre anni. Ora ne sono passati due e mezzo e le cose non stanno andando come aveva sperato. Finché un giorno, durante una produzione della sua scuola di recitazione, cade rovinosamente sul palco... Sembra la fine della sua carriera mai iniziata, e invece sarà il punto di svolta. Tra esilaranti avventure sul set, coinquilini bizzarri, provini assurdi e un amore inatteso, Franny scoprirà che la vita non è un film. E, tutto sommato, meno male!


Giochi d'ombra 
di Charlotte Link 
Ed. Corbaccio 
pp. 550 
Ebook € 9,99
Cartaceo € 18,60 
in uscita il 27 marzo 2014
TRAMA

Cinque persone diverse riconoscono come responsabile delle loro disgrazie un unico uomo: David Bellino. Ricco, senza scrupoli e senza amici. Eppure da ragazzo questi erano i suoi amici. Ma adesso è arrivata l'ora della resa dei conti. Insieme, i cinque cercano di interrompere il circolo vizioso che li tiene legati al passato. Sono mossi dalla speranza di dissipare le ombre dei ricordi e di liberarsi di pericolose relazioni sentimentali e oscuri segreti. Soprattutto sono convinti che con la morte di David potranno finalmente ricominciare a vivere. Tutti hanno un movente.


Quattro cuori e un matrimonio 
di Stephanie Bond 
Ed. Leggereditore 
pp. 219 
Ebook € 3,99 
Cartaceo € 5,90 
in uscita il 27 marzo 2014
TRAMA

Annabelle Coackley è una giovane avvocatessa in carriera, assai preoccupata per il fatto che sua mamma, vedova e un po ingenua, sta per sposarsi con un vecchio attore, famigerato per aver già ben cinque matrimoni alle spalle. Eppure la madre è innamoratissima e vuole persino che lei faccia da damigella!Ma Annabelle non ha nessuna intenzione di rassegnarsi a questidea e si precipita ad Atlanta per salvare sua madre dalle grinfie di quel Casanova da strapazzo. Ma non ha messo in conto che anche il futuro sposo ha un figlio, Clay, che come lei si oppone con decisione alle nozze temendo che il padre sia caduto nella trappola di una cacciatrice di dote.Certo, i loro punti di vista non coincidono affatto, ma Annabelle e Clay hanno ora lo stesso obiettivo: fermare il matrimonio a ogni costo. E tra dispetti, equivoci, battibecchi e baci rubati, questa missione li unirà molto più del previsto…Una commedia romantica al suo meglio: divertente, deliziosa, irresistibile. “Un’immaginazione selvaggia e incredibilmente sexy!” Larissa Ione


Una ragione per restare 
(Il nostro segreto universo Trilogy #2)
di Rebecca Donovan 
Ed. Newton Compton 
pp. 398 
Ebook € 4,99 
Cartaceo € 9,90 
in uscita il 27 marzo 2014
TRAMA

Tutti a scuola conoscono il segreto di Emma Thomas. Il suo silenzio l’ha portata a un passo dalla morte, ma adesso è tutto finito e nessuno potrà più farle del male. Ora Emma può riprendere in mano la sua vita, circondata dall’affetto della sua grande amica Sara e dall’amore di Evan, che le è stato sempre accanto. Di notte però gli incubi non smettono di tormentarla, e quando sua madre torna a cercarla, Emma scopre che il passato non si può cancellare e che certe ferite sono indelebili. Solo una persona riesce a darle la tranquillità di cui ha bisogno: un ragazzo solitario e misterioso che sembra capirla meglio di tutti, più di quanto possa fare il suo amato Evan…

Anche questa settimana tante belle uscite! Io ho appena appena iniziato Quattro cuori e un matrimonio e sembra divertente, ma poi vi dirò, e poi vorrei prendere il secondo libro della Donovan visto che ho già il primo da leggere (non so se aspettare anche l'uscita del terzo per iniziare la trilogia...) e Un giorno, forse che mi incuriosisce molto! E voi?

