Follow Us @biblio_eliza

19 maggio 2017

Lettura a quattr'occhi: Non ditelo allo scrittore - Alice Basso

Buongiorno lettori! Salve!
Potevamo io e Laura esimerci dal chiacchierare un po' su uno dei libri che più stavamo aspettando e che, guarda caso, è uscito giusto giusto ieri? Ma figurati! Spariamo minchiate dalla mattina alla sera, vuoi non dire due parole su Alice? Naaaaaaaa! Grazie a Garzanti abbiamo potuto infatti leggere in anteprima Non ditelo allo scrittore di Alice Basso e questa è la sua lettura a quattr'occhi! Che poi sarebbero otto, visto che siamo entrambe occhialute!

Non ditelo allo scrittore
di Alice Basso
Garzanti | narratori moderni | 316 pagine
ebook €9,99 | cartaceo €16,90
18 maggio 2017 | scheda Garzanti

Trama
A Vani basta notare un tic, una lieve flessione della voce, uno strano modo di camminare per sapere cosa c'è nella testa delle persone. Una empatia innata che lei mal sopporta, visto il suo odio per qualunque essere vivente le stia intorno, e che però è fondamentale nel suo mestiere. Perché Vani è una ghostwriter. Presta le sue parole ad autori che in realtà non hanno scritto i loro libri. Si mette nei loro panni. Un lavoro complicato di cui non può parlare con nessuno. Solo il suo capo sa bene qual è ruolo di Vani nella casa editrice. E sa bene che il compito che le ha affidato è più di una sfida: deve scovare un suo simile, un altro ghostwriter che si cela dietro uno dei più importanti romanzi della letteratura italiana. Solo Vani può farlo uscire dall'ombra. Ma per renderlo un comunicatore perfetto, lei che ama solo la compagnia dei suoi libri e veste sempre di nero, ha bisogno del fascino ammaliatore di Riccardo. Lo stesso scrittore che le ha spezzato il cuore, che ora è pronto a tutto per riconquistarla. Vani deve stare attenta a non lasciarsi incantare dai suoi gesti. Eppure ha ben altro a cui pensare. Il commissario Berganza, con cui collabora, è sicuro che lei sia l'unica a poter scoprire come un boss della malavita agli arresti domiciliari riesca comunque a guidare i suoi traffici. Come è sicuro che sia arrivato il momento di mettere tutte le carte in tavola con Vani. Con nessun'altra donna riuscirà mai a parlare di Chandler, Agatha Christie e Simenon come con lei. E quando la vita del commissario è in pericolo, Vani rischia tutto per salvarlo. Senza sapere come mai l'abbia fatto. Forse perché, come ha imparato leggendo La lettera scarlatta e Cyrano de Bergerac, ogni uomo aspira a qualcosa di più grande, che rompa ogni schema della razionalità e della logica. Vani è ormai uno dei personaggi più amati dai lettori italiani.

*in blu i commenti di Laura*

Sapete cosa c'è di bello in questo mio non-lavoro? Non-lavoro perché non ci pagano, vero? No perché per il resto, qua si sgobba più di chi lavora full-time (e comunque Alice è grande estimatrice di noi blogger!) Poter a volte (poche, ma ci sono) mandare questo tipo di messaggi ad una scrittrice che, oltre che tale, è anche amica:

Certo che tra me e te le abbiamo causato minimo una settimana di insonnia, porella! Scusa Alessio, non volevamo!
E sapete un'altra cosa? Il tuo hobby di oggi è raccontare i cazzi tuoi alla gente? Io ho iniziato questo libro, ho letto 3 pagine, manco complete, e già gongolavo avevo letto dondolavo ihihih... ti vedevo già su un'altalena con tanto di coroncina di fiori attorno al santo capino! dalla gioia di ritrovare Vani Sarca. Finito il primo capitolo era per me già un cinque assicurato. Pensa se dopo il primo capitolo ci fosse stato un crollo verticale! Ecco, mai mi sarei immaginata di arrivare alla fine e di considerare l'idea di aggiungere un altro paio di gufi al mio ranking. Cavoli, miei cari lettori, 5 gufi qua non bastano! Eh pure io ho pensato di sfornare qualche pasticcino in più, sai?

