30 giugno 2015

Clock Rewinders #17



Buona sera amici lettori,
pensavate mi fossi dimenticata eh!! No no, l'ultimo giorno del mese qui si festeggia con un recap di ciò che è avvenuto sul blog nel mese che si sta chiudendo. Giugno... che mese è stato? Prima di tutto il mese che mi ha vista riunita sotto lo stesso tetto con tutte le Lettrici Geograficamente Sparpagliate! E già questo ne fa un mese che non dimenticherò. Per quanto riguarda le letture... beh, non è andata così bene. Mi ero ripromessa 10 libri e sono arrivata appena a 7... Ma andiamo con ordine! E' il momento del Clock Rewinders di Giugno!

LE MIE LETTURE

Dicevo 7 libri, non sono tanti ma almeno sono stati quasi tutti delle gran belle letture, alcune delle scoperte molto piacevoli...


La cover più bella per il mese di giugno è senza dubbio quella di Borgo Propizio, un po' perché le altre belle non sono, un po' perché questa edizione del libro della Limone è proprio bella!



NUOVI INGRESSI IN BIBLIOTECA
(anche detta: E voi? Dove vi metto?)

Mese ricchissimo di nuovi ingressi quello di giugno, acquisti, ma soprattutto regali e omaggi dalle Case editrici!

Per al promozione Kindle for Samsung ho avuto modo di scaricare gratuitamente La via per Gandolfo di Robert Ludlum. Poi ho acquistato Borgo Propizio della Limone (e qui ci vuole una piccola parentesi sulla reperibilità di alcuni titoli: per trovare questo libro ho mobilitato mari e monti - dovevo andar via e non avevo modo di acquistarlo on line - e alla fine ho dovuto spedire sorella a Ravenna dove con 4 librerie in centro solo una aveva una copia, che un gentile commesso mi ha messo da parte...) e I misteri di Chalke Hill di Susanne Goga.

Quando sono andata a trovare Laura in occasione del suo compleanno cosa scopro? Che lei e Salvia mi avevano preso dei libri (si Laura e il compleanno hanno una lunga storia...): Un terremoto a Borgo Propizio della Limone, I codici del labirinto di Kate Mosse e Il giardino dei segreti di Kate Morton! Grazie ragazze!!!

Infine tanti arrivi anche dalle case editrici che ringrazio sempre con tutto il mio cuore per la fiducia accordata! Dalla Corbaccio mi hanno inviato l'ebook de L'invito di di Ruth Ware, dalla Mondadori quello di Dov'è finita Audrey? della Kinsella e dalla De Agostini quello di Nemmeno in paradiso di Chelsea Philpot. Invece in cartaceo mi sono stati spediti Mistero a Villa del Lieto Tramonto di Minna Lindgren da parte della Sonzogno, La pietà dell'acqua di Antonio Fusco dalla Giunti e Le belle Cece di Andrea Vitali da parte della Garzanti. Infine Giuseppe Russo è stato così gentile da inviarmi una copia del suo libro I caduti di pietra che ho recensito per il big Stalins do it better -Books edition. 

NOVITA' DEL MESE

Dopo la rubrica Chiacchiere tra Laura & Laura, questo mese sul blog sono apparse altre due novità! Prima di tutto anche io come le mie amiche blogger ho pubblicato la mia Lettura Geograficamente Sparpagliata, che questo mese ha interessato Il mercante di stoffe di Cola Valis, e poi sempre in collaborazione con Laura, Salvia e Daniela è iniziata la nuova rubrica Ti consiglio un libro... (qui il primo e secondo appuntamento!)

Per questo mese mi fermo qua, niente telefilm visto che sono quasi tutti in pausa...

Alla prossima
Eliza

Continue Reading
4 commenti
Share:

"La tentazione di essere felici" di Lorenzo Marone

Buona sera amici lettori,
giugno oramai è agli sgoccioli e io già sto pensando a quale libri leggere nel nuovo mese... Si è una fissazione! Ci sarà qualche novità, qualche libro che è lì fermo da qualche mese. Lo vedrete mercoledì con la mia nuova TBR per il mese di luglio. Intanto questa sera vi parlo della mia ultima lettura La tentazione di essere felice di Lorenzo Marone....



Titolo: La tentazione di essere felici
Autore: Lorenzo Marone
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja Scienza
Pagine: 268
Ebook: € 4,99
Cartaceo: € 14,90
Data di pubblicazione: 8 gennaio 2015
Link Amazon: La tentazione di essere felici
TRAMA

Cesare Annunziata potrebbe essere definito senza troppi giri di parole un vecchio e cinico rompiscatole. Settantasette anni, vedovo da cinque e con due figli, è un uomo che ha deciso di fregarsene degli altri e dei molti sogni cui ha chiuso la porta in faccia. Con la vita intrattiene pochi bilanci, perlopiù improntati a una feroce ironia, forse per il timore che non tornino. Una vita che potrebbe scorrere così per la sua china, fino al suo prevedibile e universale esito, tra un bicchiere di vino con Marino, il vecchietto nevrotico del secondo piano, le poche chiacchiere scambiate malvolentieri con Eleonora, la gattara del condominio, e i guizzi di passione carnale con Rossana, la matura infermiera che arrotonda le entrate con attenzioni a pagamento per i vedovi del quartiere. Ma un giorno, nel condominio, arriva la giovane ed enigmatica Emma, sposata a un losco individuo che così poco le somiglia. Cesare capisce subito che in quella coppia c’è qualcosa che non va, e non vorrebbe certo impicciarsi, se non fosse per la muta richiesta d’aiuto negli occhi tristi di Emma… I segreti che Cesare scoprirà sulla sua vicina di casa, ma soprattutto su se stesso, sono la scintillante materia di questo romanzo, capace di disegnare un personaggio in cui convivono, con felice paradosso, il più feroce cinismo e la più profonda umanità.