Alla prossima
Eliza


Continue Reading
Nessun commento
Share:

22 marzo 2014

Anteprima di... "Fenix, la lunga notte" di Chiara Mineo e Esmeralda Piccione

Buon pomeriggio amici lettori!
Buon sabato a tutti! Cosa avete fatto di bello o cosa farete? Visto che il tempo si è fatto brutto, io sono semplicemente andata a fare la spesona settimanale, con annesso giretto in libreria, ma... udite udite... non ho comprato nuovi libri! Aspetto che vi riprendiate un po'... volete un po' d'acqua? Un biscotto che vi da un po' di energia?... Il motivo è che devo veramente smettere, ho finito il posto sul comodino! Ma una sbirciatina l'ho data lo stesso e ho notato una cosa che mi ha fatto piacere: con l'uscita di Allegiant ovviamente sono rispuntati i primi due libri della serie in maniera massiccia (alte pile ondeggianti!); il primo è uscito in una nuova edizione per il film ma non ha la copertina con la locandina del film, ha la sua sovracopertina solita e un'altra sovrecopertina con la locandina del film! Idea geniale per avere tutta la serie uguale! 

Oggi pomeriggio vi vorrei presentare un nuovo libro segnalatomi dalle sue autrici, si tratta, come da titolo, di Fenix, la lunga notte di Chiara Mineo e Esmeralda Piccione...


Fenix, la lunga notte 
di Chiara Mineo e Esmeralda Piccione 
Ed. Editrice GDS 
pp. 385 
Ebook € 0,99 
Cartaceo € 18,00
TRAMA

Amy, una ragazza forte e decisa, scopre che qualcosa in lei è cambiato durante uno strano sogno. Non solo il suo aspetto è mutato rendendola straordinariamente bella, ma ha anche acquisito poteri indomabili. Costretta ad abbandonare la sua famiglia e gli amici, intraprenderà un nuovo cammino per scoprire cosa ha stravolto la sua vita, ma quando incontra Thomas la sua vita prende una piega inaspettata e pericolosa. Dalla pallida pelle, gli occhi azzurri come il ghiaccio che emanano un profondo senso di solitudine, Thomas avrà il compito di proteggerla da creature pericolose che bramano sete del suo sangue. Sì, perché la povera Amy è diventata lo scrigno custode dellaraba Fenice, una creatura che il Signore Oscuro da secoli cerca di conquistare per ottenere i suoi mistici poteri. La Fenice potrà considerarsi salva, solo quando avrà fatto ritorno nel Giardino dellEden, ma per far si che Amy ritorni alla sua normale vita da liceale, lei e Thomas dovranno trovare i quattro elementi che apriranno il portale verso lEden. Aiutati da un Incubo di nome Raynols, da Vian, un elfo la cui stirpe si è ormai estinta, Morgan una vampira spietata e Athos un mago intrappolato nel corpo di una tigre, questo straordinario gruppo dovrà adempiere al ruolo di custode della Fenice. Ma qualcosa sembra ostacolarli. Thomas, dietro quella bellezza mozza fiatante tanto da sembrare irreale, nasconde profondi segreti. Di natura vampiresca, Thomas infatti appartiene alla stirpe dei Dhampiri, nato da madre umana e padre vampiro, ma qualcosa di oscuro lo lega al Signore Oscuro. Tra Amy e Thomas nasce unamicizia destinata a trasformarsi in unattrazione travolgente. Nonostante sia per metà vampiro, Amy sa che può fidarsi di Thomas, ma più si avvicina a lui più si rende conto che qualcosa non va. I profondi segreti di Thomas travolgeranno la piccola Amy che si troverà a lottare per la sua stessa vita. La prima a compiere il peccato originale fu Eva seguita da Adamo che per la loro bramosia condannarono tutte le creature dellEden. Può un cuore spezzato dopo tanti secoli ricompiere lo stesso peccato? Lamore di Thomas salverà Amy dal peccato originale? Daltronde la morte è solo una transizione!
Dove acquistare: il cartaceo può essere acquistato sul sito della casa editrice (QUI), l'ebook su lafeltrinelli.it (QUI). 


Booktrailer:



Alla prossima
Eliza

Continue Reading
Nessun commento
Share:

21 marzo 2014

Doppelganger Blog Tour - Terza tappa: Party Time

Buongiorno amici lettori!!
Benvenuti alla terza tappa del Doppelganger Blog Tour, creato in occasione dell'uscita del libro Doppelganger di Cristina Petrini e Valeria Cosentino, edito dalla Genesis Publishing. 
Prima vi ricordo le altre tappe del tour...



1° Tappa presso "The Bookworms" - Doppelgänger Mistery (7 Marzo)

2° Tappa presso "Le Passioni di Brully" - Invite You (14 Marzo)

3° Tappa presso "La Biblioteca di Eliza" - Party Time (21 Marzo)

4° Tappa presso "Genesis Publishing Blog" – Irreparable (28 Marzo)

... e le regole per poter vincere una copia digitale del libro...