Ritroviamo Vani Sarca, più darkettona che mai, impermeabile nero, rossetto viola, che ti aspettavi? Di trovarla improvvisamente vestita di rosa? sempre alla dipendenze de L'Erica Edizioni come ghostwriter. Ma questa volta il suo capo Enrico le rifila una grossa patata bollente che con un filo di olio, sale e aceto ha sempre un suo perché: scavare nella storia di un best seller e scovare il ghostwriter che lo ha prodotto. Mica facile, soprattutto perchè il vero autore del libro non è certo uno zucchero invece Vani è dolce come l'aceto! e lei si ritroverà a collaborare con Riccardo... si, quel Riccardo sì, lo stronzo! E Berganza? Oooohhh Berganza... Mica sparito! Sta lavorando ad un caso delicato e cerca di tenere la cara Vani fuori dall'indagine.... ahahahah che tenero che è! Spera veramente che la dottoressa Sarca lo stia ad ascoltare! Ma figurati!

Il primo libro ce l'ha fatta conoscere Vani simpaticaaaaaa, il secondo l'ha portata tra i fornelli ( e ancora rido... da un anno rido! Guarda, Alice è signora e si rifiuta di confermare, ma io sono sicura che l'idea di buttare Vani tra i fornelli le sia venuta dopo l'esplosione del tuo plum-cake. Vero, Alice?), il terzo.... il terzo libro ci fa ridere a crepapelle fate pipì prima di leggere, così non correte rischi! ma soprattutto ci fa sussultare nelle scene più delicate, quelle scene che non vi posso raccontare ma che, fidatevi, vi faranno odiare uno stramaledetto telefono e se lo diciamo noi che viviamo metà della nostra vita attaccate all'iPhone... e il ditino ticchettante di un uomo maleeeeeedetto, scene che (ora chiudete le orecchie ai bambini...) vi faranno urlare CAZZOCAZZOCAZZOCAZZO che pure tu hai scritto ad Alice CAZZOCAZZOCAZZOCAZZO?(...alè, stappate le orecchie ai gentil pargoli orpo! Ho dimenticato di tappargliele!). Ecco, come sempre accade con i libri di Alice mi parte il neurone non dare la colpa ad Alice per il tuo stato naturale e vi racconto tutto storto!... facciamo ordine... uh pulisci camera di Tivvia? Chiamo soccorsi? Pompieri? 118? Se non ti sento entro un'ora faccio scattare l'emergenza nazionale!

Incontriamo la ormai mitica Vani Sarca nel presente e nei panni di adolescente figa prima e figa ora. Oggi Vani è Vani, irriverente, sarcastica, dalla battuta(ccia) pronta e dall'occhio fino, sempre attenta a cogliere quello che c'è dietro alle persone, a scavare nei loro tic e nelle loro espressioni alla ricerca di quello che le serve. Vani è un personaggio dissacrante che ci piace così com'è (beh, mica solo quel bell'omino di Colin Firth può dirlo!) perchè diversa non è concepibile, non è immaginabile, non sarebbe Vani! Siamo donnine che o si amano o si odiano, io e Vani!
Però conosciamo anche una Vani più giovane, alle prese con il mondo, quel mondo che già da piccola guarda con occhio critico e cerca di tenere fuori dalla porta della sua camera. Perché Vani ci ha provato ad entrare nella massa la massa puzza, a essere un po' più simile a quello che madre Sarca vorrebbe lei fosse orrore!. Ecco qui troviamo una Vani con gli angoli un po' più smussati tranquilli, rimedierà presto!, in crescita e alla ricerca del proprio posto nel mondo, posto che forse le suggerirà un professore...

