21 giugno 2016

Recensione: Sfida al potere - Brad Meltzer

Buongiorno lettori!
Secondo thriller di fila. Dopo La via del male ho, infatti, iniziato l'ultimo libro di Brad Meltzer (per il quale ringrazio la Garzanti e il suo ufficio stampa!). Avevo voglia di un po' di sana avventura, di suspence e anche di un po' di storia...



Sfida al potere (Culper Ring #3)
di Brad Meltzer
Garzanti | Narratori Moderni | 415 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €19,90
16 giugno 2016


Trama
È notte. L'erba del prato perfettamente curato che circonda la Casa Bianca risplende sotto la luce delle torce elettriche. La First Lady ha deciso di fare una passeggiata nel Giardino delle Rose, accompagnata dalle sue guardie del corpo. Ma mentre cammina inciampa in un cumulo di terra smossa. Sotto, un'agghiacciante scoperta: un braccio umano. Il braccio amputato stringe ancora tra le dita una medaglietta su cui è inciso un numero misterioso. Un numero che non dice nulla agli agenti dei servizi segreti che indagano sul caso, ma molto eloquente per Beecher White, giovane e brillante archivista della Casa Bianca. È il numero identificativo di Nico, un pericoloso killer, appena evaso dal penitenziario di massima sicurezza dove era rinchiuso. Il suo piano è, da sempre, riuscire a uccidere il presidente degli Stati Uniti. E il macabro ritrovamento è un messaggio in codice per i suoi complici. Solo Beecher White, in quanto appartenente all'ordine segreto del Culper Ring, da secoli preposto alla difesa del presidente, può decifrarlo e salvare la Casa Bianca. Ma nel farlo Beecher scoprirà anche verità inaspettate sul suo passato e sulla sua famiglia. Verità sconvolgenti, tali da mettere in pericolo la sua stessa vita e quella delle persone a lui più care, che conducono a un'isola che non appare su nessuna mappa, l'Isola del Diavolo...

Eh niente, questo mese va così. Se non sono pezzi di cadaveri ritrovati nei posti più strani non li voglio, anzi non li leggo. In questo caso un braccio viene trovato niente meno che dalla Firth Lady degli Stati Uniti nel famigerato Giardino delle Rose alla Casa Bianca. Insomma non in un posticino qualunque e poco sorvegliato. Cosa significa tutto ciò? Un avvertimento? Probabile, anche perché nella mano viene rinvenuto un oggetto che rimanda a Beecher White, archivista ma soprattutto membro del Culper Ring, l'ordine a protezione della presidenza. Ma come nei migliori thriller non tutto è come sembra e dietro a questo macabro ritrovamento c'è molto di più, un segreto che porterà Beecher alla scoperta del passato di suo padre e ad un progetto incredibile.

Mi piacciono sempre i libri che hanno come contesto gli intrighi alla Casa Bianca, la storia degli Stati Uniti e simili. Sebbene siano una nazione relativamente recente riescono ad avere una miriade di misteri, segreti, isole sconosciute, ordini segreti... Pensate solo alla quantità di libri e film nati da questi scenari. Quindi quando ho visto questo libro ho voluto provare. Non avevo mai letto nulla di Meltzer, sebbene lo conosca dal programma su History Channel, e mi sono dovuta ricredere. Ero partita un po' prevenuta, immaginandomi il solito autore, magari un po' pomposo, che finisce con l'essere anche noioso. Invece i capitoli scorrono che è un piacere, sono brevi e d'effetto, cosa che prediligo. In ogni capitolo troviamo punti di vista differenti e tanti salti temporali, anzi è un continuo. Forse è anche troppo dato che spesso mi sono ritrovata un po' confusa, ma c'è di buono che essendo i capitoli molto brevi si ha un ritmo molto veloce e quindi questi salti qua e là risultano spaesanti ma non pesanti.

Passiamo alla storia. E' naturalmente una storia avvincente e intrigata, di quelle che ti immagini facilmente in tv o sullo schermo di un cinema. Ci sono tutti gli ingredienti principi del genere, ordini segreti, un'isola sconosciuta, il potere, una caccia al tesoro, un cattivo con una caratteristica particolare. Inoltre, al mistero vero e proprio, alle fughe, alle cacce al tesoro, l'autore unisce in maniera semplice e convincente anche la vita personale e familiare del nostro protagonista Beecher, facendoci sentire la voce dal passato del padre mai veramente conosciuto.
E' una storia che narra di potere (e del suo mantenimento) ma anche una storia che parla di dolore, quello di un'infanzia a metà, quello di un padre per una figlia, quello di una donna alla fine della sua vita.

In conclusione, non sarà il capolavoro dell'anno, ma è una di quelle letture perfette per staccare la spina  e soprattutto  per questo periodo dell'anno. Promosso!

Voto

Alla prossima

La Biblioteca di Eliza
La Biblioteca di Eliza

Laura 35 anni. Blogger. Italy♥ Datemi un libro, un thè e una giornata piovosa, mi farete felice. Ogni libro è un'avventura incredibile e io voglio viverla! Voi no?

7 commenti:

  1. c'è stato un periodo che non mi perdevo neanche un film di questo genere. Devo dire che non ne leggo tanti ma chissà, magari un pensierino lo faccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho avuto la fase "Dan Brown" e simili, poi mi erano venuti a noia. Ora li sto riprendendo in mano, magari in maniera più diluita :)

      Elimina
  2. Ci farò un pensierino. Lo aggiungo in lista ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, dai tutta la colpa a me se la tua wish si allunga a dismisura! ;)

      Elimina
  3. Ciao, hai detto di essere alla prima lettura di Meltzer. Uno dei protagonisti di questo libro si chiama Nico, mi son ricordato che Nico si chiamava il protagonista negativo de Il libro del Fato. Mica ci sono dei rimandi a questo libro? O si tratta di semplice omonimia? Anche perché onestamente non ricordo se finì ucciso o internato.
    Ciao ciao e scusa il disturbo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Massimo!
      Nessun disturbo. Allora, Il libro del fato non l'ho letto però potrebbe essere lo stesso personaggio, in Sfida al potere non mi pare si dica mai il suo nome completo, però il suo personaggio ha allucinazioni ed è stato internato. Quindi potrebbe essere ;)

      Elimina
  4. Sono andato a controllare, Nico nel libro che dico io finisce in realtà in una casa di cura. Ed è uno di quei cattolici fanatici, magari se il tuo Nico lo è gli indizi salgono a due.
    Detto ciò, ti consiglio Il decimo giudice, che ho trovato migliore de Il libro del Fato, e qualcuno una volta mi suggerì Ricatto incrociato.
    Ciao ciao

    RispondiElimina

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^