- mettere MI PIACE alla pagina L’Angolo di Goethe (ove a ogni tappa verrà creato l’evento della successiva) https://www.facebook.com/langolo.di.goethe.8890?notif_t=page_new_likes
- partecipare a tutte le tappe
- commentare sui blog tutte le tappe.

**********

E veniamo alla tappa! Nella scorsa tappa avete ricevuto un bellissimo invito e avete scelto cosa indossare e il vostro accompagnatore/accompagnatrice. Ebbene, io vi condurrò per mano all'interno di questo party esclusivo, come? Con un estratto dal libro e dando un volto ai protagonisti! Pronti? Un'ultima controllatina al trucco, una sistemata alla giacca e andiamo...

**********

Emperatriz (Carla Hernandez)
«Li avete presi gli inviti, vero?», si preoccupò Esther.
Emperatriz li tirò fuori tutti e tre dalla borsetta e li presentò agli addetti della sicurezza che, solo dopo averli visionati trovando conferma dei loro nomi sull’elenco dei previsti alla cerimonia, le lasciarono passare dando loro il benvenuto.
«Se aspettavamo voi due…» mugugnò Emperatriz in direzione di Esther e Nacha, facendo nascere in quest’ultima un piccolo broncio divertente sul viso che le portò a ridere, mentre arrivavano nella sala adibita al party.
«Wow! Non si può dire che non sappiano fare le cose in grande…» commentò Esther, afferrando un bicchiere di champagne dal vassoio di uno dei camerieri che si muoveva tra la folla.
Nacha (Paola Nunez)
Aveva ragione. Sembrava di essere stati catapultati in un mondo diverso, un mondo fatto solo di lusso e di bianco, ma di grande eleganza e senza l’ombra di volgarità. L’ostentazione stessa della ricchezza era accurata e – a tratti – addirittura riservata, cosa che probabilmente doveva essere nell’indole stessa delle due famiglie a capo dell’organizzazione della serata.
Nacha si ritrovò a pensare che provava la medesima sensazione ogni volta che passava davanti alle ville dei Monserrat e di Madrigal. Le aveva sempre trovate dimore sontuose, sì, ma non esagerate come quelle dei ricconi che si vedevano in tv e che nulla avevano di elegante poiché –dell’esagerazione – ne avevano fatto il loro stile di vita.
«Ah! Siete arrivate!» la voce di Dante le raggiunse poco dopo, portando Nacha a sorridere e le altre due a sbuffare.
Esther (Regina Muguia)
«Visto? E poi dici che ho torto!» fece Esther, dando un colpetto al braccio di Nacha.
«Smettila!», la rimproverò bonariamente l’amica.
«Di cosa parlate?» chiese Dante incuriosito dal loro breve scambio di battute.
«Di nulla! Lascia perdere…» tagliò corto Nacha, ma Esther ovviamente non poteva di certo farsi scappare l’occasione di una bella litigata con lui.
«A dire il vero stavamo parlando di quanto tu sia un vecchio maniaco, che dovrebbe farsela con quelle delle sua età e lasciare Nacha a ragazzi tipo…» nel bel mezzo della frase però Esther si bloccò, fissando con occhi spalancati qualcosa alle spalle di Dante.
«Tipo?» la incitò quest’ultimo, che non si sarebbe fatto scappare la chance di battibeccare ancormeno della ragazza che adesso gli stava di fronte.
Dopo pochi attimi Esther parve riprendersi e un sorrisino malizioso le comparve sul viso.
«Tipo quel gran bel pezzo di ragazzone che si sta avvicinando in questo preciso momento…»
Dante (Mauricio Ochmann)
«Ma di che stai parl…» la stessa Nacha fu costretta a interrompersi, mentre si voltava verso i due. Le sue iridi incontrarono quelle scure di un ragazzo che, appena arrivato accanto a Dante, gli aveva posato una mano su una spalla e guardato il loro gruppo con un contagioso sorriso; il più affascinante che Nacha avesse mai visto. I capelli bruni di lui erano corti e luminosi, portati leggermente spettinati, ma non troppo. Era alto e atletico, indossava un completo giacca e pantalone abbinato a una camicia blu notte senza cravatta e di poco aperta sul davanti. Uno stile a metà tra il casual e l’elegante, ma che si sposava benissimo con la sua postura, con il suo atteggiamento e il modo di fare aperto e gioviale.
Nicholas (Jorge Alberti)
«Scusate se vi interrompo, ma…Dante? Nostro padre ti sta cercando, vuole parlarti. A dire il vero, sia lui che Manera vogliono parlarti…»
Le ragazze strabuzzarono ancora di più gli occhi, ma solo Esther – la più sfacciata tra loro –riuscì a tirare fuori il motivo del loro sbalordimento.
«Vostro padre? Cioè…voi due siete fratelli?»
«Purtroppo sì!» rispose Dante, ma il nuovo arrivato non diede peso a quel commento a mezza voce e annuì sorridendo.
«Sì, lo siamo! Io sono il fratello minore di Dante, il terzo in famiglia! Mi chiamo Nicholas…»

