Follow Us @biblio_eliza

28 febbraio 2013

Chi ben comincia...#11

febbraio 28, 2013 2 Comments
Buongiorno lettori!
Dopo la pausa della settimana scorsa torna oggi la rubrica Chi ben comincia..., ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri. Vi ricordo brevemente le regole della rubrica:


  • prendere un libro a caso dalla libreria
  • trascrivere le prime righe
Il libro di questa settimana è un grande classico, uno di quei volumi che tutti abbiamo, o almeno dovremmo, avere nella libreria, e cioè...rullo di tamburi... Le avventure di Sherlock Holmes di sir Arthur Conan Doyle. Io ho un'edizione un po' vecchiotta, del 1991, un 'economica della Newton (le famose edizioni 2000 lire...mihh che tempi!!); ovviamente non ho trovato l'immagine della copertina corrispondente, quindi piuttosto che mettervi una brutta foto, vi metto l'immagine di un 'edizione più recente.

Le avventure di Sherlock Holmes
di sir Arthur Conan Doyle
ed. Newton Compton

Uno scandalo in Boemia
Per Sherlock Holmes ella è sempre la donna. Raramente l'ho sentito accennare a lei in altro modo. Ai suoi occhi, supera e annulla tutte le altre esponenti del suo sesso. Non che egli provasse un'emozione simile all'amore nei confronti di Irene Adler. Tutte le emozioni, e quella in particolare, erano respinte con orrore dalla sua mente fredda, precisa, mirabilmente equilibrata. A mio parere, era la più perfetta macchina pensante e ponderante che esista al mondo ma il sentimento amoroso lo avrebbe messo in una posizione falsa. Non parlava mai delle passioni più dolci se non con un sorriso ironico e beffardo. Erano utili all'osservazione - uno strumento eccellente per sollevare il velo che ricopre motivi e azioni dell'umanità. Ma, per un professionista del ragionamento, ammettere questi elementi estranei nel delicato macchinario di precisione del proprio temperamento equivaleva a introdurre in esso un fattore di distrazione che avrebbe potuto pregiudicarne tutti i risultati mentali. 

Quanto mi piace Sherlock Holmes!! E voi? Che ne dite?

Alla prossima
Eliza

27 febbraio 2013

Recensione: Domeniche da Tiffany - James Patterson, con Gabrielle Charbonnet

febbraio 27, 2013 2 Comments
Nuovamente buongiorno a tutti!
Ho finito di leggere Domeniche da Tiffany di James Patterson. Devo dire che leggere questo libro è stato un parto, non per il libro in se, ma tra influenza, lavoro arretrato e cavoli vari, c'ho messo una vita a leggerlo, ed è appena di 258 pagine...Va bhè, per questo mese è andata così!

Domeniche da Tiffany
di James Patterson, 
con Gabrielle Charbonnet
ed. Corbaccio
pp. 258
€ 15,60

Trama
La piccola Jane non ha nessuno. Sua madre, una potente manager di una compagnia teatrale di Broadway, non ha tempo per lei. L'unico amico è Michael. Bello, divertente, rassicurante... Ma lo può vedere solo lei, è il suo amico immaginario. Eppure, molti anni dopo Jane, ormai trentenne, incontra Michael di nuovo, sempre perfetto come lo ricordava. E nessuno dei due riesce a capire come sia possibile quell'incontro.

Recensione
Domeniche da Tiffany è un libro dolce e delicato, una bella storia d'amicizia e d'amore. Jane è una bambina dolce e intelligente ma sola, con una madre distante e impegnata. Ha solo Michael, il suo amico immaginario, che l'accompagna  a scuola, le fa compagnia mentre mangia il gelato, la consola quando il padre non la porta con se a Nantucket. Tuttavia è il momento anche per Michael di andarsene, il mondo degli amici immaginari ha le sue regole e quando il bambino diventa grande loro devono andarsene, non lasciando neanche un ricordo di se.  Leggendo questa prima parte del libro sfido chiunque a non commuoversi davanti a questa bimbetta lasciata sola il giorno del compleanno e poi abbandonata dal suo amico immaginario. Davanti alle urla disperate di Jane la lacrima deve scendere e il cuore stringersi.
Jane cresce e diventa una splendida donna, ferma sotto il controlla della madre che non si cura della felicità della figlia preferendo la propria. Ha un uomo che non ama e non rispetta e che crede le stia facendo un favore a stare con lei. E' in questo quadro che Michael torna nella sua vita. Si perchè Jane, contro ogni aspettativa e regola, non l'ha dimenticato, anzi si è aggrappata al suo ricordo per tutti questi anni. 
Ovviamente non vi racconterò il seguito, ma posso dirvi che il finale un po' mi ha stupito...
E' un libro molto piacevole da leggere. E' diviso in capitoli brevissimi quindi la lettura è rapida e veloce. La narrazione passa da un personaggio all'altro, ora Jane ora Michael, e ogni tanto si estranea da entrambi passando alla terza persona, come se qua e là ci fosse uno sguardo dall'alto. Questo espediente narrativo all'inizio non mi convinceva, poi continuando la lettura ho iniziato a trovarlo interessante, perchè è come se ti facesse continuamente muovere nella scena, osservando da tanti punti di vista. 
Mi sono molto piaciuti i personaggi, ben delineati lungo tutto il libro. Ovviamente Jane è la mia preferita perchè impariamo a conoscerla piano piano, lungo il racconto, prima bambina poi donna adulta. 
E' il primo libro di James Patterson che leggo e devo dire che ne sono rimasta soddisfatta. Ora vorrei leggere Matrimonio a sorpresa...

Voto...




Eliza

W...W...W...Wednesdays #14

febbraio 27, 2013 0 Comments
Buongiorno lettori!
Torna la rubrica del mercoledì, W...W...W...Wednesdays, ideata dal blog Should Be Reading, con la quale vi parlo dei libri che ho appena finito, di quelli che sto leggendo e di quelli in programma. Basta ovviamente rispondere alle tre domande che seguono...