Cesare Annunziata, 77 anni, una moglie morta da cinque anni, due figli che poco conosce, donne, tante donne, e la voglia di chiudere il mondo fuori e di pensare a se. Non è pigro, semplicemente non si interessa degli altri, preferisce pensare a se stesso. Questo è il protagonista del libro di Lorenzo Marone, un uomo difficile da farsi piacere all'inizio ma che poi mostra un lato tutto suo, tutto particolare che ti colpisce. Cesare è il classico orso, convinto di sapere sempre cosa è meglio per se e spesso anche per gli altri. O meglio, questa è l'immagine che Cesare ha di se e crede di dare, perché conoscendolo scopriamo presto che Cesare così orso non è. E qui ha inizio la nostra storia, con l'arrivo di Emma, la sua nuova vicina di casa, nella sua vita. Cesare non cambia ma mostra il suo lato più intimo, riporta a galla i ricordi delle donne passate e si interessa finalmente ai due figli.
Lorenzo Marone ci propone una storia dai tanti contrasti, dolce e difficile, ironica e triste, sonnacchiosa e avvincente, in uno scorrere di piccole storie, piccoli eventi che contornano la vita presente di Cesare. Mai un romanzo mi ha mostrato i tanti lati della vita o le tante facce di un personaggio. Cesare sa essere cattivo e dolce, a volte orso a volte affettuoso, sa farsi amare e odiare. ma alla fine, quando ti stupisce con il meraviglioso elenco dei mi piace, ti entra dentro, ti ritrovi a immaginarti quest'uomo fragile e arguto che come in un sogno rivive la sua vita, il rapporto intenso ma breve con la moglie, la voglia di cambiare in continuazione, l'idea di non sentirsi vecchio per non essere vecchio.
Questa storia è un lunga riflessione, sulla vecchiaia, certo, ma anche sulla giovinezza, sull'essere genitore, sull'essere uomo, marito, padre e amante. Racchiude in se la vita di un uomo, con tutti i suoi difetti e i suoi errori.
La tentazione di essere felici è uno di quei libri che si leggono tutto in un fiato ma che vorresti non finissero mai, che ti fanno l'occhiolino dalla libreria per farsi rilleggere, che magari prendi in mano poco convinta e che poi sei felice di esserti portata a casa.

Voto

Alla prossima
Eliza


Continue Reading
4 commenti
Share:

28 giugno 2015

Prossime Uscite #88



Buongiorno amici lettori,
e buona domenica! Siete pronti? Sta arrivando!! L'onda di caldo!! Io sono già in panico e mi sto organizzando per fare tutti i giri che mi porterebbero fuori di casa, a piedi o in bici, nei primissimi giorni della settimana, così poi potrò stare tranquilla davanti al ventilatore o in giardino con gelato e libro!
Vediamo cosa arriverà in libreria questa settimana che segna anche la fine di giugno e l'arrivo di luglio! Vi lascio con le Prossime Uscite!


Titolo: Mistero a Villa del Lieto Tramonto
Serie: #1
Autore: Minna Lindgren
Editore: Sonzogno
Collana: Romanzi
Pagine: 284
Ebook: € 9,99
Cartaceo: € 16,50
Data di pubblicazione:  2 luglio 2015
Link Amazon: Mistero a villa del lieto tramonto  

TRAMA

«Tic tac, tic tac, tic tac.» A Villa del Lieto Tramonto, ridente casa di riposo immersa nella foresta vicino a Helsinki, è l’ora del caffè e, come al solito, Irma e Siiri, due vivaci novantenni ospiti della residenza, amano trascorrere quel momento in perfetto relax. Dopo le partite a canasta, le lezioni di ginnastica dolce, il whiskino prescritto dal medico o le riunioni del gruppo per la memoria, un’oretta di svago ci vuole per scambiarsi ricordi di giovinezza o spettegolare sul funerale del giorno, che è pur sempre una festa e un avvenimento per curare il proprio look. Ma soprattutto, l’ora del caffè dà l’occasione per criticare il regolamento e l’incuria del personale specializzato, quello che fi gli e nipoti, per guarire i sensi di colpa, chiamano “servizi di eccellenza”. Per fortuna dalla Villa si può anche uscire, andare in giro in tram per rifarsi l’occhio con le bellezze della capitale finlandese, e così a Siiri, Irma e alla loro terza compagna, Anna-Liisa, capita di osservare, con bonario sarcasmo, le stranezze del mondo moderno che le circonda. A turbare la routine delle tre amiche è però un fatto terribile: la morte, in circostanze misteriose, del giovane cuoco, sempre gentile e pieno di allegria, accompagnata da una serie di episodi inquietanti che rivelano il lato sinistro di quel rifugio, ora non più così accogliente. Provette Miss Marple, Siiri, Irma e Anna-Liisa si trasformano in intraprendenti investigatrici per venire a capo degli enigmi nascosti tra le mura dell’amena residenza in un mistery arguto che tocca sapientemente le corde del giallo e della commedia, con un pizzico di suspense e molto, irresistibile, dark humor finlandese.




Titolo: Il sogno più bello
Autore: Hester Browne
Editore: Garzanti
Collana: 
Pagine: 430
Ebook: € 
Cartaceo: € 16,90
Data di pubblicazione:  2 luglio 2015
Link Amazon: Il sogno più bello  

TRAMA

Rosie ha trent’anni ed è una delle più famose wedding planner di Londra. Organizza ricevimenti indimenticabili in un lussuoso e antico hotel dalle ampie sale e dagli scintillanti addobbi. Nessuno sa quanto lei qual è il fiore più adatto per il centrotavola, il colore più alla moda per le tovaglie o la musica perfetta per creare la giusta atmosfera. Tutte le spose della città vogliono i suoi consigli. Eppure per Rosie la preparazione del giorno più bello della vita non ha nulla di romantico. Si tratta solo di lavoro. Perché lei non crede più nel matrimonio. Perché Rosie non può dimenticare il momento in cui è stata abbandonata sull’altare. Da allora non riesce a intravedere nessun lieto fine all’orizzonte, nessuna promessa che possa durare per sempre. Fino a quando non è costretta a lavorare fianco a fianco con Joe, tornato da un viaggio intorno al mondo per curare il suo cuore ferito. Ma, nonostante tutto, Joe non ha smesso di avere fiducia nella forza di Cupido. Tra i due lo scontro è immediato. I loro obiettivi non potrebbero essere più diversi. Per Joe è importante che gli sposi siano sicuri di fare la scelta giusta e non importa se il ricevimento salta. Per Rosie si tratta solo di affari e la carriera è l’unica cosa su cui ha concentrato tutta sé stessa dopo la fine della sua relazione. Eppure, giorno dopo giorno, Joe riesce a fare breccia nel suo cinismo. A mostrarle che se è vero che l’amore a volte può ingannare e far soffrire, a volte può anche regalare nuove inaspettate possibilità. Rosie deve scoprire se è pronta a coglierle, se è pronta a rischiare di nuovo. Perché nei sentimenti non ci sono regole, solo emozioni da vivere. Dopo aver fatto sognare migliaia di lettori con Regalami una favola, per settimane in classifica sul «New York Times», Hester Browne torna a parlare di emozioni e di coraggio. Il coraggio di lasciarsi andare, di abbattere il muro delle proprie paure. Perché arriva sempre il tempo per amare e credere che possa durare davvero per tutta la vita.