**********

E ora godetevi la festa!!
Ci vediamo alla prossima tappa del blog tour che, vi ricordo, si terrà sul Genesis Publishing Blog!!

Alla prossima
Eliza

Continue Reading
9 commenti
Share:

20 marzo 2014

"Canta per me" di Annalisa Caravante

Buona sera amici lettori!
Oggi pomeriggio tra una cosa e l'altra ho preparato per voi anche una recensione. Il libro di cui vi parlerò è stato scritto da un'amica del mio blog, Annalisa Caravante, che ho conosciuto grazie al romanzo L'inverno e la primavera. In quell'occasione ho avuto il piacere di leggere un libro rosa a sfondo storico. Questa volta invece siamo in tutt'altro ambiente... ah, ma non vi ho detto ancora il titolo! Canta per me...


Canta per me 
di Annalisa Caravante 
Ed. Arpeggio Libero
pp. 450 circa
in uscita ad fine marzo/aprile 2014
(per info sull'uscita seguite il sito della casa editrice QUI)
TRAMA

Caterina ha 26 anni, un ex fedifrago alle spalle, tre fratelli minori a carico: i genitori, infatti, sono morti improvvisamente in un incidente e da allora è lei, insieme al nonno Francesco e al fin troppo protettivo cugino Mattia ad occuparsi della famiglia. Nel frattempo lavora come receptionist alla Sirena Experimental, una casa discografica situata nei pressi di Caserta, e popolata da una vasta varietà umana: le due amiche Nadia e Manuela, le segretarie dei piani alti, Fabiana e Roberta, incapaci e altezzose, Fabio, il galante superiore con un debole per lei...un universo caotico ma tutto sommato stabile, almeno fino al giorno in cui arriva lui. Francesco Monni, il nuovo autore milanese, un metro e sessanta di arroganza, presunzione, talento e... fascino, ahimé. Perché da sempre il mistero affascina, e attorno alla figura di Francesco, che insieme al Festival e ad un'imminente fusione turberà la quiete della casa discografica, ce n'è molto, di mistero: perché infatti il giovane autore ha abbandonato il palcoscenico? Cosa lo ha spinto ad affidare a ragazzette viziate e prive di talento i suoi magnifici testi? Perché, insomma, ha smesso di cantare?

RECENSIONE
Canta per me è una commedia romantica dal sapore genuino, con una protagonista tutto pepe, Caterina, una 26enne dalla vita complicata, con un famiglia (e che famiglia!) sulle spalle, un lavoro che ama ma da quale vorrebbe di più e un cuore spezzato. E' una ragazza comune che in fondo vuole semplicemente essere felice e serena. E' un personaggio positivo, semplice e ironica, sempre con la battuta pronta, ma a volte un po' troppo remissiva, troppo disposta a mettersi da parte per la felicità altrui. L'arrivo nella sua vita di Francesco Monni scombussola un po' la sua routine. Francesco è un personaggio che non sono riuscita ad inquadrare subito. All'inizio mi sembrava la stesse prendendo semplicemente in giro e temevo nell'ennesima delusione per la povera Caterina. In realtà si è poi dimostrato essere una sorta di uomo ideale, forte, sensibile, pronto a darle tutto e a combattere per lei. C'è però una cosa che non mi va giù... quel metro e sessanta di altezza. Se non fosse stata menzionata la sua altezza, o se semplicemente fosse stata indicata come media, non me ne sarei curata, ma vederlo scritto nero su bianco mi ha un po' smontato l'entusiasmo per questo cantore dell'amore. E' una sciocchezza, lo so, ma in una commedia romantica ci sta l'idealizzazione dell'eroe di turno e questo piccolo particolare rovina un po' il sogno.