1. What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
     Domeniche da Tiffany di James Patterson, con Gabrielle Charbonnet


2. What did you recently finish reading? (Qual'è il libro che hai appena finito di leggere?)
     Morte a Pemberley di P.D. James


3. What do you think you'll read next? ( Quale sarà la tua prossima lettura?)
     Anna vestita di sangue di Kendare Blake


Alla prossima
Eliza

26 febbraio 2013

Teaser Tuesdays #14

febbraio 26, 2013 0 Comments
Buongiorno lettori!!
Questo martedì torna (finalmente) la rubrica Teaser Tuesdays, ideata dal blog Should Be Reading. Ecco le poche e semplici regolette da seguire:

  1. Prendi il libro che stai leggendo
  2. Apri una pagina a caso
  3. Trascrivi un breve pezzo, facendo attenzione a non fare spoilers
  4. Riporta titolo e autore del libro
Facile vero? Allora, il Teaser di questa settimana è tratto da Domeniche da Tiffany, di James Patterson...

Stava pensando ad una cosa sorprendente che Jane aveva detto quando aveva solo quattro anni. Vivienne era andata in Europa per un mese. Michael era preoccupato per come Jane avrebbe affrontato la situazione, ma Jane aveva alzato le spalle e aveva detto: "Amare significa non separarsi mai". Michael non l'avrebbe mai dimenticato, una frase uscita nente meno che dalla bocca e dal cervello di una bambina di quattro anni. Ma Jane era così, no? Era incredibile.

Domeniche da Tiffany
di James Patterson
ed. Corbaccio
pp. 258
€15,60

Finora è un libro molto piacevole, un po' malinconico in alcuni punti, ma sta piacendo.

Alla prossima
Eliza

25 febbraio 2013

Libri in tv #2

febbraio 25, 2013 8 Comments
Buon lunedì ragazzi!
Che bello son tornata! Sono stata veramente male per tutta la settimana! Ora per fortuna sono in ripresa.
Ovviamente sono rimasta indietro con tutte le rubriche e anche con le letture, ma ora piano piano mi rimetto in pari!

Ecco il secondo appuntamento con la rubrica dei Libri in tv! Anche per questa settimana ci sono cose davvero carine...

Settimana dal 25 febbraio al 03 marzo 2013:

Martedì 26
- Rai Movie, ore 15:55
Il pranzo di Babette, di Gabriel Axel, con Bibi Andersson, Stéphane Audran, Jarl Kulle, Lisbeth Movin, Bendt Rothe, titolo originale Babettes gaestebud, commedia, durata 103' min.,  Danimarca 1987

Al servizio di due vecchie signorine norvegesi, Babette Hersant, cuoca francese emigrata, spende una forte somma vinta alla lotteria per allestire un pranzo per dodici persone che è un'opera d'arte gastronomica. Tratto dall'omonimo racconto, del 1958, di Isak Dinesen, pseudonimo di Karen Blixen. 



Mercoledì 27
- Rai 2, ore 21:05
Tutto Dante, l'11esimo dell'Inferno

Torna lo spettacolo di Roberto Benigni con l'esegesi dei canti più famosi della Divina Commedia.



- Canale 5, ore 21:10
Harry Potter e i doni della morte, parte 2, di David Yates, con Emma Watson, Daniel Radcliffe, Rupert Grint, Helena Bonham Carter, Bonnie Wright, titolo originale Harry Potter and the Deathly Hallows: Part II, fantastico, durata 130 min., USA, Gran Bretagna 2011.

Capitolo finale della saga del maghetto ideata da J.K. Rowling.

Giovedì 28
- Italia 1, ore 00:25
The Vampire Diaries, 3 serie
pt. 03 La fine della storia
pt. 04 Comportamento molesto







- Rai Movie, ore 10:50
Va dove ti porta il cuore, di Cristina Comencini, con Virna Lisi, Tchéky Karyo, Margherita Buy, Massimo Ghini, sentimentale, durata 106' min.,  Italia 1996.

Tratto dal romanzo di Susanna Tamaro, racconta la storia di Marta, partita per l'America, dopo essere stata allevata per anni dalla nonna Olga. A causa di alcune divergenze, tra nonna e nipote c'è l'accordo provvisorio di non contattarsi per un certo periodo. Sentendo di non avere più molto da vivere e giunta a poche settimane dalla sua morte, Olga sente tuttavia il bisogno urgente di confessare alla nipote Marta alcuni aspetti importanti della propria esistenza e della storia di famiglia. Per superare indirettamente il ponte del silenzio, decide di lasciarle il suo messaggio per iscritto.

Venerdì 01
- Rai Movie, ore 19:25
Cuore di tenebra, di Nicolas Roeg, con James Fox, Tim Roth, John Malkovich, Iman, titolo originale Heart of Darkness, drammatico, durata 100' min., USA 1994

Tratto dal romanzo breve di Joseph Conrad. Marlowe racconta di aver avuto l'incarico di sostituire un capitano fluviale ucciso dagli indigeni nell'Africa centrale. Si imbarca su una nave francese e, giunto alla stazione della compagnia, vede come gli indigeni muoiano di stenti e di sfruttamento. Dopo un lungo viaggio di duecento miglia sul fiume rintraccia Kurtz, un leggendario agente capace di procurare più avorio di ogni altro. In realtà Kurtz, uomo solo e ormai folle, è quasi morente. Viene convinto a partire, ma muore sul battello che lo trasporta, dopo aver pronunciato un discorso che non può nascondere "la tenebra del suo cuore".

- Rai 3, ore 21:05
Artur e il popolo dei Minimei, di Luc Besson, con Freddie Highmore, Mia Farrow, Penny Balfour, Doug Rand, Adam LeFevre, titolo originale Arthur et les Minimoys, animazione, durata 102 min., Francia 2006.

Arthur ha dieci anni e molte preoccupazioni. Sui genitori non può contare, visto che l'hanno lasciato in campagna dalla nonna e non si fanno mai vedere. La nonna è simpatica, la casa è bella, ma un malvagio speculatore medita di impossessarsene. Quanto al nonno, è misteriosamente scomparso da quattro anni. Arthur è solo un bambino... A chi chiedere aiuto? Nella biblioteca del nonno, Arthur trova qualcosa che lo aiuterà ad andare nel paese dei Minimei... solo loro possono salvare la situazione. Dal romanzo di Luc Besson. 


Sabato 02
- Italia 1, ore 19:20
Un ponte per Terabithia, di Gabor Csupo, con Josh Hutcherson, AnnaSophia Robb, Robert Patrick, Zooey Deschanel, Bailee Madison, titolo originale Bridge to Terabithia, fantastico, durata 95 min., USA 2007

Jesse è un ragazzino che ha un amore per il disegno e la pittura. La famiglia e la scuola, però non gli danno credito e, spesso, è irriso da qualche bulletto di classe. L'improvvisa e magica amicizia con Leslie lo conduce in un mondo di fantasia, dove la creatività può essere liberata. Dal romanzo di Katherine Paterson. 


- Italia 1, 0re 21:10
Harry Potter e la pietra filosofale, di Chris Columbus, con Daniel Radcliffe, Rupert Grint, Emma Watson, John Cleese, Richard Harris, titolo originale Harry Potter and the Philosopher's Stone, fantastico, durata 151 min., USA 2001.

Harry Potter vive con gli zii e il cuginetto sin dalla più tenera età dopo la morte dei suoi genitori. I parenti non lo amano per nulla. Harry sta ormai per compiere undici anni e viene guardato male anche per alcune sue capacità 'magiche'. Che sono effettive perché Harry è figlio di maghi e comincia a ricevere lettere, regolarmente sequestrate, portate da gufi. Dovrà giungere il gigantesco Hagrid a recapitargliene personalmente una perché possa apprendere di essere stato ammesso a frequentare la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Dal primo libro della saga di J.K. Rowling.

Alla prossima
Eliza

19 febbraio 2013

Avviso!

febbraio 19, 2013 5 Comments
Buona sera ragazzi!
Post veloce per avvertirvi che oggi non pubblicherò la rubrica Teaser Tuesdays. Mi spiace ma la febbre non accenna ad abbassarsi, quindi me ne vado a nanna sperando che un buon sonno e il medicinale facciano il loro dovere. Se domani sto meglio la pubblico domani, altrimenti per questa settimana salterà.

Un bacio (no meglio di no, se no faccio l'untrice!)...
Alla prossima
Eliza

Recensione: Morte a Pemberley - P.D. James

febbraio 19, 2013 8 Comments
Buongiorno ragazzi!
Ebbene si, l'influenza mi ha scovato! Sono due giorni che sono a letto, e la situazione non sembra migliorare: febbre e tosse imperversano. C'è di buono che stando a casina a far nulla ho modo di leggere in tutta tranquillità. Giusto questa mattina ho ultimato Morte a Pemberley di P.D. James.

Morte a Pemberley

di P.D. James
ed. Mondadori
pp. 345
€ 18,50

Trama
Inghilterra, 1803. Darcy ed Elizabeth, i protagonisti di Orgoglio e pregiudizio, sono felicemente sposati da sei anni e vivono nella splendida tenuta di Pemberley, insieme ai due figli. Loro vicini di casa sono Jane, sorella maggiore di Elizabeth, e il marito Charles Bingley, vecchio amico di Darcy. In una fredda e piovosa serata di ottobre, mentre fervono gli ultimi preparativi per il ballo che si terrà l'indomani, fa il suo inatteso ingresso Lydia Wickham, sorella minore di Elizabeth e Jane. Lydia, in preda a una crisi isterica, chiede l'aiuto degli uomini presenti perché ritrovino il marito scomparso, insieme all'amico capitano Denny, nel bosco della tenuta. Darcy trova Wickham che piange disperato sul cadavere dell'amico Denny, accusandosi della sua morte. Dell'arma del delitto non c'è traccia. Ottimo romanzo d'atmosfera e dalla scrittura forbita che prende il via dove Orgoglio e pregiudizio si chiude, proponendosi come una sorta di rivisitazione in chiave gialla. Dalla descrizione degli oggetti a quella più complessa degli animi, l'autrice fa rivivere gli stessi personaggi introducendo la variante di un possibile delitto.

Recensione
Oramai credo vi sia chiara la mia passione per Jane Austen. Certo, molti storcono il naso davanti ai moderni seguiti dei romanzi della scrittrice inglese. Io invece li leggo sempre con piacere, spinta dalla curiosità di vedere come Elizabeth e Mr Darcy, Elionor e Edward, ecc., abbiano proseguito le loro vite. Certo, niente a che vedere con i romanzi originari, ma finchè si tiene a mente la differenza per me non ci sono grossi problemi. Non bisogna fare l'errore di fare paragoni.
Ho già letto alcuni sequel in chiave mistery, come i romanzi di Carrie Bebris e mi sono piaciuti. Quindi, quando ho visto che sarebbe stato pubblicato in Italia Morte a Pemberley ero molto incuriosita.
Devo dire che essendo il prodotto di una scrittrice di gialli più che affermata mi aspettavo che l'aspetto mistery fosse più articolato e intrigante. la storia dell'assassino è abbastanza semplice e facilmente intuibile.
Il punto di forza del libro è l'atmosfera. La James ha ricreato perfettamente le atmosfere regency di Orgoglio e pregiudizio, nei personaggi, nei luoghi, nei dialoghi. 
Quello che mi ha lasciato più perplessa è Darcy. Non so, io l'ho sempre immaginato come il gentiluomo fermo e deciso, sempre padrone della situazione. Qui invece, in diversi momenti è descritto troppo titubante e dimesso. 
Molta carina l'idea dell'incipit, un chiaro omaggio a quello famoso di Orgoglio e pregiudizio
Era opinione comune delle donne di Meryton che Mr e Mrs Bennet di Longbourn fossero stati fortunati riguardo alla sistemazione di quattro delle loro cinque figlie. 
In generale è un a lettura piacevole, anche se mi aspettavo forse qualcosa di più.

Voto...




Eliza

18 febbraio 2013

Libri in tv #1

febbraio 18, 2013 10 Comments
Buon lunedì a tutti!
Ieri ho pubblicato un post per informarvi della messa in onda della mini serie Lost in Austen. Questo mi fatto venire in mente questa rubrica, che spero di poter pubblicare tutti i lunedì, in cui vi indicherò tutti i film o i telefilm che andranno in onda nella settimana e che sono tratti o si ispirano a dei libri. Non so se già qualcuno ha ideato questo genere di rubrica, so che ne esistono per il cinema, ma non credo per la tv. Comunque, se già qualcuno ha pubblicato sul proprio blog una rubrica del genere, specifica per la tv, me lo faccia sapere in un commento o via mail, e provvederò a indicarne la paternità senza problemi.

Prenderò in considerazione unicamente la piattaforma del digitale terrestre gratuito (quindi niente Mediaset Premium o Sky, se no non ne esco viva!). Un'ultima cosa: cercherò di indicare il più possibile tutto, ovviamnente alcune cose mi sfuggiranno e magari altre non so neanche che siano state tratte da un libro, nel qual caso già mi scuso. Anzi, se volete indicarmi qualche omissione provvederò ad aggiungerla!^^

Ecco la mia mini guida per la settimana che va dal 18 febbraio al 24 febbraio 2013:

Martedì 19
- Canale 5, ore 21:10
Harry Potter e i doni della morte - Parte 1, di David Yates, con Daniel Radcliffe, Emma Watson, Ruper Grint, Helena Boham Carter, titolo originale Harry Potter and Deathly Hallows: part 1, fantastico, durata 146 min., USA, Gran Bretagna 2010

Credo non ci sia bisogno di alcuna presentazione...^^


Mercoledì 20
- Rai Movie, ore 19:20
Matrimoni e Pregiudizi, di Gurinder Chadha, con Aishwarya Rai, Martin Henderson, Daniel Gillies, Naveen Andrews, Nitin Ganatra, titolo originale Bride and Prejudice, commedia, durata 105 min., USA, India 2004

Versione Bollywood di Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen




Giovedì 21
- Italia 1, ore 00:30
The Vampire Diaries, 3 serie
pt. 01 Il compleanno
pt. 02 L'ibrido

- Iris, ore 23:10
Un marito ideale, di Oliver Parker, con Minnie Driver, Rupert Everett, Julianne Moore, Jeremy Northam, Cate Blanchett Titolo originale An ideal husband. Commedia, durata 96 min., Gran Bretagna 1999

Tratto dalla commedia di Oscar Wilde, il film è ambientato a Londra nel 1890. Sir Robert Chiltern è un uomo politico di successo e un marito ideale per la seducente Lady Chiltern. Tutto procede per il meglio fino a quando compare la signora Cheveley che è a conoscenza di alcuni segreti riguardanti il passato del gentiluomo. Timoroso di perdere la sua reputazione e soprattutto l'amore della sua bella moglie, Sir Chilthern si rivolge a Lord Arthur Goring, donnaiolo amante della libertà e della vita mondana.


Sabato 23
- Rai Premium, ore 15:40
Il romanzo di Amanda, pt. 1 e 2 (replica), di Dan Zeff, con Jemima Rooper, Elliot Cowan, Hugh Bonneville, Gemma Arterton, titolo originale Lost in Austen, commedia, durata 45 min. (episodio), Gran Bretagna 2008






- Rai Movie, ore 23:15
Il paziente inglese, di di Anthony Minghella. Con Ralph Fiennes, Juliette Binoche, Willem Dafoe, Naveen Andrews, Kristin Scott Thomas, titolo originale The English Patient, drammatico, durata 162' min., USA 1996

Toscana, verso la fine della guerra 1939-45: Hana (Binoche), infermiera canadese innamorata di un artificiere indiano (Andrews), accudisce un misterioso paziente inglese (Fiennes) dal viso sfigurato di cui si rievoca in flashback l'illegittima e tragica passione per Katharine (Scott Thomas), incontrata in Egitto prima della guerra. Tratto dall'omonimo romanzo di Michael Ondaatje.


Domenica 24
- Rai Premium, ore 21:25 
Il romanzo di Amanda, pt. 3 e 4, di Dan Zeff, con Jemima Rooper, Elliot Cowan, Hugh Bonneville, Gemma Arterton, titolo originale Lost in Austen, commedia, durata 45 min. (episodio), Gran Bretagna 2008

- Canale 5, ore 21:30
Montecristo, di Kevin Reynolds. Con James Caviezel, Guy Pearce, Richard Harris, Michael Wincott, Henry Cavill, titolo originale The Count of Montecristo, drammatico, durata 131 min., USA 2001

Tratto dal romanzo omonimo di Dumas padre, racconta la storia di Edmond Dantès, marinaio un po' ingenuo, che viene tradito dal giovane Fernand Mondego, innamorato di Mercedes, promessa sposa di Edmond, dal "secondo" Danglars e dal magistrato Villefort. Edmond è rinchiuso nella prigione, incontra l'abate Faria che, morendo, gli indica la strada per l'immenso tesoro nascosto nell'isola di Montecristo. Edmond lo trova e va a Parigi per consumare, tredici anni dopo, la sua vendetta.

Alla prossima
Eliza

17 febbraio 2013

'Lost in Austen'...mi rifiuto di chiamarlo 'Il romanzo di Amanda'!!

febbraio 17, 2013 15 Comments
Buona domenica ragazzi!!
Questo post è dedicato alle e agli amanti di Jane Austen e di Orgoglio e Pregiudizio. Come saprete i sequel moderni del romanzo sono mille, anzi io stessa sto leggendo uno degli ultimi usciti in Italia, Morte a Pemberley di P. D. James. So che ai "puristi" di zia Jane fanno un po' storcere il naso, ma io non posso farci niente, mi piace troppo vedere come è proseguita la vita di Darcy e Elizabeth!!
Nel 2008, sulla rete televisiva inglese ITV è andato in onda l'adattamento televisivo Lost in Austen. Io l'ho visto in inglese e l'ho trovato molto carino e divertente (se volete vederlo in lingua lo trovate tranquillamente su youtube, anche sottotitolato). In Italia questo bel adattamento è andato già in onda l'estate scorsa, nell'infame orario delle 3 di notte...Non commento perchè sono una signora!!
Comunque, e così veniamo al motivo di questo post, vi volevo avvertire che le prime due puntate (con un totale di quattro) di Lost in Austen verranno riproposte da questa sera su Rai Premium alle 21.15. Unica pecca...il titolo tradotto...una cosa veramente orribile...Il romanzo di Amanda....ma perchè tradurlo?? Proprio non lo capisco! Al massimo chiamatelo Lost in Austen. Il romanzo di Amanda...
Io sicuro non me lo perderò (anche se temo un po' il doppiaggio...speriamo bene!).


Alla prossima
Eliza

14 febbraio 2013

Chi ben comincia... #10

febbraio 14, 2013 0 Comments
Buonasera ragazzi!
Oramai il giovedì è il giorno della rubrica Chi ben comincia..., creata da Alessia del blog Il profumo dei libri.


Le regole sono poche e semplicissime...

  • prendere un libro a caso dalla libreria
  • trascrivere le prime righe
Oggi ho rispolverato un libro letto un po' di tempo fa e che mi ha fatto ridere tantissimo, cioè La regina della casa di Sophie Kinsella...

La regina della casa
di Sophie Kinsella
ed. Mondadori
pp. 354
€ 17,50

Ti consideri stressata?
No. Non sono stressata.
Sono...molto impegnata. Mail mondo è pieno di gente impegnata. E' la vita. Ho un lavoro di grande responsabilità, e per me la carriera è importante.
E va bene. A volte mi sento un po' tesa. Sotto pressione. Ma...cavolo, faccio l'avvocato nella City. Cosa vi aspettate?

Mentre scrivo, premo così forte sulla pagina da bucare il foglio. Accidenti. Non importa. Passiamo alla prossima domanda.

Mediamente quante ore al giorno passi in ufficio?
14
12
8

Dipende.

Fai attività fisica regolare?
Nuoto abitualmente
Nuoto di tanto in tanto

Ho intenzione di iniziare un programma regolare di nuoto. Quando avrò tempo. Ultimamente ho avuto parecchio da fare in ufficio, è un momentaccio. 

Bevi 8 bicchieri d'acqua al giorno?
Si
Talvolta

no. 

La regina della casa è uno di quei libri che tiro fuori quando sono un po' giù, perchè ha il potere di farmi comunque spuntare un sorriso. Come non sorridere leggendo di Samantha, che sa spulciare contratti trovando magagne, facendo risparmiare milioni di sterline ai suoi clienti, ha un quoziente intellettivo superiore alla media, ma non sa cuocere un uovo...

Alla prossima 
Eliza

Recensione:Ma come fa a far tutto? - Allison Pearson

febbraio 14, 2013 2 Comments
Buon pomeriggio ragazzi!
Come state passando il vostro San Valentino? Spero bene!!
Oggi vi propongo la recensione di un libro che ho preso a casa in biblioteca, ci sono semplicemente passata davanti, l'ho afferrato e preso in prestito. Si tratta di Ma con fa a far tutto? di Allison Pearson.

Ma come fa a far tutto?
di Allison Pearson
ed. Mondadori
pp. 378
€ 8,40

Trama
Come si fa a conciliare il lavoro in una società finanziaria, un marito talvolta noioso, due bambini piccoli e bisognosi di cure, senza dimenticare un amante online? Sono questi i crucci in cui si dibatte quotidianamente Kate Reddy, trentacinquenne in carriera che conta i minuti come le altre donne contano le calorie, costretta a destreggiarsi tra appuntamenti di lavoro, impegni familiari, massaggi, sedute dal dentista e mille altre faccende. E tutto lascia presagire che, prima o poi, la situazione non potrà che precipitare. Ma Kate è una donna che non si abbatte facilmente e ha dalla sua un'arma assolutamente invidiabile: l'ironia.

Recensione
Un po' di tempo fa mi era capitato di vedere il film tratto da questo libro, quello con Sarah Jessica Parker e Pierce Brosnan, e mi era piaciuto, divertente, leggero, non un Oscar, ma un piacevole intrattenimento serale. Così quando in biblioteca ho visto il libro mi son detta "ma si, vieni a casa con me!".
In se la storia è carina, semplice, un po' scontata magari (certo se poi hai visto pure il libro...), ma divertente, ironica e curiosa. Ho fatto però un po' fatica a leggerlo, perchè vengono sviscerati migliaia di episodi, ricordi, avventure e disavventure, veramente troppe! All'inizio sono carine, fanno tenerezza o indignano per come è vista un mamma lavoratrice al giorno d'oggi, ma dopo un po' fiaccano il morale del più accanito lettore! Ed è un vero peccato! Se la scrittura fosse stata un po' più concisa e di effetto sicuramente mi sarei divertita di più. 
La cosa sicuramente positiva è che fa riflettere su come viene vista una donna al giorno d'oggi, come se una lavoratrice non possa essere madre e viceversa...Bhè sveglia gente, siamo multitasking! Possiamo essere tutte e due!! 

Voto...




Eliza

13 febbraio 2013

W...W...W...Wednesdays #13

febbraio 13, 2013 0 Comments
Buona sera ragazzi,
eccomi tornata con la rubrica W...W...W...Wednesdays creata dal blog Should Be Reading, con la quale vi tengo aggiornati sulle mie letture. Per partecipare basta rispondere alle tre domandine che seguono:

1. What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
     Ma come fa a fare tutto? di Allison Pearson
     Morte a Pemberley di P. D. James



2. What did you recently finish reading? (Qual'è il libro che hai appena finito di leggere?)
    Incarceron di Catherine Fisher


3. What do you think you'll read next? ( Quale sarà la tua prossima lettura?)
    Domeniche da Tiffany di James Patterson e Gabrielle Charbonett


Questa settimana sono molto soddisfatta perchè ho letto, sto leggendo e leggerò libri che è un po' che volevo leggere e che sono stata anche fortunata a trovare in biblioteca (non vi stupite, io qui vicino ho una biblioteca piccina picciò, non è che hanno tantissime nuove entrate), così risparmio qualcosina...ah grande invenzione le biblioteche pubbliche!!

Alla prossima
Eliza
    

12 febbraio 2013

Recensione: Incarceron - Catherine Fisher

febbraio 12, 2013 2 Comments
Ancora buona sera a tutti!!
Oggi devo dire che sono super produttiva per quanto riguarda i post, sia su questo che sull'altro blog...cosa può fare un bel caffè post cena!!^^
Mentre buttavo un occhio al festival di Sanremo ho finito di leggere Incarceron di Catherine Fisher.

Incarceron. La prigione vivente

di Catherine Fisher
ed. Fazi
pp. 350
€ 14,90

Trama
Incarceron è una prigione avveneristica e invisibile, dove i discendenti dei prigionieri originari vivono in un mondo oscuro scosso da rivalità e violenze. È un incrocio di inquietanti tecnologie, un edificio vivente, un Grande Fratello vendicativo e sempre in guardia, corredato di camere di tortura, sotterranei e passaggi segreti. In questo luogo un giovane prigioniero, Finn, ha delle visioni della sua vita precedente e non riesce a convincersi di essere nato e cresciuto lì. Nel mondo esterno Claudia, figlia del direttore di Incarceron, è intrappolata in un altro tipo di prigione ­ un universo tecnologico ma costruito con meticolosa cura affinché appaia come un'epoca antica ­ dove la attende un matrimonio combinato con un ricco playboy che lei odia. Ma arriverà un momento in cui Claudia e Finn, contemporaneamente, troveranno un oggetto, una chiave di cristallo, attraverso la quale potranno parlarsi. E allora sarà solo questione di tempo prima che i due mondi, finora separati dagli spessi muri di Incarceron, entrino in contatto...

Recensione
Leggendo la trama avevo molte aspettative su questo libro. In parte devo dire che mi è piaciuto in parte no. 
La prima metà del libro l'ho trovata un po' lenta, soprattutto perchè bisogna un po' entrare nel meccanismo di una storia un po' ingarbugliata, e quindi bisogna capire chi c'è fuori chi c'è dentro, cos'è Incarceron, cos'è il Protocollo, ecc.. Questa lentezza forse ha influito in maniera negativa nel valutare la storia e alcuni personaggi, Claudia soprattutto, che inizialmente ho visto semplicemente come la classica principessina viziata che si ritrova col matrimonio combinato. 
Verso metà libro la storia è già chiara e si capisce perfettamente dove si va a parare. Se l'ambientazione è particolare e interessante, la trama in se non è niente di speciale.
La seconda metà del libro è un po' più frizzante e la storia, seppur poco innovativa, è un po' più interessante. I personaggi si muovono di più e si fanno un po' più complessi. Ho rivalutato anche Claudia, che si dimostra un personaggio curioso e coraggioso, testarda magari, ma a fin di bene.
Passata la prima parte la lettura si fa più scorrevole e, per quanto mi riguarda, più piacevole.
Nel complesso il libro è interessante, ma poteva essere un po' più ritmato; mi è piaciuto, ma non mi ha convinta del tutto...Aspetto con curiosità il secondo capitolo (quando sarà), per vedere come prosegue...magari avendo già un quadro della storia la lettura mi risulterà ancora più piacevole...

Voto...

e mezzo (si dai, il mezzo gufo in più ci vuole!!)


Alla prossima
Eliza

Teaser Tuesdays #13

febbraio 12, 2013 2 Comments
Buona sera a tutti!
Anche oggi, come tutti i martedì, torna l'appuntamento con la rubrica Teaser Tuesdays, ideata dal blog Should Be Reading. Per partecipare basta prendere il libro che si sta leggendo, prendere una pagina a caso e riportare un breve brano stando attenti agli spoilers! Il libro di questa settimana è Ma come fa  a fare tutto? di Allison Pearson...

Ma come fa a fare tutto?
di Allison Pearson
ed. Mondadori
pp. 378
€ 8,40

Per una volta, a cena, ho pensato che la mia vita assomigliasse a quelle descritte nelle riviste e io ero la regina del focolare che intratteneva i suoceri ammirati nella sua bella casa. Barbara mi aveva appena chiesto la ricetta della peperonata, quando l'ho visto. Si muoveva furtivo sul parquet, grasso, peloso, marronastro. Un ratto,
Il galateo è stranamente parco di suggerimenti sul passaggio dei ratti in sala da pranzo durante una cena con ospiti

Il libro l'ho appena iniziato e per il momento l'ho trovato carino e simpatico, adatto per una lettura leggera e assolutamente poco impegnativa.

Alla prossima
Eliza

10 febbraio 2013

Prossime uscite...#8

febbraio 10, 2013 0 Comments
Buona domenica lettori!
Quasi tutte le domeniche vi presento una lista di libri che presto, di solito nel giro della settimana seguente, vedremo sugli scaffali delle librerie.
Ecco quattro libri che mi hanno incuriosito questa volta...

Il sogno della bella addormentata, di Luca Centi, ed. Piemme, pp.  , € 16,50, in uscita il 12 febbraio 2013

Nella Londra di fine Ottocento, Talia si muove silenziosa come un gatto e scaltra come una volpe. È molto giovane e molto bella, il che è un indubbio vantaggio nell’esercizio della sua professione, la ladra. Talia però non ruba di tutto, vuole impossessarsi solo di sette oggetti dalla misteriosa funzione, chiamati i Sette Peccati. E lo fa per un motivo particolare: glielo ha chiesto il padre sul letto di morte. Fra nebbie e vapori, indizi e vestiti da ballo, e contando solo sull’aiuto di due assistenti fedelissimi, Madame Vivienne e Archie, Talia farà di tutto per esaudire l’ultimo desiderio di suo padre. Lungo il cammino, fatto di insidie, minacce, ma anche di nuovi amori, la ragazza farà luce sul mistero che avvolge i Sette Peccati. Ma la soluzione dell’enigma si dimostrerà tanto sconvolgente quanto raccapricciante, nascosta com’è dentro una teca di cristallo.

E se lui fosse quello giusto?, di Susan Elizabeth Phillips, ed. Leggereditore, pp. 416, € 12,00, in uscita il 14 febbraio

La geniale professoressa di Fisica Jane Darlington passa il suo trentaquattresimo compleanno in lacrime. Vorrebbe un figlio, ma non un marito; da sempre infatti la sua grande intelligenza spaventa gli uomini e trovare un candidato adatto al compito non è semplice. Cal Bonner, leggendario seduttore e giocatore di football dei Chicago Stars, non particolarmente acuto, le sembra la scelta perfetta. Jane allora entra in azione, ma rimarrà molto sorpresa: il generoso Cal non assomiglia per nulla all’individuo superficiale che si aspettava, e soprattutto non è affatto disposto a farsi usare e poi scaricare. Come potrà un determinato campione di football interferire nella vita e nei piani di una professoressa un po’ speciale che non si è mai, ma proprio mai, innamorata? Con un sacco di onestà, comprensione e molto, molto umorismo... Divertente, delicato e al tempo stesso toccante, questo romance sorprende per i suoi personaggi, stravaganti e imprevedibili, e per una storia che rimarrà a lungo nei vostri cuori.

Alla ricerca dell'ultima verità, di Karen Marie Moning, ed. Leggereditore, pp. 464, € 12,00, in uscita il 14 febbraio 2013

MacKayla Lane si trova nuda sul freddo pavimento di pietra di una chiesa, in balia del Signore Domine che un tempo ha giurato di uccidere. Lontana da casa, incapace di controllare i suoi appetiti sessuali, MacKayla è ora completamente irretita dall’incantesimo del Signore Domine...Lui le ha rubato il passato, ma lei non permetterà mai che l’assassino di sua sorella possa rubarle anche il futuro. Eppure, neanche il più potente tra i veggenti può competere con il Signore Domine, che ha scatenato in Mac un insaziabile desiderio sessuale che la consuma. Solo le parole misteriose del diario di Alina possono salvarla. Mentre i suoi nuovi genitori sono scomparsi e la vita dei suoi cari è sotto assedio, Mac sta per trovarsi faccia a faccia con una sconvolgente verità su sé stessa... e sul mondo che pensava di conoscere. Il quarto volume della serie Fever, che ha conquistato migliaia di lettrici anche in Italia. Un grande successo internazionale.

Uno splendido disastro, di Jamie McGuire, ed. Garzanti, pp. 400, € 16,40, in uscita il 28 febbraio 2013

Camicetta immacolata, coda di cavallo, gonna al ginocchio. Abby Abernathy sembra la classica ragazza perbene, timida e studiosa. Ma in realtà Abby è una ragazza in fuga. In fuga dal suo passato, dalla sua famiglia, da un padre in cui ha smesso di credere. E ora che è arrivata alla Eastern University insieme alla sua migliore amica per il primo anno di università, ha tutta l'intenzione di dimenticare la sua vecchia vita e ricominciare da capo.
Travis Maddox di notte guida troppo veloce sulla sua moto, ha una ragazza diversa per ogni festa e attacca briga con molta facilità. Dietro di sé ha una scia di adoratrici disposte a tutto per un suo bacio.
C'è una definizione per quelli come lui: Travis è il ragazzo sbagliato per eccellenza.
Abby lo capisce subito appena i suoi occhi incontrano quelli profondi di lui e sente uno strano nodo allo stomaco: Travis rappresenta tutto ciò da cui ha solennemente giurato di stare lontana. Eppure Abby è assolutamente determinata a non farsi affascinare. Lei no, non ci cadrà come tutte, lei sa quello che deve fare, quel ragazzo porta solo guai. Ma quando, a causa di una scommessa fatta per gioco, i due si ritrovano a dover condividere lo stesso tetto per trenta giorni, Travis dimostra un'inaspettata mistura di dolcezza e passionalità. Solo lui è in grado di leggere fino in fondo all'anima tormentata di Abby e capire cosa si nasconde dietro i suoi silenzi e le sue improvvise malinconie. Solo lui è in grado di dare una casa al cuore sempre in fuga della ragazza. Ma Abby ha troppa paura di affidargli la chiave per il suo ultimo e più profondo segreto…

Alla prossima
Eliza

8 febbraio 2013

Recensione: Ai piani bassi - Margaret Powell

febbraio 08, 2013 12 Comments
Buongiorno ragazzi!
Oggi torno con la recensione di un libro di cui vi avevo annunciato l'uscita un po' di tempo fa e cioè Ai piani bassi di Margaret Powell.
Ai piani bassi

di Margaret Powell
ed. Einaudi
pp. 192
€ 16,50


Trama
Il libro che ha ispirato la serie tv Downton Abbey. Le memorie ironiche e sulfuree di una cuoca che osserva l’esistenza dorata in una grande magione aristocratica negli anni Trenta. Un documento unico, diventato subito caso editoriale, ora riscoperto ovunque grazie alla serie tv. «Il mondo diviso tra i saloni scintillanti e i piani bassi della servitú, come in Quel che resta del giorno, la lotta di classe a colpi di tazze di tè. Chi ama il cinema elegante di James Ivory, i libri di Jane Austen, le grandi saghe familiari in cui, dietro l’apparente tranquillità, serpeggia l’inquietudine, non si perda Downton Abbey, serie rivelazione dell’anno che agli Emmy Awards ha sconfitto la lodatissima Mildred Pierce». (la Repubblica).

Recensione
Ai piani bassi è un libro molto piacevole, che racconta la vita di una ragazza, Margaret, che finita la scuola si trova costretta ad andare "a servizio" come sguattera in una casa di Hove. Da lì a qualche anno riesce a trovare diversi lavori come cuoca, sua reale aspirazione.
Ho letto questo libro attratta dal fatto che avesse ispirato Downton Abbey, una serie bellissima. In effetti questo libro da uno spaccato realistico e diretto di quella che doveva essere la vita di chi in una grande dimora inglese non solo ci viveva, ma ci lavorava anche, e duramente. La Powell, raccontando, la sua storia non ci risparmia niente, nè la fatica, nè la paura, nè gli aspetti più comici di stare "a servizio", ma lo fa con intelligenza e garbo, rendendola una lettura molto scorrevole, piacevole e accattivante.E' un racconto diretto e veritiero, ma proposto con una semplicità a tratti quasi disarmante per un lettore moderno. 
Ci racconta la sua storia, ma anche quella delle persone per cui lavora, proponendoci le loro abitudini ma anche i loro aspetti più ironici ed eccentrici, come la perversione di Mr Bishop che amava toccare i bigodini delle cameriere "E mentre lo fa è felice e contento"...non so voi, ma a leggere queste righe non può che non spuntare un sorriso ripensando alle moderne 50 sfumature di grigio... Ma Margaret non si limita  a questo. Parlando di questo episodio particolare ce lo presenta scherzando e ironizzando sul suo datore di lavoro, ma non solo, perchè ci dice perchè, nella sua innocenza, crede si una cosa sbagliata: era l'ennesima dimostrazione di inferiorità della servitù. E forse qui sta la bellezza di questo libro: la protagonista lavora contenta di avere un lavoro, ma non vuole limitarsi a questo, cerca di progredire e di migliorare (anche se non mi piace questa parola), vuole scoprire e imparare, vuole essere trattata alla pari perchè per lei non esiste differenza reale tra "loro" e "noi". Anzi a volte ha pietà dei propri datori di lavoro, ribaltando quello che la società imponeva. Margaret ci mostra un grande cambiamento che si sta realizzando in quel determinato momento storico, e lo fa da dentro, guardandolo con gli occhi di una giovare ragazza che sta crescendo.

Voto...




Alla prossima
Eliza

7 febbraio 2013

Chi ben comincia...#9

febbraio 07, 2013 2 Comments
Buongiorno amici lettori!!
Stamattina mi sono svegliata bella pimpante!!


Il giovedì è il giorno della rubrica Chi ben comincia... creata da Alessia del blog Il profumo dei libri. Vi faccio un ripassino delle regole da seguire:

  • prendi un libro a caso dalla tua libreria
  • trascrivi le prime righe (possono esser 10, 15, 20 righe) 
Il libro di oggi è un libro molto divertente, uscito nell'ormai lontano 2004 (mamma, quasi 10 anni fa!), e scritto da Helen Filding, che tutte ricorderete come autrice de Il diario di Bridget Jones, e si intitola Olivia Joules dall'immaginazione iperattiva...

Olivia Joules dall'immaginazione
iperattiva
di Helen Fielding
ed. Sonzogno
pp. 375
€ 16,50

Londra
"Il tuo problema, Olivia, è che hai un'immaginazione iperattiva."
"Non è vero!" s'indignò Olivia Jones.
Barry Wilkinson, responsabile esteri del Sunday Times, si appoggiò allo schienale cercando di tenere in dentro la pancia, e guardò da sopra gli occhiali a mezzaluna la figuretta imbronciata seduta di fronte, pensando: E che sei maledettamente carina.
"Cosa mi  dici dell'articolo sulla nube di locuste giganti supermandibolate che oscura il sole d'Etiopia?"
"Era il Sudan."
Barry sospirò ostentatamente. "Ti abbiamo mandata fin laggiù e tutto quello che ci hai portato sono state due cavallette in un sacchetto di plastica."
"La nube di locuste c'era. Solo che era appena partita per il Ciad. Era previsto che si fermassero, invece sono ripartite. E comunque ti ho portato l'articolo sugli animali che morivano di fame nello zoo."
"Olivia. Un facocero: e anche bello in carne."

E' un libro molto divertente, quindi adatto per una lettura leggera, ma anche con un pizzico di avventura (avevo letto da qualche parte che Olivia Joules era "Bridget Jones che incontra James Bond...".

Alla prossima
Eliza

6 febbraio 2013

Recensione: Red Love - Kady Cross

febbraio 06, 2013 6 Comments
Buona sera  a tutti!
Stasera nuova recensione. Questa volta ho letto un libro un po' particolare, di un genere che finora non avevo mai affrontato. Il libro in questione è Red Love di Kady Cross.

Red Love 

di Kady Cross
ed. Newton Compton
pp. 432
€ 14,90

Trama
Londra, 1897. Un uomo, conosciuto come il Meccanico, è il regista occulto di una serie di strani crimini commessi da macchine. Griffin King, il Duca di Greythorne, è determinato a scoprire la sua identità e a sventare i suoi piani con l'aiuto degli amici Sam, Emily e Jasper. Ma il Duca decide di rivolgersi anche a Finley Jayne, una ragazza con un lato oscuro e in possesso di una forza fisica soprannaturale. Finley è speciale, ma non tutti, all'interno del gruppo al quale si è unita, sono pronti ad accettarla. Quando finalmente le intenzioni del Meccanico saranno più chiare, il Duca e Finley riusciranno a fermarlo prima che sia troppo tardi?

Recensione
Questo libro rientra nel genere steampunk...???...Si, ammetto che non avevo la più pallida idea di cosa fosse! Così ho fatto una semplicissimi ricerchina su Wikipedia...in pochissime parole lo steampunk è un genere che introduce in un'ambientazione del passato (spesso la Londra vittoriana) macchine e strumentazioni azionate con l'energia prodotta dal vapore. E già qui una lucetta si accesa nel mio cervellino e mi sono venuti in mente film come Sherlock Holmes, La leggenda degli uomini straordinari, Piramide di paura, ma anche un cartone animato che da piccola seguivo e che mi piaceva un sacco Il mistero della pietra azzurra (non so se il genere sia proprio questo, ma me lo ha ricordato molto!). Incuriosita da un genere che finora non avevo affrontato, da una bellissima copertina e dalla trama che prometteva bene ho preso questo libro, che rientra assolutamente in questo genere.
Il libro mi è piaciuto moltissimo, sarà stata la novità, ma ne sono entusiasta. Ha una bellissima ambientazione, che risalta tra le pagine: una Londra di fine '800, con i sui quartieri eleganti e i giardini, ma anche i suoi angoli oscuri e pericolosi, popolata non solo dagli uomini ma anche dalle macchine che li servono. I personaggi li ho trovati ben descritti, interessanti e ben caratterizzati; la protagonista, Finley, non è una delicata e innocente fanciulla che deve essere salvata e protetta...o almeno non è solo questo, perchè ha dentro di se un lato oscuro e selvaggio, pronto a scattare al primo sentore di pericolo...insomma una dott.ssa Jekyl e miss Hyde; Griffin King, duca di Greythorne è un ragazzo ricco, ma un po' fuori dai canoni prescritti dalla società, perchè con i suoi amici Sam e Emily cerca di sconfiggere un misterioso personaggio, il Macchinista, che sta rivoltando le macchine contro l'uomo. In se la storia è anche piuttosto semplice, ma sencondo me è anche questa la forza del libro: l'ambientazione e i personaggi sono particolarmente importanti e complessi, e una storia semplice controbilancia il tutto, creando una piacevole lettura che scorre molto veloce.
Alla fine anche l'aspetto romantico è ben inserito nella storia generale, senza stridere troppo. 

Voto...




Alla prossima
Eliza

W...W...W...Wednesdays #12

febbraio 06, 2013 4 Comments
Buongiorno lettori!
Visto che oggi sono stata più che mattiniera con la rubrica!
Come ogni mercoledì torna la rubrica W...W...W...Wednesdays, creata dal blog Should Be Reading, con la quale vi aggiorno sui libri che sto leggendo, su quelli che ho letto e su quelli che leggerò a breve.

1. What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
     Red Love di Kady Cross


2. What did you recently finish reading? (Qual'è il libro che hai appena finito di leggere?)
    Chosen di P.C. Cast & Kristin Cast


3. What do you think you'll read next? ( Quale sarà la tua prossima lettura?)
     Ai piani bassi di Margaret Powell


Alla prossima
Eliza