Alla prossima
Eliza

Continue Reading
1 commento
Share:

26 giugno 2015

#2 Ti consiglio un libro... Consiglia una saga che hai amato



Buongiorno amici lettori!
Sono passate due settimane dal primo appuntamento ed è arrivato il momento per la seconda puntata della rubrica Ti consiglio un libro.. nata dalla collaborazione con Salvia di Desperate Bookswife, Laura di La Libridinosa e Daniela di Un libro per amico. In ogni puntata vi consiglieremo ognuna un libro a testa seguendo l'argomento che abbiamo scelto. Questa settimana l'argomento è Consiglia una saga che hai amato.  

IL MIO CONSIGLIO...


Titolo: Red
Autore: Kerstin Gier
Editore: Tea
Pagine: 330
Prezzo: € 11,00








Titolo: Blue
Autore: Kerstin Gier
Editore: Tea
Pagine: 346
Prezzo: € 12,00








Titolo: Green
Autore: Kerstin Gier
Editore: Tea
Pagine: 430
Prezzo: € 12,00







Ho scelto per questo consiglio La trilogia delle gemme della tedesca Kerstin Gier. E' una trilogia molto bella, dedicata magari ai più giovani ma che sa catturare anche chi è un po' più grandicello come me. La storia che propone è curiosa ma non cade nei cliché che troppo spesso troviamo nelle saghe di questo genere, anzi ho sempre apprezzato l'idea della Gier di proporre lo straordinario nella normalità. Inoltre il suo stile è molto piacevole. E' una delle prime saghe che ho veramente apprezzato (va beh, Harry Potter è un'altra storia!).

Piaciuto il mio consiglio? Andate a sbirciare anche quelli di Daniela, Laura e Salvia!

Alla prossima
Eliza

Continue Reading
5 commenti
Share:

25 giugno 2015

Anteprima di... "Il sogno più bello" di Hester Browne

Buona sera amici lettori,
è un po' che non vi presento per bene qualche libro in uscita, così stasera eccomi a parlarvi di una prossima pubblicazione Garzanti. Uscirà il 2 luglio il nuovo libro di Hester Browne (di cui ho già recensito Regalami un favola) dal titolo Il sogno più bello....


Titolo: Il sogno più bello
Autore: Hester Browne
Editore: Garzanti
Collana: 
Pagine: 430
Ebook: € 
Cartaceo: € 16,90
Data di pubblicazione:  2 luglio 2015
Link Amazon: Il sogno più bello  

TRAMA

Rosie ha trent’anni ed è una delle più famose wedding planner di Londra. Organizza ricevimenti indimenticabili in un lussuoso e antico hotel dalle ampie sale e dagli scintillanti addobbi. Nessuno sa quanto lei qual è il fiore più adatto per il centrotavola, il colore più alla moda per le tovaglie o la musica perfetta per creare la giusta atmosfera. Tutte le spose della città vogliono i suoi consigli. Eppure per Rosie la preparazione del giorno più bello della vita non ha nulla di romantico. Si tratta solo di lavoro. Perché lei non crede più nel matrimonio. Perché Rosie non può dimenticare il momento in cui è stata abbandonata sull’altare. Da allora non riesce a intravedere nessun lieto fine all’orizzonte, nessuna promessa che possa durare per sempre. Fino a quando non è costretta a lavorare fianco a fianco con Joe, tornato da un viaggio intorno al mondo per curare il suo cuore ferito. Ma, nonostante tutto, Joe non ha smesso di avere fiducia nella forza di Cupido. Tra i due lo scontro è immediato. I loro obiettivi non potrebbero essere più diversi. Per Joe è importante che gli sposi siano sicuri di fare la scelta giusta e non importa se il ricevimento salta. Per Rosie si tratta solo di affari e la carriera è l’unica cosa su cui ha concentrato tutta sé stessa dopo la fine della sua relazione. Eppure, giorno dopo giorno, Joe riesce a fare breccia nel suo cinismo. A mostrarle che se è vero che l’amore a volte può ingannare e far soffrire, a volte può anche regalare nuove inaspettate possibilità. Rosie deve scoprire se è pronta a coglierle, se è pronta a rischiare di nuovo. Perché nei sentimenti non ci sono regole, solo emozioni da vivere. Dopo aver fatto sognare migliaia di lettori con Regalami una favola, per settimane in classifica sul «New York Times», Hester Browne torna a parlare di emozioni e di coraggio. Il coraggio di lasciarsi andare, di abbattere il muro delle proprie paure. Perché arriva sempre il tempo per amare e credere che possa durare davvero per tutta la vita.



«Lo stile di Hester Browne è l’unione perfetta di ironia e romanticismo. La adoro.»
- Sophie Kinsella


Alla prossima
Eliza

Continue Reading
1 commento
Share:

24 giugno 2015

"Borgo Propizio" di Loredana Limone

Buona sera amici lettori,
non sono sparita, ma dopo un intenso fine settimana avevo bisogno di qualche giorno per riprendere i fili della mia vita e del blog. E che avrò mai fatto? Ho preso un bel trenino (bello...che parolona...) e ho raggiunto le mie amiche Geograficamente Sparpagliate a casa di Laura in occasione del suo compleanno (no, non ve lo dico quanti anni ha fatto... ma potrei ricattarla...). E' stata una due giorni speciale, fatta di risate (tante tante), ore piccole a litigare con Facebook, micetti che attentavano alle gambe di Salvia, grigliata (mamma che buona!) e sorprese. Anzi LA sorpresa, perché chi ho incontrato? Niente meno che l'autrice del libro che avevo appena terminato in treno, Loredana Limone che ci ha raggiunto nella Stanza Librosa per festeggiare Laura. Che dire, già il libro mi è piaciuto un sacco, sentirla poi parlare di Borgo Propizio, dei personaggi e dei piccoli retroscena è stato magico! Loredana (si posso chiamarla per nome!!! *.*) è una donna meravigliosa e un'autrice umile e attenta al suo pubblico!
Vi lascio proprio con la recensione di Borgo Propizio!