La storia è semplice ma ben curata nei dettagli, con una carica ironica molto forte. La stessa Caterina non riesce a non dire ciò che pensa, in qualunque occasione, e questo porta a situazioni imbarazzanti e divertenti, che fanno scattare più volte una sana risata. Non è un racconto originalissimo, ci muoviamo su alcuni schemi già letti o visti qua e là, e cade in qualche luogo comune dalla patina un po' datata.

Quello che più mi è piaciuto sono i tanti personaggi che ruotano intorno ai due protagonisti. Già una volta (forse in un commento su un blog...) avevo detto che ciò che più mi colpisce nello stile di Annalisa è la massa di personaggi che porta in scena e che gestisce con una naturalezza sorprendente. Anche in questo caso troviamo veramente una folla intorno a Caterina e Francesco. Iniziamo con il personale della Sirena Experimental. Qui troviamo alcuni personaggi un po' tipici delle commedie, le receptionist pettegole, le segretarie snob e arrampicatrici, il tuttofare tenero e premuroso, il capo affascinante (intendo Francesco...), il talent scout galletto. E' una famiglia, nel vero senso della parola, con le sue pecore nere, i suoi intrallazzi, i pettegolezzi, ma anche con la voglia di aiutarsi e sostenersi. Poi c'è la vera famiglia di Caterina, e soprattutto i suoi tre fratelli, Lucia, Luigi e Bo. E' una famiglia enorme e chiassosa, di quelle che si incontrano magari una volta all'anno e che si fanno domande in continuazione, di quelle che si vogliono un bene dell'anima e che si vengono in aiuto. Bo mi ha letteralmente rubato il cuore, fin dal nome; me la immagino come una di quelle bimbette tutte occhioni che ti fissano e che dicono semplicemente la verità, quello che pensano o ciò che è giusto, senza i problemi o i fronzoli degli adulti.
Ecco, è questo quello che intendevo, nonostante ci siano così tanti personaggi ognuno ha la sua voce e la sua possibilità di spiccare, magari solo per poche righe, ma quelle poche righe rimangono impresse. E' una cosa che mi piace moltissimo e che già avevo notato ne L'inverno e la primavera.

Lo stile dell'autrice è semplice e diretto, adatto ai personaggi che tratta, e soprattuto reale. Siamo davanti a discorsi, frasi, racconti che si fanno normalmente in qualsiasi famiglia, cosa che da una carica in più al racconto e che ci fa immedesimare sempre di più nei vari personaggi. Ho notato però che nel momento in cui ci si avvicina di più al dialetto (anche non stretto) o a costrutti gergali questa naturalezza un po' si perde e il discorso si fa un po' più artificioso.

Il finale è un po' troppo lungo, troppo portato avanti, avrei preferito qualcosa di più breve e di impatto.

In conclusione, Canta per me è una lettura molto piacevole e divertente, che si snoda tra i tanti personaggi che ci vengono presentati e una storia semplice ma emozionante. Ho apprezzato molto l'idea di Annalisa di cambiante completamente ambientazione, passando da un quadro storico particolare e difficile coma l'Italia durante e dopo la secondo guerra mondiale ad una situazione moderna e frenetica, e tono, dal drammatico alla commedia, pur mantenendo indelebile la sua firma romantica e i suoi personaggi. Avrei voluto forse ancora qualcosa di più.

Voto...





Alla prossima
Eliza

Continue Reading
Nessun commento
Share:

Chi ben comincia... #61

Chi ben comincia... è la rubrica, creata da Alessia del blog Il profumo dei libri, con la quale vi presento l'incipit di un libro preso a caso dalla mia libreria. Ecco le regole della rubrica:


- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria (io prenderò il libro che ho in lettura, ma voi sentitevi liberi di prendere quello che volete!)
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti

******

Buongiorno amici lettori!
E buon primo giorno di primavera!! Volete saperla tutta? Io ero convinta che fosse domani (ma non era il 21???) ma sono stata sbugiardata dal caro vecchio Doodle di Google... Cosa non fa internet...!! Ok, vi sentite più... primaverili? Io no, visto che fuori fa caldo, si sta bene, le api ronzano, i fiori sbocciano, ma in casa si gela! Io ora, in questo momento, ho il maglione di lana... O.o
Ma veniamo all'incipit di questa settimana. Quello che vi propongo è l'inizio di uno dei libri più attesi di questi primi mesi dell'anno, ultimo di una trilogia che sta per sbarcare al cinema... Allegiant di Veronica Roth!