Al di là dei condizionamenti culturali che nel corso della storia ci hanno detto come dovessimo comportarci per essere accettati, dentro la nostra specie, da sempre, c'è questo seme di bellezza e perfezione che anela a germogliare. Cercate quello, aspirate a quello, non accontentatevi di nulla di meno, non giustificate nulla che non sia a quell'altezza.
... ad avercene di professori così! E ad avercene di protagoniste così, ma anche di storie così, che ti danno tanto senza sbrodolare per mille pagine. E qui di argomenti ce n'è una vagonata! C'è la vita sentimentale di Vani, l'incarico di Enrico, ma anche il giallo, imprescindibile nei libri di Alice, dove ovviamente fa capolino il caro commissario Berganza gaaaaaa che questa volta è proprio tanto preoccupato di quello che potrà succedere. Aaaahhh l'ammmmmmore!!!

Va beh, oh a me meglio di così non viene la recensione di questo libro ah questa è la recensione?, vi vorrei raccontare che....ssssshhhhhh no, non posso! E poi succede che....  SPOOOOOOILEEEEEERRRRRR AAAAAAAHHHHHHH!!!!! Ok, cosa posso dirvi? Certo, Alice! Alice è una garanzia 24 mesi, come tutti i prodotti! Aspettiamo i suoi libri per 365 giorni (ma chi li conta.... noi!) e ogni volta nel giro di poche ore siamo di nuovo orfane della sua penna (va beh, usa il computer come ogni buon cristiano, ma penna fa così figo!) ironica e accattivante, del suo saperci presentare una storia ricca, piena, senza mai perdere di vista la gioia di parlare a modo suo di libri e musica, editoria e libri. 
Alice io te lo dico, qui già da giorni mi chiedono quando esce il quarto! Che famo??

CRETINA!!!!! L'hashtag!
Aliceeeee #escistocazzodiquartolibro

Ecco, arrivederci a tutti!

Alla prossima



13 commenti:

  1. Fantastiche! Bello però mettere l'ansia agli autori così xD

    RispondiElimina
  2. posso scrivere anche io CAZZOCAZZOCAZZO che non ho ancora il libro. muoro bisogna rimediare, non si può vivere così! sarà mio questo libro sarà mio!!!!

    #escilostocazzodiquartolibro #escilosubito #esciloopop

    RispondiElimina
  3. #escistocazzodiquartolibro tipo subito! Grandiose come sempre voi

    RispondiElimina
  4. Ma solo io tifo per Riccardo?! *va a nascondersi in un angolino*
    Comunque è la prima volta che leggo una di queste recensioni di letture a quattr'occhi e... tanto ammmore per voi :D vi adoro, Laure! *si attacca tipo cozza*
    E adesso, per colpa vostra, non vedo l'ora ancora più di prima di avere questo libro tra le mani Y-Y

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riccardo lo legnerei XD

      Elimina
    2. Povero Y-Y dài, siate clementi! Ha sbagliato... e poi si è pentito U.U a chi non capita nella vita? :D

      Elimina
  5. Quindi Vani è un mix di Laure? Lo dovevo capire prima!!!
    Adoro questa vostra rubrica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, detta così sembra brutto eh ma si, ognuna di noi ci ha trovato un po' di se ;)

      Elimina
  6. Spero di leggere presto la Basso.. Chissà magari per la ruota!!!! E' inimitabile :-)

    RispondiElimina

AVVISO: TUTTI I COMMENTI SPAM VERRANNO CANCELLATI

Premi: se avete scelto di premiare il mio blog vi ringrazio con tutto il cuore! E' sempre bello veder riconosciuto il proprio lavoro. Tuttavia, per motivi di tempo e organizzazione non posso ritirarli!

Avete un'opinione diversa dalla mia? Volete consigliarmi un buon libro? Cercate informazioni? Allora questo è il posto giusto per voi...Commentate!^^