Titolo: Borgo Propizio
Autore: Loredana Limone
Editore: Tea
Collana: Teadue
Pagine: 286
Ebook: € 8,99
Cartaceo: € 9,00
Data di pubblicazione: 12 settembre 2013
Link Amazon: Borgo Propizio
TRAMA

Quasi tutte le fiabe cominciano con C'era una volta, ma questa è diversa. Questa comincia con C'è una volta... Perché è oggi che Belinda ha intenzione di ripartire e Borgo Propizio, un paese in collina, in un'Italia che può sembrare un po' fuori dal tempo, le pare il luogo ideale per realizzare il suo sogno: aprire una latteria. Il borgo è decaduto e si dice addirittura che vi aleggi un fantasma... ma che importa! A eseguire i lavori nel negozio, un tempo bottega di ciabattino, è Ruggero, un volenteroso operaio che potrebbe costruire grattacieli se glieli commissionassero (o fare il poeta se sapesse coniugare i verbi). Le sue giornate sono piene di affanni, tra attempati e tirannici genitori, smarrimenti di piastrelle e ritrovamenti di anelli... Ma c'è anche una grande felicità: l'amore, sbocciato all'improvviso, per Mariolina, che al borgo temeva di invecchiare zitella con la sorella Marietta, maga dell'uncinetto. Un amore che riaccende i pettegolezzi: dalla ciarliera Elvira alla strabica Gemma, non si parla d'altro, mentre in casa di Belinda la onnipresente zia Letizia ordisce piani, ascoltando le eterne canzoni del Gran Musicante. Intanto i lavori nella latteria continuano, generando sorprese nella vita di tutti...




Chissà se è capitato anche a voi, ma sono convinta che ci siano alcuni libri che entrano a far parte delle nostre vite perché letti in un momento particolare o legati ad un evento significativo. Io ne ho diversi: Voltiamo pagina di Jane Green sarà per sempre il libro del mio primo scavo archeologico, Harry Potter  e il principe mezzosangue (in seconda lettura) mi ha tranquillizzato la notte prima della laurea, La ricamatrice di segreti ha dato il via al blog. Ecco, Borgo Propizio sarà per sempre per me il libro del viaggio. Ogni volta che lo riprenderò in mano ricorderò la mattina in cui un treno stranamente in orario mi ha portato a conoscere Laura, Salvia, Francy e Daniela.

Ma non è solo questo.
Borgo Propizio è una favola calata nei giorni nostri in cui un piccolo paesino, un po' impolverato, è teatro di incontri e amori, scoperte e riscoperte. Sappiatelo fin da subito, una volta preso in mano non riuscirete più a staccarvi dalla storia di Mariolina e Ruggero che si conoscono per un colpo di fortuna e si innamorano, da quella di Cesare e Claudia che si riscoprono e si rinnovano in un matrimonio un po' stanco, scoprirete un'instancabile zia Letizia e diventerete amici di Belinda. Il piccolo Borgo vi riporterà in un'Italia un po' vecchio stile ma sempre affascinante, in cui tutti conoscono tutti e sanno tutto di tutti, in cui i pettegolezzi volano di vicino in vicino ma non danno fastidio. Borgo Propizio sarà pure un paesino di poche anime ma vi farà sentire a casa subito, vi ritroverete nelle sue stradine, nella piazza del Municipio, vedrete l'insegna con le mucche della latteria e vi sembrerà di esserci sempre stati. Questo ha saputo creare Loredana, un'atmosfera familiare e intima, personaggi reali con un pizzico di pazzia (senza che sarebbe la vita?) che fin dalle prime pagine ti fan spuntare il sorriso sulle labbra e te lo stampano lì. E' una storia positiva che ti fa guardare il mondo con ottimismo; certo non tutto è perfetto, Marietta dopo anni di convivenza con la sorella rischia di ritrovarsi sola, il maresciallo Saltalamacchia deve gestire 4 figlie, 2 coppie di gemelle, con lo stipendio che si ritrova, le piastrelle con le mucche della latteria spariscono, Ornella si ritrova con un ex marito violento, ma anche in questo Borgo Propizio fa la sua magia, dando una finale, ora più ora meno, lieto a tutti.
Amore, riscoperta, passione, mistero... un libro che da così tanto non può che avere un posto speciale nel mio cuore!

Voto


Il segnalibro...


...e la curiosità!
Come curiosità questa volta voglio dar voce direttamente all'autrice grazie alla presentazione che ha fatto del romanzo al momento della sua uscita sul canale Youtube de Il Libraio. In questo breve spezzone racconta come è nato il romanzo e soprattutto come è nata l'idea del luogo Borgo Propizio.



Alla prossima
Eliza


Continue Reading
7 commenti
Share:

21 giugno 2015

Prossime Uscite #87

Buona domenica amici lettori!
Cosa fate di bello? Come state passando la domenica? Io sono da Laura La Libridinosa e sto cercando di farla impazzire! Vi rimando a domani per sapere se ci sono riuscita o no, ma sono fiduciosa...
Intanto vi lascio con le novità in uscita questa settimana in libreria. E' il momento delle Prossime Uscite!!


Titolo: La ragazza del treno
Autore: Paula Hawkins
Editore: Piemme
Pagine: 378
Ebook: € 8,99
Cartaceo: € 19,50
Data di pubblicazione:  23 giugno 2015
Link Amazon: La ragazza del treno  

TRAMA

La vita di Rachel non è di quelle che vorresti spiare. Vive sola, non ha amici, e ogni mattina prende lo stesso treno, che la porta dalla periferia di Londra al suo grigio lavoro in città. Quel viaggio sempre uguale è il momento preferito della sua giornata. Seduta accanto al finestrino, può osservare, non vista, le case e le strade che scorrono fuori e, quando il treno si ferma puntualmente a uno stop, può spiare una coppia, un uomo e una donna senza nome che ogni mattina fanno colazione in veranda. Un appuntamento cui Rachel, nella sua solitudine, si è affezionata. Li osserva, immagina le loro vite, ha perfino dato loro un nome: per lei, sono Jess e Jason, la coppia perfetta dalla vita perfetta. Non come la sua. Ma una mattina Rachel, su quella veranda, vede qualcosa che non dovrebbe vedere. E da quel momento per lei cambia tutto. La rassicurante invenzione di Jess e Jason si sgretola, e la sua stessa vita diventerà inestricabilmente legata a quella della coppia. Ma che cos'ha visto davvero Rachel?