TRIS
Cammino avanti e indietro nella cella del quartier generale degli Eruditi. Le sue parole mi riecheggiano all'infinito nella mente: Il mio nome sarà Edith Prior, e ci sono molte cose che sono felice di dimenticare.
"E così non l'avevi mai vista? Neanche in fotografia?" insiste Christina, la gamba ferita appoggiata sopra un cuscino. Le hanno sparato durante il nostro disperato tentativo di mostrare il video di Edith Prior a tutta la città. Allora non avevamo idea di cosa avremmo sentito, né immaginavamo che avrebbe fatto saltare le fondamenta stessa della nostra esistenza: le fazioni, le nostre identità. "E' tua nonna, tua zia o cosa?"
"Ti ho detto di no" ribatto, voltandomi quando mi trovo di fronte al muro. "Prior è... era il cognome di mio padre, per cui quella donna dovrebbe appartenere al ramo paterno della famiglia. Ma Edith è un nome da Abnegante, mentre i parenti di mio padre erano Eruditi, perciò..."
"Perciò dev'essere più vecchia" osserva Cara, appoggiando la testa alla parete. Vista da dove mi trovo, è identica a suo fratello Will, il mio amico... a cui ho sparato. Poi però si raddrizza e lo spettro di lui scompare. "Di qualche generazione precedente. Un'antenata."
Antenata. Questa parola sa di fatiscente, come un muro scalcinato di mattoni. Mentre cammino in circolo, tengo la mano attaccata alla parete. L'intonaco bianco e freddo.
Una mia antenata, e questa è l'eredità che mi ha lasciato: mi ha affrancato dalle fazioni e mi ha fatto scoprire che la mia natura di Divergente è più importante di quel che pensassi. La mia stessa esistenza è il segnale che dobbiamo andarcene da questa città per portare il nostro aiuto a chiunque ci sia fuori.

Alla prossima
Eliza

Continue Reading
2 commenti
Share:

19 marzo 2014

Anteprima di... "ExtraUnione e la fortezza di Naguri" di Michele Raniero

Buona sera amici lettori!
Prima di infilarmi sotto le coperte con un buon libro, vi voglio presentare l'anteprima di un libro che sto aspettando, seguito di un romanzo che vi ho proposto qualche tempo fa e che mi era piaciuto un sacco! Si tratta di ExtraUnione e la fortezza di Nugari di Michele Raniero, seguito di ExtraUnione e la società degli Uomini Morti (QUI la recensione!!)...


ExtraUnione e la fortezza di Nugari (ExtraUnione #2) 
di Michele Raniero 
Ed. Edizioni Il Ciliegio 
pp. 296 
Cartaceo € 17,00 
in uscita in aprile 2014
TRAMA

Il vice-generale Met Gresten e il fedele amico Sam Douson non hanno fallito la missione: l’inaspettata quanto improbabile alleanza fra Unione e la Società degli Uomini Morti è stata stretta, ed è quindi giunto il tempo di mettere da parte gli antichi dissapori e combattere fianco a fianco. Gli invasori neutoniani hanno ormai in pugno oltre metà del pianeta e, spintisi fino alle porte della Fortezza di Nugari, progettano la conquista dei territori di ExtraUnione. Met farà tutto ciò che è in suo potere per impedirlo e per difendere la città degli Uomini Morti dall’assalto dell’esercito del Primarca, leader di Neuton. Il vice-generale sarà in grado di convincere gli Uomini Morti a combattere al suo comando? Di trovare le parole giuste per persuaderli che, al di là delle diverse decisioni e delle divise indossate, il fine perseguito è lo stesso? È tempo di risollevare la testa, di imbracciare le armi e riprendersi la propria libertà. È tempo di combattere.

L'autore
Michele Raniero è nato nel 1991 a Rivoli, in provincia di Torino, e vive ad Orbassano. Frequenta il terzo anno della Facoltà di Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Torino. ExtraUnione e La Società degli Uomini Morti è il primo romanzo di una tetralogia ambientata nel futuristico mondo di ExtraUnione, pubblicata dall'editore il Ciliegio.

Alla prossima
Eliza

Continue Reading
Nessun commento
Share: