Follow Us @biblio_eliza

20 marzo 2017

Recensione: Assalto a Villa del Lieto Tramonto - Minna Lindgren

Buon lunedì lettori!
No aspettate un attimo...Lunedì?? E la Domenica dove è finita?? Qui tra un giro e l'altro mi sono completamente persa il fine settimana e babum... ecco che inizia una nuova settimana e manco te ne accorgi.
Ma torniamo a noi e ai libri. Oggi vi propongo al recensione di Assalto a Villa del Lieto Tramonto di Minna Lindgren, terzo e ultimo libro che chiude la Trilogia di Helsinki. E anche questa volta un grazie enorme a Sonzogno per la copia.

Assalto a Villa del Lieto Tramonto
di Minna Lindgren
Sonzogno | Romanzi | 231 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €16,50
16 marzo 2017 | scheda Sonzogno

Trama
Villa del Lieto Tramonto non è più la stessa. Un avveniristico progetto di teleassistenza, combinato alle stravaganti invenzioni della domotica, ha scombussolato ritmi e abitudini della residenza per anziani alla periferia di Helsinki. Che fare se il frigorifero parlante ripete all'infinito la lista degli alimenti in scadenza? Come intrattenere il robottino da compagnia per evitare la raffica dei suoi stupidi quiz? Tra una partita di canasta e un caffè solubile, sono questi i nuovi argomenti di conversazione di Siiri, Irma e Anna-Liisa, le tre arzille e affiatate amiche che mai avrebbero immaginato - a novant'anni suonati - di doversi difendere dai minacciosi prodigi della tecnica. Da quando il personale in carne e ossa è stato licenziato, gli ospiti del Lieto Tramonto comunicano con l'esterno attraverso sofisticate e irritanti pareti intelligenti, mentre le macchine si occupano di tutto. Ma chi controlla dal cloud questa fredda tecnologia e chi lucra sul suo massiccio impiego? I dubbi si infittiscono nell'impavido e inseparabile terzetto di nonnine dopo la comparsa di misteriosi volontari: si presentano come fervidi credenti, ma la loro ostinazione nel racimolare donazioni in denaro è a dir poco sospetta. Per fare luce sulle loro reali intenzioni serviranno tutto il sangue freddo di Siiri, la spensierata vaghezza di Irma, l'acume di Anna-Liisa... e un inatteso aiuto della cara, vecchia Madre Natura. Dopo "Mistero a Villa del Lieto Tramonto" e "Fuga da Villa del Lieto Tramonto", la Trilogia di Helsinki si chiude con una nuova commedia dolceamara, che ci trasporta in un mondo non troppo futuribile e dimostra, con intelligente e tenera ironia, che all'avanzata della tecnologia si può anche resistere.


Ho riflettuto sulla catastrofe di cui parlava Anna-Liisa e dico che potremmo far scoppiare una guerra qui a Lieto Tramonto. Su forza, cosa stiamo aspettando?

Per la terza volta varchiamo la porta di Villa del Lieto Tramonto. Insomma, varchiamo, grossa parola, perchè oramai per entrare nella casa di riposo bisogna essere muniti di apposito badge da sventolare davanti all'altrettanto apposito lettore. Stessa cosa vale per mangiare, pagare, entrare in casa. La grande ristrutturazione di cui è stato oggetto l'edificio ha portato anche l'arrivo della tecnologia e Lieto Tramonto è diventato un fulgido esempio, nonché progetto pilota, di teleassistenza, con la sparizione di infermieri, medici e personale vario e l'apparizione dei robottini. Potete ben immaginare come l'hanno presa Siiri, Irma e gli altri ospiti che, alla soglia dei 100 anni, non riescono proprio ad adattarsi alle pareti intelligenti che snocciolano dati e ai sensori sparsi ovunque pronti a rilevare qualsiasi cambiamento, decessi compresi. Dietro a tanta tecnologica efficenza, e alle sue grosse pecche, c'è però qualcosa di strano, legato alla setta di imbonitori il Risveglio della Fede, pronti a propinare il proprio fermento religioso... dietro ricompensa.

Posso dirlo? Per me questo è il più riuscito dei tre libri della serie. I primi due, infatti, promettevano gialli che alla fine, tra un giretto in tram e l'altro, si rivelavano poca cosa e venivano messi da parte. Qui invece non ci viene anticipato un giallo e non lo abbiamo, ci viene garantito un "assalto" e quello in effetti c'è.
L'autrice, con l'ironia che ha contraddistinto tutta la serie, anche in questo terzo libro ci parla della vecchiaia. Chiuse nella loro prigione dorata Siiri e Irma mostrano al lettore non solo le carenze della società nei loro confronti, con famiglie menefreghiste e governi a dir poco sordi, ma anche gioie e dolori della tecnologia. Oramai robot e soprattutto tablet sono ovunque. Ma posso sostituire l'essere umano? Qual è il confine tra utilità e pericolo? Se queste domande poi ce le pongono vecchiette vicine a superare la soglia dei 100 capirete bene che la questione è anche più seria. Loro, nate quando la televisione era un'utopia, come posso inserirsi in un mondo fatto di schermi intelligenti, robottini dispensafarmaci e assistenza teleguidata? Con la sua ironica visione di un mondo fatto di schermi e sensori, la Lindgren ci mostra forse quello che potremo vedere fra pochi anni e ci ammonisce su un uso al paradosso di ciò che può aiutare ma non sostituire.
Solo tecnologia? No, perchè in questo terzo libro tocchiamo anche argomenti come la religione e i suoi eccessi. In anni in cui l'estremismo appare in tutti i tg e giornali anche a Lieto Tramonto fa la sua comparsa sotto forma della setta del Risveglio della Fede, più attenta ai testamenti e ai beni dei residenti che al loro spirito, pronti però a dispensare la buona novella e a riportare sulla retta strada le pecorelle smarrite. E anche qui, portando l'esempio all'eccesso, l'autrice strizza l'occhio anche verso argomenti più delicati come la sessualità e l'omosessualità in età avanzata.
La lettura è stata molto piacevole e veloce, ho però un appunto sul finale: so che è questo è l'ultimo libro della serie, è scritto anche in copertina, eppure il finale lascia quasi intendere, o almeno la speranza, che ci sia un seguito. Diciamo che non è proprio un finale aperto ma è come se aleggiasse nell'aria non un addio ma un arrivederci.

Alla prossima


2 commenti:

  1. Ciao Eliza!
    Che belle foto hai scattato! :)
    Sono molto curiosa di iniziare questa serie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Ultimamente mi sto dilettando in qualche foto più personale... a volte riesce bene altre meno ma mi diverto un sacco a farle! :)

      Elimina

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^