Titolo: Opposition
Serie: Lux #5
Autore: Jennifer L. Armentrout
Editore: Giunti
Collana: Y
Pagine: 368
Ebook: € 6,99
Cartaceo: € 12,00
Data di pubblicazione:  24 giugno 2015
Link Amazon: Opposition  

TRAMA

Daemon Black è scomparso nel nulla: da giorni Katy continua a scrutare il luogo in cui l’ha visto per l’ultima volta, sperando di veder apparire tra gli alberi il ragazzo di cui è perdutamente innamorata. Ma tutto rimane immobile nel bosco che circonda la baita in cui Katy si è rifugiata con Luc, Archer e Beth. Un silenzio irreale che non fa che aumentare i suoi timori. Da quella notte in cui migliaia di Luxen sono scesi sulla Terra, solcando il cielo come stelle cadenti, Daemon è sparito insieme a Dawson e Dee, per andare incontro alle schiere dei suoi simili. Mentre i nuovi arrivati si rivelano sempre più minacciosi, Katy non può fare a meno di chiedersi se Daemon tornerà davvero, e soprattutto se al ritorno sarà ancora lo stesso… E quando finalmente rivedrà i suoi magnetici occhi verdi, stenterà a credere a quello che sta accadendo: dopo tutto l’amore che li ha uniti, Daemon può davvero rinnegare il passato? Mentre il confine tra il bene e il male si assottiglia pericolosamente, Daemon e Katy sono di fronte alla prova più grande che abbiano mai immaginato. Un finale epico, sconvolgente e incredibilmente romantico per la saga più amata dai giovani lettori di tutto il mondo.


Alla prossima
Eliza


Continue Reading
5 commenti
Share:

20 giugno 2015

"Il Mercante di stoffe" di Cola Valis

Buongiorno amici lettori!
mentre leggete io sono su un treno, direzione stanza Libridinosa (e tiramisù libridinoso)! Eh si, oggi recensione programmata! Il libro di cui vi parlerò è Il mercante di stoffe di Coia Valis, un libro che esce un posò dalla mia zona di sicurezza e che ho letto per partecipare alle letture sparpagliate (avete perso il post di ieri?? No no, correte a leggerlo!). 


Titolo: Il mercante di stoffe
Autore: Coia Valls
Editore: Sperling & Kupfer
Collana: Pickwick
Pagine: 457
Ebook: € 6,99
Cartaceo: € 10,90
Data di pubblicazione:  6 maggio 2014
Link Amazon: Il mercante di stoffe  

TRAMA

Nel 1320 Barcellona è in fermento: sorgono palazzi, fioriscono commerci, le strade si riempiono di viaggiatori provenienti da tutto il mondo. Le vie traboccano di profumi esotici e spezie, di stupendi tessuti e di scintillanti gioielli cesellati dagli orafi di tutta Europa. Una città così nuova e attiva offre mille occasioni a un giovane intelligente e pronto a tutto. Come Jaume Miravall. Che vuole diventare un ricco mercante e fondare una grande famiglia. Due imprese ambiziose, due obiettivi che richiedono coraggio, lavoro, astuzia e fortuna. E che possono essere messi in pericolo dai segreti e dai peccati di un uomo. Quando arriva a Barcellona, insieme con la dolcissima moglie Elvira, Jaume deve accontentarsi di vivere in un miserabile quartiere dove tradimento, malvagità e morte fanno parte indissolubile del paesaggio. Ma non si lascia scoraggiare e, mentre Elvira dà alla luce l'attesissimo primo erede, Jaume si avventura nella città alla ricerca della sua occasione. La troverà commerciando in stoffe: prima raccogliendo gli scarti degli altri, poi solcando il Mediterraneo infestato dai pirati saraceni con un manipolo di amici fedeli, e infine stabilendo una florida impresa. Sul suo cammino, però, inaspettata, trova anche la grande passione: l'aristocratica Bianca, bellissima e altera, che gli potrà concedere solo sporadici e infuocati incontri clandestini. Diviso tra l'affetto di moglie e figli e l'amore per Bianca, Jaume resta invischiato nel segreto del suo peccato.



Storia del mercante Jaume e della sua famiglia, questo romanzo racconta avventure e disavventure di un semplice mercante che con il lavoro e buona inventiva riesce a farsi strada nelle vie mercantili che dalla Barcellona del 1300 toccano le coste iberiche, siciliane fino a quelle lontane di Alessandria di Egitto.
Storia interessante ma non sono riuscita ad appassionarmi. Il primo scoglio contro cui mi sono sfracellata (ahahah....come sono spiritosa oggi...) è l'ambientazione. La Barcellona del 1300 sinceramente poco mi dice. Certo, l'autrice arricchisce il racconto di dettagli storici per dare un quadro al lettore dell'epoca, però francamente non è un periodo storico o un luogo che mi fa impazzire.
In tutto il romanzo poi ci sono tanti episodi, incendi, fughe, amori e via dicendo, però mi è sembrato tutto un po' piatto, poco coinvolgente. Ebbene si, cari lettori, mi ha annoiato! Speravo in ogni capitolo che succedesse qualcosa, volevo qualcosa che mi stupisse, qualcosa che magari non mi aspettavo e invece... niente. C'è quasi uno schema: problema, momento vagamente rocambolesco, soluzione da quattro soldi. E poi ricominciava!
Inoltre mi hanno lasciata piuttosto perplessa lo stile e il linguaggio utilizzati, che mi sono sembrati troppo...moderni. Soprattutto nel discorso diretto avrei voluto qualcosa di più realistico o comunque più idonea al periodo storico.
Passiamo ai personaggi che forse sono stati l'unico barlume di luce. Un barlume eh! Non esageriamo... I personaggi mi sono piaciuti, sono ben descritti e caratterizzati, hanno personalità che spiccano e alcuni hanno proprio dei bei caratterini. Certo, simpatici non sono e diverse situazioni mi hanno lasciata con l'amaro in bocca, a partire dalla dubbia paternità di Abelard, che poteva essere usata meglio, all'amore proibito di Alexia (vabhè, ce lo volevamo proprio mettere eh...), alle apparizioni in scena di Blanca, che arriva si spupazza (eh? che signora a modo che sono, potevo dire ben altro) Jaume e scompare. Alla fine quella che più mi è piaciuta è la povera Elvira che almeno h avuto il buon senso di non strangolare il marito.
Non c'è niente da afre, ci sono libri che si adorano e libri che sia odiano.... e questa volta mi è capitato il secondo caso....

Voto


La curiosità!
In più punti del romanzo si accenna a Santa Eulalia, patrona di Barcellona. Eulalia ad appena 13 anni subì il martirio durante il regno di Diocleziano, che tra il 303 e il 311 attuò una delle più sanguinose persecuzioni anticristiane della storia (non a caso fu dal Cristianesimo più volte indicato come l'AntiCristo). La ragazzina si rifiutò di rinnegare la fede cristiana e per questo venne sottoposta a 13 torture ( venne chiusa dentro un barile pieno di pezzi di vetro e fatta rotolare  lungo una strada, le vennero tagliati i seni, fu crocifissa su una croce ad X e infine decapitata). La tradizione vuole che al momento della morte una colomba bianca, simbolo della sua anima pura, spiccò il volo dal suo petto. Il suo corpo venne sepolto nella chiesa di Santa Maria de les Arenes, venne nascosto durante la dominazione araba della città e solo nel 1339 Santa Eulalia trovò finalmente riposo nella cripta della nuova Cattedrale della città che prese il suo nome. Ogni anno nella settimana del 12 febbraio la città festeggia la sua patrona con processioni di carri in maschera e balli tradizionali. Sul sito del Comune di Barcellona - settore cultura (Ajuntament de Barcelona) potete trovare tutte le informazioni sulla storia e i festeggiamenti, il programma e foto molto suggestive!

Alla prossima
Eliza

Continue Reading
1 commento
Share:

19 giugno 2015

Letture Geograficamente Sparpagliate #1: "Il mercante di stoffe" di Coia Valis

Buongiorno, come state? Dopo un mese e mezzo siamo tornate attive e vi proponiamo un'altra puntata della nostra rubrica condivisa. Cosa sono le "Letture Geograficamente Sparpagliate"? Una volta al mese scegliamo - estraiamo un libro che più o meno potrebbe interessare tutte o quasi, scriviamo una piccola recensione e la pubblichiamo in un unico post, in modo che voi lettori possiate avere tanti pareri al prezzo di uno.




Questo mese abbiamo un sacco di novità da comunicarvi: è entrata a far parte di questo pazzo gruppo un'altra Laura, (perché two...is mei che uan!!!) che ha subito accettato la sfida, nonostante questa lettura non fosse proprio nelle sue corde; e la nostra adorata Cuore Zingaro ha deciso di "emanciparsi", aprendo un blog tutto suo (non troverete più quindi "Il venerdì di Cuore" ospitato dal blog la Libridinosa).
Salvia e Stefania hanno gettato la spugna, la prima perché lo scorso mese era in piena "crisi del lettore", mentre l'Annusatrice di libri, a causa di impegni di forza maggiore non ha avuto proprio il tempo materiale. Speriamo che non ci abbandonino anche il mese prossimo.
Questo libro è stata una scelta combattuta, ma alla fine, dopo qualche scambio di opinioni, ha avuto la meglio sugli altri.
E' un romanzo storico molto famoso. Sono certa che questo post vi divertirà: il voto più basso è un 1 e mezzo e quello più alto è un bel 5, insomma ce n'è per tutti i gusti!! Qui sotto potrete trovare la scheda del libro con la sinossi e a seguire i commenti delle LGS.






Titolo: Il mercante di stoffe
Autore: Coia Valls
Casa Editrice: Sperling & Kupfer
Pagine: 457
Prezzo: 18,90€ - 10,90€ Pickwick
Anno: 2013



SINOSSI: Nel 1320 Barcellona è in fermento: sorgono palazzi, fioriscono commerci, le strade si riempiono di viaggiatori provenienti da tutto il mondo. Le vie traboccano di profumi esotici e spezie, di stupendi tessuti e di scintillanti gioielli cesellati dagli orafi di tutta Europa. Una città così nuova e attiva offre mille occasioni a un giovane intelligente e pronto a tutto. Come Jaume Miravall. Che vuole diventare un ricco mercante e fondare una grande famiglia. Due imprese ambiziose, due obiettivi che richiedono coraggio, lavoro, astuzia e fortuna. E che possono essere messi in pericolo dai segreti e dai peccati di un uomo. Quando arriva a Barcellona, insieme con la dolcissima moglie Elvira, Jaume deve accontentarsi di vivere in un miserabile quartiere dove tradimento, malvagità e morte fanno parte indissolubile del paesaggio. Ma non si lascia scoraggiare e, mentre Elvira dà alla luce l'attesissimo primo erede, Jaume si avventura nella città alla ricerca della sua occasione. La troverà commerciando in stoffe: prima raccogliendo gli scarti degli altri, poi solcando il Mediterraneo infestato dai pirati saraceni con un manipolo di amici fedeli, e infine stabilendo una florida impresa. Sul suo cammino, però, inaspettata, trova anche la grande passione: l'aristocratica Bianca, bellissima e altera, che gli potrà concedere solo sporadici e infuocati incontri clandestini. Diviso tra l'affetto di moglie e figli e l'amore per Bianca, Jaume resta invischiato nel segreto del suo peccato.




Cuore Zingaro: Il cuore in un libro 







Che onore partecipare al secondo appuntamento con le Letture Sparpagliate, è un piacere avervi qui a condividere con noi i pensieri sul libro votato e scelto dalle LGS: Il Mercante di stoffe di Coia Valls.
Premetto che il romanzo storico non rientra tra i generi che prediligo, ma essendo una lettura condivisa, l'ho affrontata positivamente.
Il romanzo ha suscitato in me emozioni contrastanti: ho trovato alcune parti prolisse, che sembravano essere messe li per allungare il numero delle pagine, che mi hanno annoiata, d'altro canto ho apprezzato lo stile scorrevole dell'autrice, l'ambientazione, l'affascinante Barcellona del 1300 , i personaggi così ben definiti da prendere vita, ho adorato quelli femminili, l'ambizioso mercante e le sue conquiste mi hanno colpita.
Qualche colpo di scena in più non mi sarebbe dispiaciuto, ma forse questo è un genere che non lo richiede, posso comunque affermare che questa lettura è perfetta per gli amanti dei romanzi storici.
La mia recensione completa sarà sul blog il 26 giugno.


Daniela: Un Libro per amico 



Un romanzo storico che porta a navigare per mari verso rotte sconosciute mercanteggiando merci, m anche vite umane ed il futuro delle persone.
Con uno stile che permette di entrare a pieno nel periodo storico in cui le vicende sono narrate l'autrice ha saputo creare un intreccio di vite ed avvenimenti capaci di far leggere queste più di 450 pagine senza mai un attimo di noia, tenendo l'attensione del lettore sempre alta, grazie anche ai diversi colpi di scena che vengono disseminati qua e là.
Facilissimo affezionarsi ai personaggi di questo romanzo. Personaggi che credo siano lo zoccolo duro di questo libro; tutti, dal più importante uomo di chiesa, al più misero ed umile servo sono cararatterizzati in modo splendido, ognuno con una propria connotazione, con le proprie caratteristiche, con la propria storia.
La bravura dell'autrice ci permette di conoscere a fondo ognuno di loro, di immaginarceli nell'aspetto e nelle caratteristiche umane.
Un intreccio di vite e situazioni creato in modo perfetto, capace di dare un quadro completo di un pezzo di storia, di un tipo di società che solo grazie ad opere così magistrali - seppur romanzate - possiamo immaginare provando ad immedesimarci.
Un romanzo che mi ha affascinato senza riserve.
Unico appunto che mi sento di fare sono alcune situazoni importanti che avrei preferito vedere approfondite ed altre meno importanti in cui invece ho avuto l'impressione che siano state un po' trascinate.






Non mi tiro indietro davanti ad un nuovo autore/autrice o un genere diverso da quelli che di solito leggo, anzi mi piace buttarmi nella mischia e scoprire qualche novità. E così è stato per Il mercante di stoffe. Letta la trama immaginavo non fosse il mio genere, tuttavia… non si sa mai! Ecco, ora è ufficiale, non è il mio genere. Il libro mi ha annoiato a morte. La storia è interessante ma troppo piatta per i miei gusti. I vari eventi che costellano la vita del mercante Jaume e della sua famiglia non mi ha coinvolta. Ogni pagina che giravo speravo in qualcosa che mi stupisse… ma niente. Se a questo aggiungiamo un’ambientazione, geografica e temporale, che mi piace poco ecco… diciamo che non è il libro che fa per me!


Laura: La Libridinosa 




Quello che mi ha maggiormente colpito di questo romanzo è la capacità con cui l'autrice riesce a descrivere luoghi e personaggi in maniera talmente veritiera che si ha la sensazione, durante la lettura, di poter toccare tutto con mano, di percepire gli odori delle spezie, i colori delle stoffe; sembra quasi che i personaggi interagiscano con noi, raccontandoci le loro vite, le loro emozioni, le loro sensazioni.
Ambientato in un'epoca talmente lontana che la lettura potrebbe quasi spaventare, questo romanzo riesce a penetrare nell'anima del lettore e si fatica davvero a staccarsene.
I personaggi sono perfetti: pregi e difetti contraddistinguono ognuno di loro e, durante la lettura, ci si trova a parteggiare per l'uno o per l'altra a seconda degli eventi.
La scrittura di Coia Valls è davvero scorrevole, piacevole, precisa, ma mai noiosa. 
Una storia che scorre veloce e che si legge davvero volentieri!


Allora che ne pensate? A chi di noi va la vostra simpatia? Siamo curiose di conoscere il vostro pensiero, proprio perché questo libro è stato odiato oppure amato alla follia! De gustibus...non disputandum est.

Alla prossima,
Salvia, Cuore, Dany, Laura, Laura, Stefania

Continue Reading
Nessun commento
Share:

18 giugno 2015

"Dov'è finita Audrey?" di Sophie Kinsella

Buon pomeriggio amici lettori!
Ecco un nuova recensione. Grazie alla Mondadori ho potuto leggere appena uscito il nuovo libro di Sophie Kinsella, Dov'è finita Audrey. Dopo una serie di chic-lit e commedie, come la serie I love shopping, l'autrice si butta su un nuovo genere lo young adult, rivolgendosi per lo più ai giovani, ma a mio parere strizzando anche l'occhio agli adulti.


Titolo: Dov'è finita Audrey?
Autore: Sophie Kinsella
Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide
Pagine: 285
Ebook: € 6,99
Cartaceo: € 16,00
Data di pubblicazione:  9 giugno 2015
Link Amazon: Dov'è finita Audrey?  

TRAMA

Audrey ha quattordici anni e da tempo non esce più di casa. Porta perennemente grandi occhiali scuri, e non certo per fare la diva, ma perché questo è il suo modo per proteggersi dalle persone che la circondano e sfuggire al rapporto con gli altri. A scuola le è successo qualcosa di brutto che l'ha profondamente segnata, e ora Audrey è in terapia per rimettersi da attacchi d'ansia e panico che non le permettono di condurre una vita serena e avere contatti con il mondo esterno. Prigioniera nella propria casa, riesce a guardare negli occhi solo Felix, il fratellino più piccolo. Suo fratello Frank, invece, ha un anno più di lei ed è ossessionato dai videogames e - con grande preoccupazione della madre iperprotettiva e vagamente nevrotica - non si stacca un attimo dal computer e dal suo amico Linus che condivide la sua stessa mania. Quando Audrey incontra Linus per la prima volta, nasce in lei qualcosa di diverso, e piano piano riesce a trovare il modo di comunicargli le sue emozioni e le sue paure. Sarà questa la scintilla che aiuterà non solo lei, ma la sua intera famiglia scombinata. "Dov'è finita Audrey?" è un romanzo caratterizzato da una grande empatia in cui si ride e ci si commuove. Sophie Kinsella riesce ad alternare momenti di puro humour ad altri più seri e teneri con grandissima sensibilità, raccontando il percorso verso la guarigione di una fantastica e coraggiosa ragazzina e parlando al cuore di tutti.




E' da qualche mese che sapevo dell'uscita di questo libro e se da una parte ero curiosa, dall'altra lo temevo un po'. Mi piace la Kinsella ma la brutta esperienza con Fermate gli sposi! (lascio QUI la mia recensione se siete curiosi) mi ha segnato profondamente. Quando Anna della Mondadori mi ha proposto la lettura ci ho pensato su un attimo e alla fine mi sono detta che un'autrice che ho amato tanto meritava un'altra possibilità. E ho fatto bene perché con questo libro Sophie Kinsella non solo si riconferma come autrice ironica e brillante ma affronta anche un genere per lei nuovo, lo young adult, ma in maniera molto particolare.
La storia di Audrey e della sua famiglia conquista subito per i loro rapporti strani e divertenti, per la fissa della madre Anne per il Daily Mail, per la testa tra le nuvole del padre Chris, per la dolcezza con cui il piccolo Felix guarda il mondo e per la testardaggine di Frank a giocare a LOC. Ovviamente però quello che più mi ha colpito è Audrey e la sua situazione. Il libro parla infatti di bullismo a scuola, un tema molto attuale purtroppo, in Inghilterra come in Italia. Audrey è stata infatti la vittima designata di un gruppo di ragazze e in seguito a ciò l'ha colta una profonda depressione, costringendola a rinchiudersi nelle mura domestiche. Audrey teme il mondo, il contatto anche visivo con gli altri, ha paura dei rumori forti, della folla, degli sguardi. Quindi non esce da casa, se qualche estraneo entra lei scappa e si rifugia nel suo nido, vive perennemente con gli occhiali da sole, un modo per schermarsi, per nascondersi. Ciò che mi ha colpito è come la Kinsella ha trattato un argomento così serio e delicato, in maniera ironica  leggera. Non l'ha sminuito, lo fa vedere attraverso gli occhi di una ragazzina di 14 anni che sta cercando di riprendere in mano la sua vita e lo propone senza pietismo o imbarazzo. Mostra semplicemente la vera Audrey, le sue paure, il suo cuore che batte furiosamente, il suo cervello lucertola. Inoltre l'autrice in realtà non ci dice cosa è successo ad Audrey. Sappiamo cioè che tre ragazze l'hanno perseguitata a scuola (e non solo) ma non entra nei dettagli di ciò che le hanno fatto, perché non ne ha bisogno. Le paure della ragazza, le reazioni della sua famiglia ai suoi stati ci danno tutta la drammaticità dell'episodio necessaria alla storia senza però esagerare.
Non è un libro triste, proprio no. ha un leggerezza e un'ironia che ti fa entrare in sintonia con Audrey ma anche con i suoi familiari.
La famiglia Turner è strana, folle, pazza, ma anche assolutamente perfetta. Non sono un famiglia patinata, finta, litigano e pure tanto, si insultano, ma sono anche uniti. Audrey è una vera eroina, dolce e  simpatica, minata nelle sue sicurezze riesce a coinvolgere il lettore nella sua vita, ad essere simpatica senza farsi commiserare. Non ti viene da dire "povera Audrey", ma tifi comunque per lei, perché riesca a riappropriarsi del suo futuro, perché riesca a togliersi gli occhiali e a entrare da Sturbacks, perché prenda coraggio e faccia un contatto-scarpa con Linus.
L'unico appunto che mi sento di fare riguarda la copertina italiana, veramente brutta!
Per motivi di tempo ho aspettato quasi un giorno a fare questa recensione e mano mano che passava il tempo e mi ritrovavo a pensare a questo libro mi sono ritrovata ad esserne sempre più entusiasta ed ad alzare il voto. Leggetelo, che siate adolescenti o grandi, che andiate a scuola o lavoriate, che siate figli o genitori, entrate nell'anima di Audrey e della sua famiglia, ne rimarrete conquistati!

Voto


La curiosità
Questa volta non è una curiosità, termine affatto adatto dato l'argomento. Visto che il libro della Kinsella racconta la storia di una vittima di bullismo, volevo proporvi qualche dato su questo terribile fenomeno. La fascia di età più colpita è tra i 14  e i 17 anni, con 2 ragazzi/ragazze colpite. Aumentano in maniera esponenziale i casi di bullismo femminile, con 1 vittima su 3 che denuncia la presenza femminile tra gli aggressori. Pochi sono però colore che denunciano i soprusi e chiedono aiuto, 1 vittima su 3 non ne parla con nessuno, chi per vergogna (il 30%) chi per farsi giustizia da soli (il 24 %). Tra chi è testimone di atti di bullismo 1 su 4 non denuncia o interviene, preferendo l'omertà. (fonte: Polizia di Stato, dati di aprile 2015)
Vi consiglio il sito del progetto del Ministero dell'istruzione Smonta il bullo, dove potrete trovare dati, approfondimenti, la normativa e tutti i contatti per avere informazioni e denunciare episodi di bullismo (come vittima o spettatore e anche di bullismo informatico!).

Alla prossima 
Eliza

Continue Reading
13 commenti
Share:

In arrivo...Le letture Geograficamente Sparpagliate

Buongiorno amici lettori!
Come procede la vostra settimana? 
Vi scrivo due righe veloci veloci per fare un piccolo annuncio. Da questo mese troverete sul blog una nuova rubrica (lo so, in questo periodo spuntano rubriche come funghi!) in collaborazione con Salvia di Desperate Bookswife, Laura di La Libridinosa, Daniela di Un libro per amico, Cuore Zingaro di Il cuore in un libro e Stefania di La ragazza che annusava i libri. Sparpagliate per mezza Italia con questa rubrica, dal titolo Letture Geograficamente Sparpagliate, vi parleremo, con delle mini recensioni, di un libro che abbiamo deciso di leggere insieme. In realtà le ragazze hanno già fatto una prima puntata, ma io come al solito mi faccio attendere e arrivo solo ora, ma meglio tardi che mai! Già domani troverete sui nostri blog in contemporanea una nuova lettura! Vi aspetto numerosi!!


Alla prossima
Eliza

Continue Reading
2 commenti
Share: